Coronavirus. A S. Agata e Patti posticipati alcuni pagamenti per aiutare i cittadini - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus. A S. Agata e Patti posticipati alcuni pagamenti per aiutare i cittadini

Salvatore Di Trapani

Coronavirus. A S. Agata e Patti posticipati alcuni pagamenti per aiutare i cittadini

giovedì 12 Marzo 2020 - 15:54

#Coronavirus #CoronavirusMessina #Covid19 #Tari - Sospesi alcuni pagamenti presso il comune di Sant'agata Militello e Patti. Si tratta di misure attivate in risposta alle limitazioni volute per arginare l’emergenza sanitaria legata al Covid-19.

Pagamenti e contributi sospesi fino all’1 giugno, nel comune di Sant’Agata Militello. Si tratta di un’iniziativa voluta dal comune, per venire incontro ai cittadini della città nebroidea e fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria, legata alla diffusione del Covid-19.

Quali sono i pagamenti sospesi

«Il comune di Sant’Agata Militello –spiega il sindaco Bruno Mancuso- al fine di fornire un primo sostegno alla comunità, sospenderà le procedure esecutive relative alle ingiunzioni di pagamento notificate a partire dal mese di dicembre 2019 e per le quali sono già scaduti i termini di legge. La sospensione opererà fino al 1 giugno 2020 sia nei confronti delle famiglie che delle imprese e utenze non domestiche che operano nel nostro comune».

La sospensione riguarda le ingiunzioni notificate per Imu 2012 e 2013, Tares 2013, Cosap 2014, imposta sulla pubblicità 2014, canone acqua 2010 e 2011 e violazioni codice della strada 2014. È stato sospeso fino al 31 maggio 2020, inoltre, il pagamento della prima rata della Tari.

«L’amministrazione comunale, in stretta collaborazione con gli uffici finanziari del comune –ha aggiunto Mancuso- si riserva la possibilità di valutare ulteriori misure di sostegno, in relazione allo sviluppo della situazione su scala nazionale e regionale».

Rinviato il pagamento della Tari anche a Patti

Anche presso il comune di Patti è stato rinviato il pagamento della prima rata della Tari per le utenze non domestiche. Il pagamento sarà differito al 30 aprile 2020. A comunicarlo direttamente il comune, sui propri canali istituzionali.

«Si comunica che, al fine di mitigare le negative ricadute dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 sulle attività economiche cittadine -si legge sui canali social del comune- la scadenza per il pagamento della prima rata della TARI 2020 per le utenze non domestiche, i cui avvisi sono in corso di recapito, sarà differita al 30/4/2020. Ulteriori provvedimenti a sostegno dell’economia locale sono allo studio degli uffici comunali».

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x