Erosione della costa fra Timpazzi e Ponte Gallo: Biancuzzo segnala l’emergenza - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Erosione della costa fra Timpazzi e Ponte Gallo: Biancuzzo segnala l’emergenza

Francesca Cali

Erosione della costa fra Timpazzi e Ponte Gallo: Biancuzzo segnala l’emergenza

lunedì 07 Marzo 2016 - 06:53
Erosione della costa fra Timpazzi e Ponte Gallo: Biancuzzo segnala l’emergenza

Il consigliere della VI circoscrizione chiede, inoltre, delucidazioni circa la realizzazione dei diversi progetti di risanamento che interesserebbero il litorale nord. Intanto, si registra una fuoriuscita di liquami che si riversano in mare a Rodia.

Una vera e propria situazione di emergenza, che interessa il litorale che va da Timpazzi a Ponte Gallo, causata dalle mareggiate dei giorni scorsi. Una situazione che il consigliere della VI circoscrizione, Mario Biancuzzo, ha segnalato con una nota inviata all’Assessore Regionale Territorio e Ambiente, al Dirigente ai Lavori Pubblici, al Capo del Genio Civile, al Dirigente della Protezione Civile e al Comandante della Polizia Municipale.

La popolazione dei villaggi che affacciano sul Mar Tirreno ormai è abituata a convivere con la forza possente dei marosi e con il grande rischio idrogeologico delle coste adiacenti alle opere pubbliche e abitazioni private. Come si legge nella nota, i quattro progetti presentati per la difesa dall’erosione costiera, delle aree di Marmora, Puccino, Acqualdrone e Casabianca, sono considerati dal consigliere dei provvedimenti deboli. Infatti, gli interventi sono concentrati in una fascia troppo limitata ed il rischio è che i benefici ottenuti in un’area finiscano con il divenire un danno per un’altra. “Da quando è stata effettuata la protezione della costa nella vicina Villafranca Tirrera- scrive Biancuzzo-si è determinato un notevole aumento dell’erosione costiera, nel tratto che va da Ponte Gallo a Timpazzi, problematiche che potrebbero ulteriormente aggravarsi con la realizzazione della protezione costiera nel tratto Marmora-Acqualadrone i cui progetti sono già in fase avanzata”.

Pertanto l’idea di salvaguardare alcune abitazioni private, realizzando dei pennelli artificiali posizionati ortogonalmente alla costa, finirà con lo spostare il processo di erosione in aree limitrofe, creando un danno alle zone che attualmente sono in buono stato di equilibrio. L’intera costa che va da Ponte Gallo a Timpazzi, rispetto all’anno 2000, presenta un evidente assottigliamento della spiaggia, e si può notare l’assenza di manutenzione della scogliera esistente che risulta ormai discontinua e non funzionante e l’arretramento della battigia.

Il consigliere, inoltre, ricorda che alcuni progetti riguardanti il risanamento della riviera nord sono stati già inseriti nello sblocca Italia finanziati dal Governo nazionale. In particolare, si fa riferimento ai tre milioni e 410 mila euro per l’intervento sul litorale Mezzana – Tono; ai tre milioni e 649 mila euro disposti per il litorale Casabianca-Tono, e ai 350mila euro disposti per la protezione del versante di Acqualadrone. M anche ai progetti pronti per San Saba – Rodia nel tratto tra i torrenti Rodia e Giudeo, per una spesa di sei milioni e mezzo di euro; ai tre milioni e 336 mila euro per San Saba – Capo Rasocolmo.

Biancuzzo ha concluso la sua nota chiedendo delucidazioni circa l’erogazione di un finanziamento per un importo di circa un milione e 350 mila euro, chiesto dal dirigente al dipartimento urbanizzazione primarie e secondarie del Comune di Messina, ma anche sullo stato del progetto di risanamento del tratto costiero di Orto Liuzzo. Oltre all’erosione del tratto costiero fra Timpazzi e Ponte Gallo, Biancuzzo ha richiesto l’intervento immediato dell’Amam per eliminare una fuoriuscita di liquami fognari in contrada Puccino- Rodia. Da giorni, infatti, si registra la fuoriuscita di liquidi puzzolenti che si disperdono in mare inquinandolo. Tale vicenda è già stata segnalata,dallo stesso consigliere, all’Amam. Chiesto, inoltre, l’intervento del Comandante della Capitaneria di Porto, affinché si accertino le responsabilità dell’Amam.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x