Bilancio 2017. Tutti i numeri della crisi Atm - Tempo Stretto

Bilancio 2017. Tutti i numeri della crisi Atm

Danila La Torre

Bilancio 2017. Tutti i numeri della crisi Atm

giovedì 10 Gennaio 2019 - 10:03
conti in rosso
Bilancio 2017. Tutti i  numeri della crisi Atm

«Il Bilancio Consuntivo predisposto dall'Organo Amministrativo è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione; esso pertanto fornisce una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria dell'Azienda Trasporti Messina al 31/12/2017, del risultato economico e dei flussi di cassa, per cui non sussistono motivi che ne possano impedire l'approvazione. Per quanto sopra il Collegio dei Revisori esprime il proprio parere tecnico contabile favorevole al Bilancio d'esercizio chiuso al 31 dicembre 2017, così come redatto dagli organi competenti». I revisori Felice Genovese, Consuelo Maisano e Pietro Picciolo danno parere positivo al bilancio 2017 dell’Atm, ma i numeri cristallizzati nel documento contabile ed analizzati dall’organo tecnico testimoniano in maniera inequivocabile che l’Atm è un’azienda decotta, che ha continuato a produrre debiti su debiti.

In merito ai cediti , i revisori spiegano che si registra un sostanziale equilibrio rispetto all'esercizio 2016, ma esortano l'organo amministrativo a monitorare l'esigibilità e le scadenze degli stessi e ad intraprendere «le già più volte sollecitate azioni di recupero al fine di non appesantire ulteriormente la situazione finanziaria dell'Azienda Trasporti Messina».

Quanto ai debiti, il Collegio torna esprimere forte preoccupazione per l'aumento dei debiti tributari e previdenziali «in quanto si incrementa anno dopo anno».

Nella relazione allegata al bilancio 2017 , i Revisori denunciano che «gli Amministratori pro tempore dell'Azienda Trasporti Messina non hanno minimamente tenuto conto degli innumerevoli ammonimenti e rilievi posti loro dal Collegio dei Revisori aggravando ulteriormente l'esposizione debitoria verso l'Erario e gli Enti Previdenziali con una condotta penalmente rilevante (mancato versamento dei contributi previdenziali e superamento della soglia dei 150.000 euro per le ritenute operate)».

ECCO I DATI PIU’ SIGNIFICATIVI DEL BILANCIO 2017

In merito alle voci del Conto Economico i revisori rilevano che:

– i Ricavi strettamente connessi all'attività aziendale pari ad € 24.606.812 sono costituiti da vendite e Prestazioni (Tpl e sosta) per € 5.676.994, da corrispettivi dal Comune di Messina per € 12.980.000, da Corrispettivi per multe Ztl per € 273.537, da Corrispettivi da Regione per bus per € 4.455.166 e da Corrispettivi da Regione per il tram per€ 1.221.115.

– gli "Altri ricavi e proventi" riportano un saldo pari ad € 14.387.290 le cui voci più rilevanti sono rappresentate da: sopravvenienze attive non tassabili (rottamazione) 10.091.991; sopravvenienze ordinarie attive 1.111.730 ; contributi dello stato c/esercizio 2.629.274; rivalsa manutenzione straordinaria tram 406.876

Le "Spese per il personale" riportano un saldo al 31.12.2017 di € 20.240.854 con un incidenza del 52% circa sui Valore della produzione.

– La voce "Sopravvenienze passive" il cui saldo al 31/12/2017 è pari ad € 2.766.100 sono costituite da sopravvenienze passive ordinarie deducibili per € 655.182 e da sopravvenienze passive indeducibili per €2.110.918.

– La voce "Oneri Finanziari", il cui saldo al 31.12.2017 è pari ad € 6.026.619 è composta per€ 174.351 da interessi passivi verso Istituti di Credito, per € 21.470 da interessi passivi verso fornitori, per € 5.757.281 da interessi passivi relativi alle rateizzazioni in corso con la Serit e l'Agenzia delle Entrate e per€ 73.517 da interessi passivi per Leasing e altri finanziamenti.

"Crediti v/clienti" entro i dodici mesi ammontano ad € 3.229.745, al netto del fondo rischi ammontante ad € 58.575. di cui gli importi più rilevanti sono relativi a: Istituto Servizi Sociali del Comune di Messina per € 526.427; Università degli Studi di Messina per € 331.788; PubliOne per € 58.800; Piesse Pubblicità per € 40.875; Crediti v/altri clienti per € 174.114. Tale voce comprende anche i "Crediti v/clienti per fatture da emettere" che ammontano ad € 2.156.316 di cui gli importi più rilevanti sono relativi a Crediti v/Comune di Messina per fatture da emettere per € 2.093.993, nello specifico:

– I "Crediti v/controllanti entro 12 mesi" pari ad € 3.541.449 rappresentano il credito vantato nei confronti del Comune di Messina per multe ztl

– I "Crediti v/altri" ammontano ad € 25.132.068 di cui entro i 12 mesi € 18.651.718 ed oltre i 12 mesi€ 6.480.350. Spiccano quelli con la Regione per 15% a garanzia causa legale, 2.848.117 ; con la Regione per contributi km bus , 4.933.034; con la Regione per Stato, 12.440.084

I Crediti tributari" entro i dodici mesi ammontano ad € 3.045.412 e sono costituiti da: Erario c/Iva per € 1.975.303; Crediti v/Riscossione Sicilia Spa per € 876.408; Erario c/imposta sostitutiva rivalutazione T.f.r. per€ 192.461; Erario c/iva in sospensione per € 1.240,00;

-I "Ratei ed i Risconti attivi" ammontano complessivamente ad € 7.473 per l'anno 2017

– I "Debiti Tributari" al 31.12.2017 ammontano ad € 12.677.064;

I "Debiti verso gli Istituti di Previdenza" ammontano al 31.12.2017 ad € 22.342.227;

– I "Debiti verso la Riscossione Sicilia S.p.a." al 31.12.2017 ammontano ad € 7.276.182;

– I"Debiti per Tari e Tarsu" ammontano al 31.12.2017 complessivamente ad € 570.066.

I "Debiti verso la Riscossione Sicilia S.p.a." tengono conto delle avvenute rottamazioni

i "Debiti v/Fornitori" che al 31.12.2017 ammontano ad € 16.407.807 di cui 15.826.017 relativi al conto "Debiti verso Fornitori", € 581.791 al conto "Fatture da Ricevere"; relativamente a tale voce si registra un incremento di circa il 5% rispetto all'esercizio precedente. Tra le voci più rilevanti al 31.12.2017 risultano essere le seguenti: ENEL ENERGIA SPA 3.690.278.11; ESPERIA SRL 2.014.011, 36; Q8 QUASER SRL 1.115.205, 17. Risultano anche debiti con la GTT GRUPPO TORINESE TRASPORTI S.p.A. per quasi 290mila euro e con la TEMPORARY S.P.A. per circa 285 mila euro e la TELECOM ITALIA Spa per oltre 152mila euro.

– I "Debiti verso Imprese Sottoposte al Controllo delle Controllanti" sono relativi all'Azienda Meridionale Acque Messina per l'importo di € l.087.756 con un incremento del 53% rispetto all'esercizio precedente.

– i "Debiti verso altri finanziatori" oltre i 12 mesi il cui saldo ammonta ad € 444.135 rappresentano il debito contratto per il Progetto SET, finanziato dal Ministero dell'Università e della Ricerca, che doveva essere utilizzato per l'acquisizione di nuovi strumenti per monitorare le domande di mobilità urbana, la gestione della flotta aziendale e l'informazione collettiva all'utenza. Ad oggi il progetto non è stato ancora portato a compimento.

i "Debiti v/Banche" al 31.12.2017, ammontano ad € 4.888.829; si rileva inoltre il permanere di una esposizione debitoria nei confronti del Cassiere Aziendale BNL, seppur ridotta rispetto agli esercizi precedenti. Tale carenza di liquidità, motivata nella relazione dai cronici ritardi con i quali la Regione Siciliana trasferisce le risorse a vario titolo dovute ad ATM, ha generato per il 2017 maggiori oneri finanziari accessori, causati dal ritardo con il quale l'azienda, di contro, provvede ad evadere le proprie obbligazioni.

-I "Debiti v/Altri" al 31.12.2017 ammontano ad € 9.843.500 . Tra questi ad esempio : € 7.276.182 a debiti verso la Serit per rateizzazioni 2009 -2013-2014-2015-2016- 2017 in corso; € 658.296 a debiti per ratei 14° mens.; € 570.066 a debiti Tari e Tarsu dei quali si è già data evidenza nel paragrafo relativo ai debiti tributari;

I "Risconti Passivi e Ratei Passivi" al 31.12.2017 ammontano ad € 432.670

Danila La Torre

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007