Coronavirus Messina: le proposte di Sicilia Futura per l'emergenza e la crisi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus Messina: le proposte di Sicilia Futura per l’emergenza e la crisi

Redazione

Coronavirus Messina: le proposte di Sicilia Futura per l’emergenza e la crisi

sabato 28 Marzo 2020 - 10:51
Coronavirus Messina: le proposte di Sicilia Futura per l’emergenza e la crisi

Usare i risparmi del Comune per potenziare i servizi, aiutare le famiglie e sospendere i tributi

Il gruppo Picciolo presenta una mozione che prevede che tutte le economie che il Comune riuscirà a realizzare in questo periodo, possono essere utilizzate per sostenere i messinesi in questo periodo terribile e per rilanciare l’economia quando cesserà l’emergenza.

Sicilia Futura: usare le economie

La mozione, che sarà presentata da Sicilia Futura in sede di conferenza di capigruppo, prevede che le economie provenienti da poste di bilancio già deliberate tipo sospensione ed allungamento dei termini di ammortamento dei mutui, unitamente ai risparmi derivanti dal fermo dell’attività amministrativa (Giunta, Consiglio, Commissione), integrate da altre risorse che si possono reperire nel bilancio 2020, potrebbero essere utilizzate per dare ristoro ai cittadini e fare ripartire l’economia del territorio.

Potenziare i servizi


Con queste risorse – sostengono i consiglieri di Sicilia Futura – si dovrà contribuire al potenziamento dei nostri servizi sanitari, acquistando presidi medici o reperendo locali idonei per l’allestimento di spazi necessari per il ricovero dei malati o per la quarantena.
Si dovrà realizzare celermente l’infrastruttura digitale per l’attivazione della freewifizone con le modalità e nei termini suggeriti, dal nostro capogruppo in collaborazione con il consigliere comunale Schepis, al fine di dare la possibilità a tutti gli studenti messinesi di partecipare da casa alla didattica a distanza.

Aiuti alle famiglie


“Inoltre  si potranno distribuire attraverso la Messina Social City – ha precisato Daria Rotolo – tutti i viveri e quant’altro necessario alle famiglie che si trovano in difficoltà perché un reddito non l’hanno mai avuto o perché l’hanno perso a causa di questa pandemia. Dal punto di vista degli aiuti ancora pratici si dovrà avviare, con tutte le risorse umane disponibili, una “colletta alimentare” in tutti i punti vendita di generi alimentari, in modo che, grazie alla generosità di chi può, si possa aiutare chi è più in difficoltà”;

Sospendere i tributi locali


Sicilia Futura, con intervento diretto del vicepresidente Nino Interdonato, chiede infine di sospendere fino a data da destinarsi tutti i tributi locali e reintrodurre, anche fuori dai termini di legge previsti. Stessa richiesta per le esenzioni sugli stessi per le famiglie a basso reddito, così come esistenti fino a qualche anno fa ed istituire un fondo di garanzia comunale che possa servire a famiglie ed imprese ad avere liquidità dalle banche, in modo da fronteggiare le conseguenze economiche della pandemia e non  far chiudere tante imprese ed attività che, a motivo del nostro già fragile tessuto economico produttivo, non riaprirebbero mai più i battenti.

La crisi più danni del virus


“Gli scriventi – ha concluso a nome del gruppo Piero La Tona – sono attenti ed aperti a qualunque altra proposta ma ritengono utile offrire questi spunti di riflessione che, a giudizio degli stessi, dovrebbero però essere vagliati ed avviati immediatamente onde evitare il precipitare della crisi socio economiche che potrebbe fare più danni del virus”. 

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Tutte iniziative già messe in atto da diversi comuni siciliani. Per non andare molto lontano possiamo fare l’esempio di Catania, dove realisticamente si rinuncia ad usare i droni (https://www.lasicilia.it/news/covid-19/332747/il-comune-di-catania-rinuncia-a-droni-contro-il-coronavirus-non-abbiamo-vigili.html) per sfruttare le risorse per altri scopi più urgenti, come aiutare le famiglie in difficoltà (https://www.comune.catania.it/informazioni/cstampa/default.aspx?cs=74611 ) con un buono famiglia o addirittura i senzatetto (https://www.lasicilia.it/news/catania/331138/coronavirus-dal-comune-di-catania-acqua-e-pane-ai-senzatetto.html), avendo già attivato il servizio di consegna a domicilio. Ricordo che Catania non è amministrata da una giunta di comunisti mangiabambini. Insomma c’è chi è responsabile e pensa alla sostanza e chi si concentra sui droni ed urla.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007