Catanzaro-Messina. Capuano: "Parlare di calcio è inutile, pagina vergognosa" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Catanzaro-Messina. Capuano: “Parlare di calcio è inutile, pagina vergognosa”

Simone Milioti

Catanzaro-Messina. Capuano: “Parlare di calcio è inutile, pagina vergognosa”

domenica 07 Novembre 2021 - 22:45

Ezio Capuano non tollera come il Messina abbia vissuto l'avvicinamento ad una gara già difficile di suo: "Non si possono trattare i calciatori come bestie"

Non vuole parlare della partita mister Ezio Capuano dopo che il suo Acr Messina, ha raccontato in conferenza stampa, è stato fermo per 6 ore in strada ed è dovuto andare in farmacia per fare un tampone. Una volta arrivati al campo ai giocatori sono stati concessi 40 minuti per prepararsi con alcuni che “svenivano quasi avendo mangiato solo un toast in strada” dice Capuano.

“La pagina più brutta e vergognosa che io ricordi” continua Capuano, aggiungendo però “come non c’entra nulla il Catanzaro, ma la regole vanno cambiate”.

Un’odissea pre partita

“Non si possono trattare giocatori come bestie, non dipende dal Catanzaro e dalla Lega, ma mi auguro che le regole vengano cambiate da questa sera. Non per noi per le squadre tutte, oggi un’odissea, di calcio è inutile parlarne.

La partita non andava giocata e si poteva giocare domani, noi non recuperavamo gli squalificati o gli infortunati. Anzi così abbiamo rischiato di perderne altri, non ci è stata data la possibilità di aspettare neanche 15 minuti in più, l’arbitro ci ha detto che dovevamo fare così. Non mi prendo responsabilità di far prendere la multa alla società, però posso dire che gente che arrivava nel riscaldamento è svenuta quasi”.

Rischio per la salute dei giocatori

“Siamo partiti senza alcuni giocatori, altri si sono fatti male in conseguenza di ciò che abbiamo vissuto. Chi ha deciso di far giocare questa partita ritengo sia stato quantomeno… niente, non trovo un aggettivo adeguato.

Qualsiasi fosse stato il risultato alla fine, quello che ho visto oggi in 32 anni di carriera non mi è mai accaduto. Ripeto solo 40 minuti prima allo stadio con un toast mangiato in mezzo alla strada”.

Sullo svolgimento della partita

“Abbiamo fatto un miracolo oggi e tenuto alto il nome di Messina. Siamo stati in partita contro una squadra forte con dei giovanissimi. Il risultato non mi interessa sono orgoglioso di quanto fatto da questi ragazzini.

Penso di avere l’esperienza giusta, non meritava nessuno che questa partita finisse in tragedia, dalla società, ai tifosi fino ai giocatori. Io dovevo dare una scossa alla squadra, quando ho fatto entrare Busatto dopo il gol subito, sennò finisce in tragedia, anche 10-0.

La mia squadra anzi è rimasta in gara fino alla fine, ho fatto del mio meglio per tenerla in vita cambiando diverse situazioni. Ripeto noi contro una squadra fortissima l’abbiamo tenuta equilibrata con una banda di bambini nati nel 2002, 2001, i ragazzi sono stati stoici”.

Articoli correlati

Tag:

3 commenti

  1. Che nello sport come nella società certe regole necessitano di essere cambiate è un dato di fatto. Comprensibile l’amarezza dell’allenatore ma tutto sembra una difesa d’ufficio volta a mascherare le lacune della squadra. Senza nulla togliere alle difficoltà incontrate non è credibile sentire dire dal mister che alcuni giocatori stavano per svenire avendo mangiato solo toast.

    5
    1
  2. Le regole ci sono e vanno rispettate,
    Non penso che ci fossero i presupposti per rinviare la partita.
    Ovviamente si doveva partire il giorno prima, ma gli alberghi e le cene costano e i budget sono risicati.
    Non serve accampare scuse. Pazienza è andata così.

    2
    0
  3. perdonatemi amici messinesi ma non ho compreso una cosa….il Messina non ha fatto il ritiro? cioè voglio dire non è partito sabato per Catanzaro? perchè il mister parla di sei ore in mezzo alla strada con un toast? da quello che sento e leggo mi pare di comprendere che il Messina sia partito la domenica mattina per Catanzaro e non lo trovo, perdonatemi, logico perchè comunque il ritiro va fatto, o a Messina o a Catanzaro comunque la spesa la affronti; almeno previeni eventuali emergenze…..

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007