Caratteristiche termodinamiche dell’aria molto calda in arrivo sulla Sicilia - Tempostretto

Caratteristiche termodinamiche dell’aria molto calda in arrivo sulla Sicilia

Daniele Ingemi

Caratteristiche termodinamiche dell’aria molto calda in arrivo sulla Sicilia

Tag:

sabato 19 Giugno 2021 - 13:38

Il caldo inizierà a fare sul serio a partire dalla giornata di domani

L’ingresso dell’aria molto calda, proveniente dai deserti sabbiosi del Fezzan e dell’Algeria orientale, inizia ad essere osservato anche dall’analisi dei radiosondaggi effettuati in diverse stazioni sinottiche dell’Italia meridionale, in modo particolare in Sicilia. Prendendo come esempio l’ultimo radiosondaggio di Trapani Birgi, effettuato attorno la mezzanotte, si nota molto bene la presenza di uno strato di aria molto calda, per non dire “torrida”, che dal suolo si erge fin quasi a lambire le 775 hPa, oltre i 2300 metri di altezza, dove è stato misurato un valore di +15,8°C in libera atmosfera. Da notare come a poco più di 300 metri si iniziano a misurare temperature di +23,2°C, superiori ai +21,6°C misurati al livello del mare.

Il radiosondaggio di Trapani Birgi effettuato nelle scorse ore

Ciò indica la presenza di uno strato di inversione termica da subsidenza (moti discendenti), un vero e proprio tappo che oltre a inibire le correnti ascensionali, contribuisce a comprimere la massa d’aria, già molto calda, verso il basso, scaldandola ulteriormente (da qui deriva la calura dei prossimi giorni che farà salire i valori fino a +40°C in diverse località). Subito sopra tale strato molto caldo la temperatura dell’aria tende nuovamente a scendere, fino a un valore di 0°C all’altezza di 4.400 metri.

Da notare pure i bassissimi valori di umidità relativa, registrati dai 300 fino ai 3487 metri, indicanti proprio il graduale afflusso della massa d’aria rovente, d’estrazione desertica, verso le nostre latitudini, e la sua espansione verso l’alta troposfera. A quote più elevate i valori di umidità relativa tornano a salire, favorendo lo sviluppo di qualche innocua nuvola stratificata (cirri, qualche altocumulo isolato), che assieme al pulviscolo desertico veleranno la coltre celeste nei prossimi giorni. Fra lunedì 21 e martedì 22 non mancheranno neppure infiltrazioni umide in quota che causeranno nuvolosità stratificata, e che potranno incentivare lo scoppio di qualche improvviso temporale di calore sui rilievi, che non servirà ad alleviare la calura. In questo caso le temperature talmente elevate, soprattutto nei bassi strati, faranno evaporare le gocce di pioggia ancora prima che raggiungeranno il suolo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007