Covid, nuova ordinanza di Musumeci. Meno passeggeri sui mezzi pubblici - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid, nuova ordinanza di Musumeci. Meno passeggeri sui mezzi pubblici

Francesca Stornante

Covid, nuova ordinanza di Musumeci. Meno passeggeri sui mezzi pubblici

giovedì 15 Ottobre 2020 - 21:07
Covid, nuova ordinanza di Musumeci. Meno passeggeri sui mezzi pubblici

La Sicilia si adegua alle linee guida nazionali dopo le tantissime lamentele di questi giorni e riduce all'80% la capienza su bus, treni e mezzi di trasporto. Ecco le altre novità

Meno passeggeri su bus, treni e traghetti. La Sicilia si adegua alle linee guida che il Governo aveva fissato nei primi giorni di settembre e riduce il numero delle persone che possono stare a bordo dei mezzi pubblici. In questi ultimi giorni anche a Messina era emerso in modo prepotente il problema dei mezzi sovraffollati, soprattutto nelle ore “calde” di entrata e uscita da scuola.

Così il presidente della Regione Nello Musumeci, nell’ultima nuova ordinanza per l’emergenza Covid, ha fissato il limite di capienza nei mezzi di trasporto all’80% e non più al 100%. Cioè significa che su bus, tram, treni, taxi, navi, aliscafi, funivie si potrà viaggiare rispettando l’80% del limite massimo di posti a sedere e in piedi per cui quel mezzo è omologato. Sui mezzi di trasporto non si deve rispettare il distanziamento sociale di 1 metro. 

Non solo trasporti però. Nella nuova ordinanza il presidente dà il via libera anche ad alcune attività sui cui il Dpcm del presidente Conte non si era espresso. Dunque via libera a sale gioco, sale scommesse, sale bingo, centri benessere, strutture termali, centri culturali, centri sociali, stabilimenti balneari, strutture ricettive e servizi alla persona. Mancano invece i teatri.

Nessuna novità per bar e ristoranti, la Sicilia si adegua alle indicazioni del Dpcm: come nel resto d’Italia orario di chiusura fissato alle 24, niente assembramenti all’esterno, e si potrà servire alcol solo ai tavoli a partire dalle 21.

L’ordinanza per la Sicilia riprende anche le regole nazionali sull’obbligo di indossare all’aperto la mascherina e sulla quarantena che si riduce da 14 a 10 giorni per chi è stato in contatto con i positivi. La norma resterà valida fino al 13 novembre.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007