Coronavirus... e intanto la nave delle 18 da Villa era pienissima VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus… e intanto la nave delle 18 da Villa era pienissima VIDEO

Redazione

Coronavirus… e intanto la nave delle 18 da Villa era pienissima VIDEO

mercoledì 25 Marzo 2020 - 19:15

Coronavirus- anche oggi file di auto e passeggeri hanno affollato la nave per Messina. Due pullman hanno lasciato decine di persone a Villa per farli traghettare....

Mentre a Reggio Calabria il sindaco dice no alla quarantena di siciliani negli hotel del suo comune, mentre a Messina i rom all’Hotel Europa protestano, mentre continuano le polemiche sui rientri, la nave che sbarca alle 18.30 alla Rada San Francesco anche oggi era PIENISSIMA. E non di pendolari

Pedoni e auto (tutti pendolari?..)

Secondo quanto raccontano alcuni testimoni infatti, due pullman, come documentato con foto e video a Tempostretto da lettori, hanno fatto scendere a Villa San Giovanni decine e decine di viaggiatori, che hanno atteso l’arrivo della nave della Caronte. Allo stesso modo anche oggi si è formata una lunga fila di auto che hanno atteso per l’imbarco. Continua quindi l’esodo verso la Sicilia. Fondamentali sono adesso i controlli su TUTTA LA FILIERA, non solo per quanto riguarda l’autocertificazione ma anche per IL MONITORAGGIO DELL’EFFETTIVA QUARANTENA NEI LUOGHI DI DESTINAZIONE. E’ evidente che i controlli a monte non sono stati fatti. Nel frattempo anche l’unico Intercity rimasto attivo (quello di giorno), conclude la sua corsa a Villa San Giovanni e non sbarca più in Sicilia.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

7 commenti

  1. Sante Musmeci 25 Marzo 2020 20:37

    No comment.

    0
    0
  2. Gentilissimi giornalisti di Tempostretto, mostrate queste immagini e il Vostro pensiero a certa parte di politica, come ai cinquestelle e al pd? Alla gente che nega l’evidenza di un’invasione che ci porterà alla fine. Non è razzismo interno, queste persone hanno già fatto esami e quarantene? Le faranno davvero in Sicilia?
    Abbiamo già troppi contagi di rientro figli di comportamenti irresponsabili, adesso basta, a Milano hanno più terapie intensive di tutta la Sicilia, la Calabria e la Campania messe insieme. Se non ci si ferma, sarà un massacro per tutti.

    13
    4
    1. Il primo esodo fu causato dalla fuga di notizie sul decreto. Le anticipazioni del decreto furono passate alla CNN dalla regione Lombardia (Fontana -Lega). Ovvio che volessero liberarsi di più gente possibile. Sempre Fontana ha atteso il più possibile prima di limitare qualunque spostamento in Lombardia, dopo di che ha chiuso qualunque struttura recettiva e mandato tutti a casa consapevole che chi non sarebbe potuto restare sarebbe inevitabilmente tornato a casa. Se poi milano ha più terapie intensive di tre regioni del sud, forse sarebbe il caso di prendersela con la nostra politica regionale che come di consueto incolpa tutti e non vuole sentirne di fare il proprio dovere. In questo momento sono in troppi a giocare sporco.

      1
      0
  3. Vergogna…. Tutti quelli che pensano di essere furbi, siete solo degli xxxxxxx, egoisti e xxxxxxxxxx! Non amate voi, le vostre famiglie, tanto meno la nostra terra. Vergognatevi

    1
    0
  4. Bisogna fermare le navi arrivati.a questo punto. Questa e gente che non glie ne frega niente di noi. Detto in dialett aunni si ficiru l estati si fannu magari unvennu.pendolari a piedi con mezzi veloci.

    0
    0
  5. Ma non eravamo i terroni da evitare ? quelli ai quali non dare confidenza? Quelli da non salutare altrimenti si diventava amici dei terroni? Adesso siano quelli ai quali chieder aiuto
    ed il permesso per confondersi coi terroni per rimanere vivi. Non vorrei che questo assalto ed esodo di massa fosse congegnato per distruggere la razza terrona portandoci il virus sotto casa.

    0
    0
  6. Roberto De Pasquale 26 Marzo 2020 11:00

    Chi, responsabilemente, non è rientrato, come mio figlio che è a Torino senza lavoro si chiede: ma allora facevo meglio a partire in macchina da solo, senza dare fastidio a nessuno, che tanto poi qualche soluzione si trova?
    Vediamo di pensare a tutti i ragazzi messinesi che devono rientrare perchè prima o poi succede qualcosa di spiacevole

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007