Quando l'inciviltà regna sovrana e le strade diventano discariche - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Quando l’inciviltà regna sovrana e le strade diventano discariche

Francesca Stornante

Quando l’inciviltà regna sovrana e le strade diventano discariche

martedì 22 Agosto 2017 - 10:41
Quando l’inciviltà regna sovrana e le strade diventano discariche

Ogni notte Messinambiente si trova a dover combattere anche contro l'inciviltà di chi continua a usare i cassonetti come vere e proprie discariche. Su strade e marciapiedi si trova di tutto: materassi, elettrodomestici, divani e salotti.

Il servizio spesso è carente. Anzi quasi mai risponde alle esigenze di una città grande e con un territorio particolare. Le emergenze sono sempre dietro l’angolo e la pazienza dei messinesi è ormai forgiata a sopportare anche situazioni di sporcizia oltre i limiti consentiti. Tra le croniche difficoltà di Messinambiente e i problemi che ciclicamente si ripetono c’è una costante che è sempre uguale: l’inciviltà. Perché anche quando la raccolta rifiuti procede senza particolari disagi, Messinambiente si trova a dover fare i conti con le cataste che ogni sera si trovano fuori dai cassonetti. Vere e proprie mini discariche che la gente non si preoccupa di creare sul ciglio della strada e sui marciapiedi. Le immagini parlano chiaro: sono state scattate proprio dagli uomini di Messinambiente e la gallery della vergogna è stata creata dal liquidatore Giovanni Calabrò per far vedere a tutti cosa si trova ogni sera attorno ai cassonetti. Lo spettacolo è veramente indecoroso: vecchi elettrodomestici, frigoriferi, poltrone, divani, assi di legno, pezzi di arredamento che non servono più, materassi. Montagne di ingombranti che non dovrebbero finire nei cassonetti perché esiste un servizio dedicato che Messinambiente offre ai cittadini direttamente a domicilio, chiamando il numero verde e prenotando giornata e orario per consegnare i rifiuti. Invece a quanto pare è più comodo abbandonarli per strada. Rallentando il lavoro di Messinambiente, facendo aumentare i costi e deturpando il volto della città.

LE FOTO

Francesca Stornante

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Impossibile sanzionare una città intera. Non c’è luce all’orizzonte.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007