Un primo piatto appetitoso: il risotto con spinaci e speck - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Un primo piatto appetitoso: il risotto con spinaci e speck

Mimma Aliberti

Un primo piatto appetitoso: il risotto con spinaci e speck

sabato 11 Ottobre 2014 - 05:47
Un primo piatto appetitoso: il risotto con spinaci e speck

Il risotto con spinaci e speck è un piatto molto saporito. Preparare un buon risotto può apparire difficile ma, con pochi accorgimenti, vedrete che otterrete un ottimo risultato!

Il risotto è un classico della cucina italiana, un piatto molto versatile che si può preparare con molteplici ingredienti: verdura, pesce, crostacei, formaggi, l'importante è trovare un buon equilibrio tra i vari ingredienti e cuocere a puntino il riso.

Basta aggiungere il brodo poco alla volta e tostare bene il riso nella prima fase di cottura e il più è fatto.

La mantecatura finale darà al vostro risotto quella consistenza cremosa che fa venire l'acquolina in bocca solo a pensarci…

L'abbinamento spinaci-speck è collaudato e indovinato: provate e vedrete che questo diventerà un piatto di casa!

Volete esagerare? Nella mantecatura unite due cucchiai di stracchino…

Ingredienti (per 4 persone)

350 g riso carnaroli o vialone nano

400 g di spinaci surgelati

mezza cipolla rossa

60 g di burro

150 g di speck tagliato a cubetti piccoli

2 cucchiai di olio extravergine d'oliva

5 cucchiai di parmigiano reggiano

brodo vegetale q.b.

2 cucchiai di stracchino (a piacere)

Preparazione

Lessate gli spinaci surgelati in acqua salata, scolateli e, quando si intiepidiscono strizzateli per bene e tritateli con il coltello.
Tritate finemente la cipolla, mettetela in una pentola ampia e bassa insieme all'olio extravergine d'oliva ed a 20 g di butto, fate rosolare a fuoco dolce, la cipolla deve risultare trasparente e non colorire troppo.

Unite gli spinaci precedentemente lessati e tritati, fateli insaporire, quindi unite il riso e fate tostare per un paio di minuti. Il riso deve risultare traslucido ma non deve prendere colore per nessun motivo. Questa operazione è molto importante per la buona riuscita di qualunque risotto.

A questo punto cominciate ad unire il brodo vegetale poco alla volta, aggiungendo il successivo solo quando il primo è evaporato.

Mettete sul fuoco un padellino con 20 g di burro, fatelo sciogliere e mettete i cubetti di speck. Fateli rosolare fino a quando non risultano dorati.

Quando mancano un paio di minuti alla fine della cottura del risotto unite metà dello speck tenendo da parte il resto.

Portate a cottura, occorreranno circa 16-18 minuti in tutto.

Quando il risotto è cotto, ed ancora un po' morbido di consistenza (il risotto in questo caso si definisce "all'onda"), spegnete il fuoco. Unite il parmigiano, il burro restante e lo stracchino se lo usate. Mantecate mescolando bene e impiattate.

Ponete sopra ogni piatto un poco dello speck tenuto da parte.

Servite ben caldo.

Mimma Aliberti

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007