Caso Olga Cancellieri, omicidio stradale l'accusa per il motociclista - Tempostretto

Caso Olga Cancellieri, omicidio stradale l’accusa per il motociclista

Redazione

Caso Olga Cancellieri, omicidio stradale l’accusa per il motociclista

martedì 24 Maggio 2022 - 16:45

Indagato il 26enne in sella alla moto che si scontrò col due ruote di Olga Cancellieri, morta nell'attesa vana di un'ambulanza

MESSINA – C’è una prima svolta nell’inchiesta per la morta di Olga Cancellieri, l’avvocata messinese rimasta sull’asfalto il 10 novembre scorso dopo lo scontro tra il suo scooter e una Ducati, in pieno centro. Un caso simbolo, perché la legale di 46 anni è rimasta agonizzante a lungo, prima di essere soccorsa da un’ambulanza per di più senza medico a bordo.

Intanto la Procura ha chiuso gli accertamenti sul ruolo del conducente della Ducati, un ventiseienne per il quale il PM Marco Accolla ipotizza l’omicidio stradale, dopo aver periziato i mezzi ed aver ricostruito la dinamica dell’impatto, avvenuto davanti la chiesa di Santa Caterina.

A quanto pare il giovane procedeva infatti ad una velocità superiore a quella consentita in quel tratto, ovvero i 50 Km orari. Il ventiseienne è difeso dall’avvocato Giovanni Caroè.

La morte di Olga, molto conosciuta in città per la sua battaglia nel movimento AddioPizzo e lo storico impegno politico, ha sollevato la reazione in città per le criticità del servizio di pronto soccorso, sotto dimensionato e ridotto allo stremo. E’ nato così il comitato civico Codice Bordeaux che lavora per far pressione sulla politica, con l’obiettivo di potenziare il 118 regionale.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007