De Luca incassa una seconda condanna per comportamento antisindacale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

De Luca incassa una seconda condanna per comportamento antisindacale

Redazione

De Luca incassa una seconda condanna per comportamento antisindacale

mercoledì 26 Febbraio 2020 - 13:02
De Luca incassa una seconda condanna per comportamento antisindacale

Questa volta la causa era stata fatta dal sindacato Csa che come la Uil ha vinto di fronte al Giudice del Lavoro

Seconda sentenza di condanna per comportamento antisindacale per il Comune di Messina. Dopo quella riguardante un dirigente della Uil, anche il Giudice del Lavoro Graziella Bellino ha giudicato illegittimo il trasferimento di un dirigente sindacale del CSA operato senza il preventivo nulla osta del sindacato, rappresentato dall’avvocato Francesco Amalfa.

Il Comune, difeso dal legale Raffaele Tommasini, oltre alla revoca del provvedimento, adottato a suo tempo dal Segretario Direttore Generale, è stato condannato al pagamento delle spese processuali (2.390,00 euro oltre iva, cpa e spese generali) alle quali vanno aggiunte le somme destinate al patrocinio legale dell’ente.

Una spesa per le casse pubbliche che palazzo Zanca poteva evitare con un po’ di buon senso: il CSA aveva infatti preliminarmente invitato il Direttore Generale al rispetto della normativa (peraltro anche in considerazione delle precarie condizioni di salute della dipendente in questione) vedendosi però costretto ad adire le vie giudiziarie a causa dell’irremovibilità della stessa segretaria Carrubba.

“Quando si è costretti a ricorrere al Tribunale per la difesa di diritti dei dipendenti e del sindacato – commenta il Segretario Provinciale del CSA, Piero Fotia – a rimetterci è comunque tutto il sistema delle relazioni sindacali che, dopo questa sentenza speriamo possa tornare sui binari corretti”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

3 commenti

  1. De luca ha ottimizzato il comune di Messina , poco conto che abbia perso , leggendo la sentenza della uil mi viene da ridere

    4
    9
    1. Come dire “fa’ bene a non rispettare le regole, la legge, le norme”. Proprio quello che lui predica.

      0
      0
    2. de luca crede di essere un dittatore, ma è un xxxxxxx come gli altri.
      Tanto, paga l’amministrazione e non lui, come sarebbe giusto.

      2
      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007