Acquistato il secondo eye scout. Rileva anche la mancanza di revisione e assicurazione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Acquistato il secondo eye scout. Rileva anche la mancanza di revisione e assicurazione

Acquistato il secondo eye scout. Rileva anche la mancanza di revisione e assicurazione

venerdì 26 Giugno 2015 - 09:31

Con quello attuale, nel primo semestre dell’anno, sono state rilevate circa 12mila infrazioni al Codice della strada, per diverse modalità di soste irregolare. Con il nuovo, verifiche elettroniche anche sui tir e sui tempi di riposo dei conducenti

Una spesa di 26mila 440 euro che, nei programmi, dovrebbe presto e facilmente rientrare con gli “interessi”. Ieri il Comando della Polizia Municipale, così come richiesto dal sindaco Accorinti e dall’assessore Cacciola, ha firmato la determina di acquisto del secondo “eye scout”, il sistema di rilevazione delle soste irregolari.

Con quello attuale, nel primo semestre dell’anno, sono state rilevate circa 12mila infrazioni al Codice della strada, per diverse modalità di soste irregolare.

E stavolta i controlli non riguarderanno solo la sosta. “Il sistema – ha spiegato il comandante Calogero Ferlisi – è più evoluto rispetto al precedente perché possiede delle speciali funzioni per la lettura automatica delle targhe, che consentono alla pattuglia, in modalità statica o dinamica, di svolgere un controllo automatico collegandosi al portale della Motorizzazione Civile, e così, di accertare praticamente in tempo reale se il veicolo è coperto di assicurazione Rca e se è in regola con le norme inerenti la revisione”.

Verifiche elettroniche anche sui tir: “Il nuovo eye scout – ha concluso Ferlisi – possiede anche la funzione di controllo dei mezzi pesanti e dei loro conducenti. Infatti, mediante la ricezione dei dati del crono tachigrafo, si potrà effettuare la verifica dei tempi di riposo dei conducenti. Il controllo, quindi, interesserà tutti i veicoli in transito nel posto di controllo permettendo di aumentare considerevolmente il numero delle verifiche”.

Tag:

32 commenti

  1. Spendete i soldi per cose serie ,in un momento di grande crisi per la città e per le famiglie.
    Vorrei conoscere personalmente questo grande scienziato che ha deciso di comprare questo articolo.
    Non era meglio che davi alle famiglie bisognose un buono da 100€ per farsi la spesa ?
    In grande crisi chi vuoi che ti paghi le multe se non hanno più nulla .

    0
    0
  2. Spendete i soldi per cose serie ,in un momento di grande crisi per la città e per le famiglie.
    Vorrei conoscere personalmente questo grande scienziato che ha deciso di comprare questo articolo.
    Non era meglio che davi alle famiglie bisognose un buono da 100€ per farsi la spesa ?
    In grande crisi chi vuoi che ti paghi le multe se non hanno più nulla .

    0
    0
  3. Antonio551 ma che vai farneticando?
    IO faccio la revisione, IO pago l’assicurazione, non capisco il motivo per cui non debbano essere multate le persone che commettono un reato.

    Vorrei vederti se qualcuno, privo di assicurazione, ti distruggesse la macchina o ancor peggio se ti lasciasse ferito… forse cambieresti idea.

    La legalità va messa al I° posto su tutto!!! Spero che passino a setaccio tutti i mezzi che circolano in città!!!

    p.s.
    Tu la paghi l’assicurazione? E perchè non DEVONO farlo anche gli altri?

    0
    0
  4. Antonio551 ma che vai farneticando?
    IO faccio la revisione, IO pago l’assicurazione, non capisco il motivo per cui non debbano essere multate le persone che commettono un reato.

    Vorrei vederti se qualcuno, privo di assicurazione, ti distruggesse la macchina o ancor peggio se ti lasciasse ferito… forse cambieresti idea.

    La legalità va messa al I° posto su tutto!!! Spero che passino a setaccio tutti i mezzi che circolano in città!!!

    p.s.
    Tu la paghi l’assicurazione? E perchè non DEVONO farlo anche gli altri?

    0
    0
  5. Non è il momento di fare certe spese. Tu paghi se tutto in regola non è merito tuo e della tua fortuna.Chissà se un giorno non potrai avere un soldo in tasca ,lì è il momento di essere precisi in tutto .Sant’Agostino disse: facile parlare con i soldi in tasca.
    Sinceramente non sei un uomo preciso ma un uomo fortunati fin’ora chissà domani ???

    0
    0
  6. Non è il momento di fare certe spese. Tu paghi se tutto in regola non è merito tuo e della tua fortuna.Chissà se un giorno non potrai avere un soldo in tasca ,lì è il momento di essere precisi in tutto .Sant’Agostino disse: facile parlare con i soldi in tasca.
    Sinceramente non sei un uomo preciso ma un uomo fortunati fin’ora chissà domani ???

    0
    0
  7. Non la pago, perchè cammino a piedi.Ho giurato a me stesso se avessero aumentano le tasse sull’automobile(bollo,assicurazione e benzina ) camminavo a piedi.

    0
    0
  8. Non la pago, perchè cammino a piedi.Ho giurato a me stesso se avessero aumentano le tasse sull’automobile(bollo,assicurazione e benzina ) camminavo a piedi.

    0
    0
  9. Vogliono fare soldi sulle spalle dei cittadini.Perché non vanno in via Palermo dove c’ è una giungla, lì hanno paura.Vogliono stare comodi sulla macchinae fare soldi . Sono dei mantenuti stipendiati sulle nostre spalle.

    0
    0
  10. Vogliono fare soldi sulle spalle dei cittadini.Perché non vanno in via Palermo dove c’ è una giungla, lì hanno paura.Vogliono stare comodi sulla macchinae fare soldi . Sono dei mantenuti stipendiati sulle nostre spalle.

    0
    0
  11. Non posso che dispacermi se sei costretto a camminare a piedi per questioni economiche; io appartengo al ceto medio-basso (con tanto di fido utilizzato in banca), non sono ricco e purtroppo sono costretto ad avere l’auto per andare a lavoro e mantenere la famiglia… mi fa atterrire l’idea di avere un incidente e beccare il “furbo” di turno che gira in auto senza assicurazione, non riuscirei a ripagarmene una di tasca mia (se non si ha l’assicurazione si gira a piedi se si ha un po’ di coscienza).
    Mi ritengo fortunato ad avere un lavoro, se un giorno la fortuna mi abbandonerà, amen, posteggerò la macchina ma, sicuramente, non inizierò a non rispettare le leggi.
    Ti auguro ogni bene e che la fortuna inizi a girare anche per te!
    Massimo.

    0
    0
  12. Non posso che dispacermi se sei costretto a camminare a piedi per questioni economiche; io appartengo al ceto medio-basso (con tanto di fido utilizzato in banca), non sono ricco e purtroppo sono costretto ad avere l’auto per andare a lavoro e mantenere la famiglia… mi fa atterrire l’idea di avere un incidente e beccare il “furbo” di turno che gira in auto senza assicurazione, non riuscirei a ripagarmene una di tasca mia (se non si ha l’assicurazione si gira a piedi se si ha un po’ di coscienza).
    Mi ritengo fortunato ad avere un lavoro, se un giorno la fortuna mi abbandonerà, amen, posteggerò la macchina ma, sicuramente, non inizierò a non rispettare le leggi.
    Ti auguro ogni bene e che la fortuna inizi a girare anche per te!
    Massimo.

    0
    0
  13. No hanno più nulla tranne la benzina direi.

    0
    0
  14. No hanno più nulla tranne la benzina direi.

    0
    0
  15. E adesso sono XXXXX vostri !!! ahahahah !!!

    0
    0
  16. E adesso sono XXXXX vostri !!! ahahahah !!!

    0
    0
  17. Più che tasse, gabelle, multe e autovelox nascosti dietro l’auto di servizio (palesemente illegale, ma se ne fregano), accorinti e quel xxxxxxxxxxxx di cacciola non hanno saputo fare. Il piagnisteo del “bilancio in rosso” è servito a ripianare il rosso a lacrime e sangue. Nel frattempo chi deve incamerare incamera, e bei soldini (la farneticante promessa del “il mio stipendio lo do in beneficienza” si è rivelata puntualmente una fesseria), e fra una supercazzola e l’altra il furbetto si fa il selfie a taormina con gigi d’alessio o l’intervista da fashion blogger su la7. Inutile chiedere di vergognarsi, più che giramenti di frittata e atteggiamenti da bulletto da questa gente (e da chi li vota) non si potrà mai ottenere.

    0
    0
  18. Più che tasse, gabelle, multe e autovelox nascosti dietro l’auto di servizio (palesemente illegale, ma se ne fregano), accorinti e quel xxxxxxxxxxxx di cacciola non hanno saputo fare. Il piagnisteo del “bilancio in rosso” è servito a ripianare il rosso a lacrime e sangue. Nel frattempo chi deve incamerare incamera, e bei soldini (la farneticante promessa del “il mio stipendio lo do in beneficienza” si è rivelata puntualmente una fesseria), e fra una supercazzola e l’altra il furbetto si fa il selfie a taormina con gigi d’alessio o l’intervista da fashion blogger su la7. Inutile chiedere di vergognarsi, più che giramenti di frittata e atteggiamenti da bulletto da questa gente (e da chi li vota) non si potrà mai ottenere.

    0
    0
  19. unmessinesequalunque 26 Giugno 2015 19:57

    Ma che discorsi sono… Qui si tratta di far rispettare le regole, regole che vanno a tutelare la collettività in generale da chi usa l auto impropriamente e senza essere in regola e in un secondo luogo regole che permettono di portare un pó di ordine in una città popolata dal caos e dalla sosta selvaggia…

    0
    0
  20. unmessinesequalunque 26 Giugno 2015 19:57

    Ma che discorsi sono… Qui si tratta di far rispettare le regole, regole che vanno a tutelare la collettività in generale da chi usa l auto impropriamente e senza essere in regola e in un secondo luogo regole che permettono di portare un pó di ordine in una città popolata dal caos e dalla sosta selvaggia…

    0
    0
  21. antonio55 non vede le cose ben chiare,primo,se si è senza assicurazione o sei a piedi o in macchina non ti paga nessuno,secondo,hai una multa da pagare in tribunale,non dai vigili,in più hai il sequestro del libretto e per riaverlo gli devi portare l’assicurazione,in più se non hai la revisione mi sa che ti giochi la macchina

    0
    0
  22. antonio55 non vede le cose ben chiare,primo,se si è senza assicurazione o sei a piedi o in macchina non ti paga nessuno,secondo,hai una multa da pagare in tribunale,non dai vigili,in più hai il sequestro del libretto e per riaverlo gli devi portare l’assicurazione,in più se non hai la revisione mi sa che ti giochi la macchina

    0
    0
  23. fare soldi sulle spalle dei cittadini?ci sarebbe da ritirare patenti ed auto all’80 per cento di quelli che si mettono alla guida,e il 100 per 100 delle donne.Le donne prima prendono il cellulare,poi mettono in moto l’auto,perchè vogliono la compagnia del telefono mentre guidano,per non parlare dei scooteristi con il cellulare infilato nel casco e parlano,parlano,sempre che il casco lo indossino,se no in mano a mandare messaggi,perciò dovrebbero ritirare patenti,auto,scooter,forse il MESSINESE imparerà qualcosa.

    0
    0
  24. fare soldi sulle spalle dei cittadini?ci sarebbe da ritirare patenti ed auto all’80 per cento di quelli che si mettono alla guida,e il 100 per 100 delle donne.Le donne prima prendono il cellulare,poi mettono in moto l’auto,perchè vogliono la compagnia del telefono mentre guidano,per non parlare dei scooteristi con il cellulare infilato nel casco e parlano,parlano,sempre che il casco lo indossino,se no in mano a mandare messaggi,perciò dovrebbero ritirare patenti,auto,scooter,forse il MESSINESE imparerà qualcosa.

    0
    0
  25. Se non ricordo male il primo Eye Scout doveva eliminare l’odiosissimo fenomeno della sosta selvaggia, ma mi sembra che non sia cambiato nulla girando per le strade di Messina. Adesso acquistano il secondo, che mi auguro possa davvero avere un’utilità chiara. Di fatto sul Viale la musica non è cambiata, così come nelle principali arterie cittadine (Corso Cavour è un disastro totale): la lobby dei negozianti vincerà ancora, fidatevi… Guai a chi gli tocca il cliente in perenne doppia fila!
    @miri: concordo solo sul fatto che una bella fetta di patenti andrebbe ritirata, la gente non ha idea di come si guidi un’auto e non rispetta quasi nessuna regola… Il tuo discorso sulle donne al volante, però, mi sembra solo inutilmente sessista…

    0
    0
  26. Se non ricordo male il primo Eye Scout doveva eliminare l’odiosissimo fenomeno della sosta selvaggia, ma mi sembra che non sia cambiato nulla girando per le strade di Messina. Adesso acquistano il secondo, che mi auguro possa davvero avere un’utilità chiara. Di fatto sul Viale la musica non è cambiata, così come nelle principali arterie cittadine (Corso Cavour è un disastro totale): la lobby dei negozianti vincerà ancora, fidatevi… Guai a chi gli tocca il cliente in perenne doppia fila!
    @miri: concordo solo sul fatto che una bella fetta di patenti andrebbe ritirata, la gente non ha idea di come si guidi un’auto e non rispetta quasi nessuna regola… Il tuo discorso sulle donne al volante, però, mi sembra solo inutilmente sessista…

    0
    0
  27. Ho venduto la mia macchina e motorino non voglio più sapere nulla di assicurazione, bollo, benzina ed eventuale multe.
    Troppe tasse sull’automobile .

    0
    0
  28. Ho venduto la mia macchina e motorino non voglio più sapere nulla di assicurazione, bollo, benzina ed eventuale multe.
    Troppe tasse sull’automobile .

    0
    0
  29. A prescindere le convergenze di idee ,ti auguro buona fortuna ed ogni bene anche a te.
    Cammino a piedi per mia scelta facendo una cortesia alla mia tasca e alla mia salute.

    0
    0
  30. A prescindere le convergenze di idee ,ti auguro buona fortuna ed ogni bene anche a te.
    Cammino a piedi per mia scelta facendo una cortesia alla mia tasca e alla mia salute.

    0
    0
  31. chi rispetta i limiti di velocità non ha paura degli autovelox. Ma per i pusillanimi messinesi le priorità sono poter violare le regole indisturabati

    0
    0
  32. chi rispetta i limiti di velocità non ha paura degli autovelox. Ma per i pusillanimi messinesi le priorità sono poter violare le regole indisturabati

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x