La V Circoscrizione: "No all'Imu per gli sgombrati del complesso Casa Nostra" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La V Circoscrizione: “No all’Imu per gli sgombrati del complesso Casa Nostra”

La V Circoscrizione: “No all’Imu per gli sgombrati del complesso Casa Nostra”

sabato 16 Giugno 2012 - 08:14

Il Consiglio, all'unanimità, chiede all'Amministrazione comunale di escludere dal pagamento le famiglie già vessate su altri fronti, che pagano l'Imu anche per le abitazioni in cui risiedono, che risultano essere seconda casa

La situazione è paradossale. I proprietari delle case inagibili del complesso “Casa Nostra” pagano da vent’anni un mutuo per un alloggio che, con ogni probabilità, non abiteranno mai. E adesso, dovrebbero pagare anche l’Imu, l’Imposta Municipale Unica.
Per far fronte a quest’incresciosa vicenda, Il Consiglio della V Circoscrizione ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno inerente la richiesta all’Amministrazione di escludere dal pagamento della prima rata dell’Imu le famiglie “sgombrate” di Casa Nostra e del piano di zona Ritiro – Tremonti.
Nel dover pagare una rata IMU per case inagibili, inoltre, i cittadini che abitano chiaramente in altre case, si trovano costretti a dover pagare una seconda IMU per le abitazioni ove effettivamente risiedono, che risultano essere, però, seconda casa.
Il Consiglio chiede agli assessori Mondello (patrimonio) e Miloro (bilancio) ed ai rispettivi dirigenti di dipartimento, la convocazione di un Tavolo Tecnico, da tenersi in sede della V Circoscrizione, o presso il Comune, al quale si decida di escludere una volta per tutte le abitazioni demolite ed inagibili del piano di zona Ritiro – Tremonti dal pagamento di qualsiasi tributo dovuto sulle abitazioni.
Il danno è fatto da vent’anni. La beffa, almeno quella, la si scongiuri.

Tag:

2 commenti

  1. liliana parisi 16 Giugno 2012 10:30

    Sarebbe un atto di giustizia!

    0
    0
  2. A me sembra un pasticcio degno di una indagine di polizia, quanto meno municipale. Cioè questi abitanti cosa pagavano prima dell’IMU? A me sembra che le abitazioni inagibili siano già esenti da ICI e da IMU. Poi se hanno preso domicilio e residenza nella casa dove abitano, cosa dovuta per legge, essendosi trasferiti ed avendo sicuramente allacciamenti di energia elettrica e di gas, devono pagare l’IMU come prima casa dove abitano se è veramente di loro proprietà. Insomma se io ho due case ed abito in una di queste, io dichiaro qual è la mia abitazione principale ed in seconda battuta rivendico di non pagare ICI e IMU per la casa inagibile, se veramente è stata dichiarta tale. Dopo vent’anni ve ne venite con queste qurestioni! Ma fatemi il piacere!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x