Controesodo, M5s: «Messina nel caos, ma per la Giunta la colpa è sempre degli altri» - Tempostretto

Controesodo, M5s: «Messina nel caos, ma per la Giunta la colpa è sempre degli altri»

Redazione

Controesodo, M5s: «Messina nel caos, ma per la Giunta la colpa è sempre degli altri»

sabato 22 Agosto 2020 - 08:00

Anche i consiglieri comunali puntano il dito contro l’Amministrazione: «I provvedimenti adottati sono risultati assolutamente inefficaci»

«Una città letteralmente paralizzata da due giorni, con migliaia di messinesi e turisti bloccati nel traffico e ore e ore di fila per recarsi al lavoro o rientrare a casa». Parole dei consiglieri comunali del M5s, che commentano le conseguenze del controesodo in centro e nella zona nord di Messina, dalla litoranea alla circonvallazione, con l’aggravante dei lavori in corso allo svincolo di Giostra, “che esasperano ulteriormente una situazione già nota e insostenibile”.

I consiglieri comunali puntano il dito contro l’Amministrazione e giudicano inefficaci i provvedimenti adottati, come dimostrano in modo inequivocabile i fatti. Ma anche stavolta la colpa, per la Giunta, è sempre di qualcun altro. Come scrivono nella piccata risposta alle critiche mosse ieri mattina dalla Uiltrasporti sulla inefficace gestione del controesodo.

«In mancanza di chiarimenti da parte del sindaco -dicono i consiglieri-, che in occasione del recente rimpasto di Giunta ha riservato per sé la delega alla Polizia Municipale, apprendiamo da una nota del vicesindaco Carlotta Previti e degli assessori Dafne Musolino e Salvatore Mondello che i disagi sarebbero da imputare ai cantieri sulle autostrade, “all’impossibilità di individuare con precisione i giorni da bollino rosso” e addirittura all’utilizzo dei navigatori satellitari da parte degli automobilisti. Apprendiamo inoltre che solo in data odierna sarebbe stata inoltrata una richiesta al Cas per la riapertura immediata ed urgente dello svincolo di Giostra il 23 agosto.

Come al solito, quindi, le colpe sono da imputare a qualcun altro. La verità è che i provvedimenti adottati dall’Amministrazione sono risultati assolutamente inefficaci, come dimostrano in modo inequivocabile i fatti, con le strade della città in balìa del caos. Invece di attaccare a testa bassa e di reagire in maniera scomposta alle critiche, basterebbe assumersi le proprie responsabilità e rendere conto del proprio operato alla cittadinanza. Il resto sono solo chiacchiere. D’innanzi a una situazione di questo tipo, con tutti i disagi patiti non solo dai turisti, ma anche da tantissimi messinesi bloccati sotto il sole nelle ore di punta, bisognerebbe avere almeno la dignità di stare zitti».

Articoli correlati

Tag:

4 commenti

  1. Mi domando….I nostri politici viaggiano…algeciras collega la spagna all’africa….andate a vedere come sono organizzati…..qui solo politica del dire…il fare chissà chi lo farà..

    1
    1
  2. I messinesi si beano ascoltando la zampogna…e i pifferai bollinati

    7
    0
  3. La dignità di stare zitti dovrebbero averla anche quelli che stanno al governo che invece di giocare il ponte si ,il ponte no, il tunnel si, il tunnel no, o tutto dopo le infrastrutture , fanno arricchire solo i privati lasciando a noi i disagi.

    2
    4
  4. C’erano una volte le navi della Caronte e quelle delle ferrovia dello stato! DOVE SONO FINITE LE NAVI DELLO STATO OGGI?

    5
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007