Statuto gemellaggio S. Teresa-Fuveau, chiesta la revoca della delibera - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Statuto gemellaggio S. Teresa-Fuveau, chiesta la revoca della delibera

Carmelo Caspanello

Statuto gemellaggio S. Teresa-Fuveau, chiesta la revoca della delibera

lunedì 12 Marzo 2018 - 10:32
Statuto gemellaggio S. Teresa-Fuveau, chiesta la revoca della delibera

La minoranza: "La proposta non poteva provenire dal sindaco, certamente soggetto a ciò non legittimato, bensì solamente dal Comitato o dal Consiglio direttivo del Comitato stesso o dal Consiglio comunale"

S. TERESA. “Revocate in autotutela la delibera del Consiglio comunale dello scorso gennaio che si riferisce all’adozione del nuovo Statuto comunale del Comitato di gemellaggio di S. Teresa con Fuveau”. A chiederlo sono i consiglieri di minoranza del gruppo “Insieme per cambiare” (Lucia Sansone, Carmelo Casablanca, Giuseppe Migliastro e Antonio Scarcella), attraverso una proposta di deliberazione indirizzata al presidente del civico consesso, Domenica Sturiale. “La proposta di deliberazione con la quale veniva chiesta la modifica dello statuto – spiega il capogruppo Antonio Scarcella – e della quale oggi si chiede la revoca, non poteva provenire dal sindaco, certamente soggetto a ciò non legittimato, bensì solamente dal Comitato o dal Consiglio direttivo del Comitato stesso o dal Consiglio comunale, così come si evince dall’articolo 16 dello Statuto approvato con deliberazione del Consiglio Comunale del settembre 2004, come peraltro fatto rilevare da questo gruppo consiliare in occasione dei lavori consiliari dello scorso 12 gennaio. Tale iniziativa dal parte del sindaco – chiosa Scarcella – si ribadisce ancora una volta, è da considerarsi certamente illegittima ed esorbitante dai propri poteri istituzionali. Fra l’altro – aggiunge – il primo cittadino nella sua proposta chiedeva al Consiglio di modificare addirittura l’intero statuto e non soltanto quanto deliberato dal Comitato di gemellaggio, e cioè l’articolo 14 dello stesso statuto. Per quanto emerso ed espresso, la deliberazione del Consiglio comunale del 12 gennaio è da considerarsi illegittima”. Da qui la proposta di “revoca in autotutela”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x