De Luca revoca l'ordinanza. Messina resta zona rossa con le regole di Musumeci e Conte - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

De Luca revoca l’ordinanza. Messina resta zona rossa con le regole di Musumeci e Conte

Rosaria Brancato

De Luca revoca l’ordinanza. Messina resta zona rossa con le regole di Musumeci e Conte

martedì 12 Gennaio 2021 - 21:06
De Luca revoca l’ordinanza. Messina resta zona rossa con le regole di Musumeci e Conte

Restano in vigore le misure valide per tutte le zone rosse così come da Dpcm e ordinanza di Musumeci

Al termine della diretta di oggi pomeriggio il sindaco ha annunciato la revoca dell’ordinanza 5 del 10 gennaio finita al centro di una serie di polemiche. Il provvedimento di revoca è stato firmato pochi minuti fa. Messina resta comunque zona rossa fino al 31 gennaio così come disposto dal governatore Musumeci su richiesta dello stesso De Luca.

Ad essere revocate sono le misure restrittive ipotizzate dal sindaco in un’ordinanza che sin da subito è apparsa con alcune incongruenze da modificare, al punto che lo stesso sindaco le ha chiarite su facebook. Dopo 24 ore di polemiche e mentre era in corso il consiglio comunale convocato in via straordinaria proprio per affrontare questa vicenda, il sindaco ha deciso di firmare la revoca. Non prima però di aver nuovamente attaccato l’Asp per le inefficienze nella gestione ed evidenziato la gravità della situazione epidemiologica. “Se potessi mi sacrificherei io se questo servisse”. Il sindaco spiega d’aver ricevuto minacce (sia nei suoi confronti che nei confronti della sua famiglia) e di aver presentato denuncia in tal senso.

Le restrizioni ulteriori rispetto alla zona rossa sarebbero dovute entrare in vigore il 15 gennaio e avrebbero previsto (al netto di alcune incongruenze ed errori che presentava l’ordinanza) il lockdown totale rispetto anche a quello del marzo 2020 con la chiusura di tutte le attività che secondo il decreto del 3 dicembre 2020 di Conte risultano essenziali e sono inserite nell’allegato 23. Attività che Musumeci non ha sospeso nella sua ordinanza. Proprio le ulteriori restrizioni, nonchè il fatto che le attività chiuse non avrebbero avuto alcun ristoro dal governo nazionale (poichè appunto rientranti nell’allegato 23) ha scatenato le reazioni degli esercenti, delle associazioni di categoria e del consiglio comunale. Il sindaco aveva annunciato che avrebbe garantito l’esenzione dalla tari e dall’Amam, e nuovi bonus. Il M5S e il Pd si sono rivolti alla prefetta mentre numerosi esercenti hanno protestato. De Luca, che ha ricevuto anche commenti pesanti durante la diretta di ieri, ha quindi deciso di revocare l’ordinanza ma anche di chiudere il “gabinetto di guerra” e non fare più dirette. In sostanza ha detto “adesso ve la vedete voi”. Resta quindi in vigore la zona rossa disposta da Musumeci che prevede una serie di restrizioni e di deroghe (parrucchieri e barbieri sono aperti così come le attività dell’allegato 23). Chiusi tutti i negozi di abbigliamento, le gioiellerie e chi non rientra nell’allegato 23. Bar e ristoranti possono fare asporto fino alle 22 e consegne a domicilio.

La diretta è iniziata con il consueto attacco all’Asp che non ha fornito al sindaco il report sull’andamento odierno del covid e mostra i cartelli che avrebbe voluto compilare per aggiornare i dati. Stesso discorso anche per le vaccinazioni. L’allarme del primo cittadino riguarda ancora i posti letto “oggi sono saturi sia a Messina che a Barcellona, ma le risposte sono quelle del gioco delle tre carte”. La frecciata è anche oggi contro il dg dell’Asp Paolo La Paglia: “è ancora lì perché evidentemente c’è un ricatto in corso, altrimenti non si capisce perché non siano stati provvedimenti. Pensate che l’Asp non ha la banca dati….”

Annuncia poi di non voler più fare lo sceriffo e di voler tornare a fare una vita normale e ad aprire i nuovi cantieri.

Articoli correlati

Tag:

39 commenti

  1. Finalmente!!!!!

    51
    26
    1. L’importante è attaccare il sindaco, anche se poi di mezzo ci andranno i messinesi. Caro De Luca Lei è un lusso per Messina, Le auguro di raggiungere mete migliori, noi meritiamo gente come i suoi predecessori

      39
      76
      1. Una cosa è chiara, cara Nancy, rispetto a quanto è avvenuto a Marzo, Di Luca ha, come minimo, capito che la cosa è molto seria e allora cosa faccio? Semplice, un po’ di….movimento strategico…e via….Comunque alla fine lo capisco, alzarsi la mattina e non sapere nemmeno quale piede appoggiare per primo a terra….figuriamoci a gestire un’emergenza cosi seria. Grazie lo stesso per quello che ha fatto (????) Fino a adesso.

        10
        13
      2. La concezione di lusso è soggettiva, quindi sarebbe più giusto dire che questo sindaco è un lusso per lei

        27
        9
  2. Fa bene a curarsi il suo orticello soltanto come fanno gli altri, tanto in zona rossa ci siamo e ci saremo da parte di Regione Governo per tanto visto l’egoismo delle persone che passeggiano e che ci fanno essere i peggiori in Italia.

    45
    26
  3. Un poco di autocritica costruttiva non guasterebbe:

    https://www.tempostretto.it/news/rifiuti-covid-messina-raccolta-da-una-settimana-in-mano-al-comune-e-ferma.html

    Manca la parte costruttiva nel discorso del sindaco.
    Quella che permette di andare oltre e costruire qualcosa di migliore.
    Mi riprendo il pallone e torno a casa andava bene da ragazzi.

    5
    1
  4. Se fate i giornalisti, persino retribuiti, avete il preciso dovere di saper leggere le norme. Musumeci chiude tutto tranne le attività ex allegato 23 dpcm del 3 novembre 2020. Altresì dichiara che per quanto non espressamente previsto, si applica l’art. 3 del dpcm del 3 dicembre, che alla lettera c) del suddetto decreto vieta le attività di bar e ristoranti, consentendo solo il domicilio, quindi perché scrive che è consentito l’asporto sino alle 18 inducendo in errore le persone?

    1
    1
    1. Nel decreto legge (non è un dpcm) all’articolo 3 è previsto anche l’asporto (fino ale 22).

      0
      0
  5. Finalmenteeeee!!!buttiamolo fuori!!

    43
    32
  6. Sindaco ti ho votato sin dal primo turno…però mi dispiace ammettere che la gestione “mediatica ” della pandemia (soprattutto a marzo quando non era proprio il caso…) , il linguaggio fin troppo colorito mi stanno facendo cambiare idea sul tuo operato. Il Sindaco non deve essere né uno sceriffo né un dittatore ( ricordi il messaggio “è il tuo sindaco che te lo ordina”!) ma semplicemente un bravo amministratore che utilizza il buon senso del padre di famiglia. Ti sembra che rincarando la dose sui commercianti,già fin troppo provati, si risolva il problema? Cercate piuttosto di collaborare tra voi istruzioni (anziché litigare e fare a gara a chi ha l’ordinanza più grossa) per farci tornare il prima possibile alla normalità. Inasprite i controlli su chi non rispetta le regole ma, per favore, non sparate sul mucchio!

    72
    8
  7. In pratica liberi tutti, gli unici fessi che rimarranno chiusi sono abbigliamento e calzature, bar aperti per asporto farlocco, barbiere, parrucchieri ecc, aperti, e le strade piene di persone che di sicuro avranno un motivo valido per uscire.

    22
    16
  8. Che tenerezza!!!!!!si è arrabbiato il nostro sindaco, certo fare il bello e il cattivo tempo sulla pelle dei cittadini è fin troppo facile!! SE AVESSE UN SENSO ..SE IL COVID SVANISSE ..allora si AMEN ..ma cosa dovrebbe cambiare tra tre settimane??????NULLA ! Quindi si vai a curarti l’orticello caro sindaco! Ci stai portando al collasso.

    43
    28
  9. Non gioco più…me ne vado…non gioco più…davverooo

    30
    13
  10. ..hanno vinto i denigratori nuallafacenti, quelli che vanno a sciare e a organizzare festini a destra e manca..quelli che sono i primi a trasgredire e che non insegnano nulla ai propri figli che continuano a fare bevute e trasgressioni per le strade di Messina.
    Non venite a lamentarvi poi se qualcuno dei vostri cari (?) non trova posto in ospedale o malauguratamente va a migliore vita..meditate e attenti a non maledire il giorno in cui avete fatto di tutto per bisbocciare senza controllo.
    Complimenti, città senza speranza e senza futuro.

    28
    49
    1. Che fai auguri il Covid a chi critica il tuo sindaco? Bravo complimenti!!

      17
      5
      1. …la lingua italiana per lei è un optional..benedetta scuola.

        2
        5
  11. Si è ca..to!

    25
    9
  12. La diretta di oggi non so se era tragica o comica …… forse tutt’e due ……intanto ho appurato che legge Tempostretto e quindi sicuramente leggerà anche i nostri commenti, ecco perché era “inviperito”…… addirittura prendersela con un giornale perché non lo soddisfano gli articoli che scrive, non lo osanna ,e non gli tributa gli onori che si aspetta ,mi sembra eccessivo……eh sì perché nel suo delirio di onnipotenza non vuole essere contrariato ed ecco che scatta lo “sfregio” nei nostri confronti …..siamo degli ingrati ,non meritiamo quello che lui ha fatto per noi , quindi ci abbandona ,niente dirette (e meno male )non prenderà iniziative personali e non ci aiuterà e non farà più di quanto potrebbe fare…….neanche un bambino dispettoso farebbe meglio di ciò che ho sentito stasera …….credo che arriverà comunque un tributo per lui dopo quest’ultima ,per fortuna sua diretta …..l onore di finire su canale 5 nei,” Nuovi Mostri”!!!!!!😱😱😱😱😱😱

    64
    19
    1. Legge Tempstretto ma non le ordinanze.
      La comunicazione è il suo primo pensiero.

      16
      7
  13. Qui non c’è niente da commentare. Rispecchia il comportamento degli italiani. Della salute non gliene frega niente a nessuno. L’Italia è un paese fallito con un coefficiente di istruzione molto basso in Europa. Purtroppo quando si consiglia di comportarsi in un modo l’italiano fa l’esatto contrario per spirito di contraddizione. Poi tanti prendono esempio da una classe politica senza logica e rigore che usa la gente per propri fini personali. Qui con questa situazione pandemica toccheremo il fondo. A Milano ci sono le file chilometriche di onesti cittadini che non hanno da mangiare. Basta piangersi addosso facciamo le persone serie. Ciao a tutti

    13
    3
  14. Mi dite un po’ come dovrebbero andare le cose? Anche a me il pensiero di chiudere tutto mi fa incazzare ma è anche vero che tenere tutto aperto vuol dire che ci vorrebbero delle regole rigide che però la gente non rispetta …ma non tutti perché una parte di popolazione rispetta il non uscire di continuo ,le regole del distanziamento ,disinfestazione e quanto altro ,e quanti sono il 50 %? Ma quando mai? anche meno ma comunque qualsiasi cosa fa non vi va bene niente …vi state lamentando di lui che qualcosa la sta facendo e dimostra di sapere fare il suo lavoro; quando chi c’era al comando prima o rubava ,o non faceva niente oppure indebitata ecc ecc ecc li nessuno diceva nulla …certo molti mangiavano bene e si è visto con De Luca e giustamente lui ha fatto piazza pulita. .tutto questo e il problema ..le cose giuste non vanno bene …anche a me qualcosa non piace ma poi penso evidentemente e giusto così si devono fare dei sacrifici. .ci vogliono regole e parliamoci chiaro a messina si e abituati senza regole quindi io all inizo pensco chissà che di questo sindaco invece mi sta piacendo ..io suoi modi saranno pure bruschi e avete ragione ma almeno sa il fatto suo …alla fine anche io quando dovevo combattere su qualcosa avevo i modi in po’ cosi e non gli andavo bene ma poi ci pensavano che non dicevo cose storte ma facevano capire che le persone sono così e non ce niente da prendere quindi tutto il mondo e paese

    0
    0
  15. ALLORA, cos’avremo il dal 15 gennaio in poi ?
    1) Le ordinanze di Conte e di Musumeci : questo come dato certo.

    Vediamo alle cose, apparentemente, non conosciute :
    i numeri, per Messina e Provincia, dei soggetti, ad oggi :
    1) vaccinati ;
    2) positivi ;
    3) negativi ;
    4) guariti ;
    5) in isolamento ;
    6) usciti dall’ isolamento ;
    7) in rianimazione ;
    8) deceduti.

    e poi :
    La quantità di rifiuti di tipologia A ed A1 prodotte dalle categorie indicate sopra..

    Perchè dico, apparentemente : perchè, molto probabilmente, questi dati sono dispersi , frammentati (ma comunque esistenti) tra i diversi uffici che se ne occupano. Ed allora, quale migliore occasione di questa per migliorare il raccordo tra essi e giungere ad un obbiettivo di una migliore comprensione di questa tragedia che è la pandemia ? Tanto, capiamoci : alcuni di questi dati vanno OBBLIGATORIAMENTE forniti alle varie Autorità Governative, Statali e Regionali.
    Ecco, è su questo aspetto che vorrei tanto, una maggiore attenzione e spirito di servizio. da chi è parte attiva in questo delicatissimo processo. Grazie.

    5
    0
  16. Non ho votato Cateno Deluca.
    Non mi sarei potuto guardare allo specchio.
    I problemi di oggi sono enormi.
    Quando la pandemia sarà finita daremo il nostro giudizio complessivo.

    17
    5
  17. Bravo sindaco! Ora mettiti da parte e fai fare le cose a chi è competente.

    19
    7
  18. Da quanto leggo sui social, i messinesi non hanno capito proprio nulla! È vero che lei, Sig Sindaco è colorito nel spiegare la situazione! Ma lasciatemi dire che, non abbiamo mai avuto un Sindaco che si sia battuto ed esposto a viso aperto, come sta facendo Lei! La situazione non è bella, direi che siamo riusciti a rovinare tutti i sacrifici fatti nei mesi passati e vedere che ci sono persone che attaccano le decisioni di chi vede la negligenza e la disorganizzazione dell’Asp, mi lascia pensare che non abbiamo capito nulla! Io sto con De Luca! 💪💪💪

    16
    26
    1. ..pensavi che i messinesi fossero persone riflessive, coerenti e con un po’ di logica nell’ unico neurone che hanno??
      Nulla di più sbagliato…ho sempre scritto cosa merita il messinese… sporcizia, inefficienza, fannulloni, parassiti, amici e compari a denigrare l’operato degli altri.
      Concordo appieno con il tuo commento e ridico ancora.. povera Messina che figli ignoranti ti ritrovi,

      3
      8
      1. Chi si loda si imbroda

        1
        0
  19. “De Luca ha quindi deciso di non fare più dirette”….
    Le mie orecchie ringraziano

    24
    10
    1. Ma ti obbligavano a seguire le dirette ?

      8
      4
      1. Probabilmente il senso civico e la voglia di capire.
        Difatti ha capito.

        4
        3
  20. Intanto sulla via Tommaso Cannizzaro consoni negozi aperti. Ma sicuramente il Virus svanirá nel nulla, con le teste di legno che ci sono in giro. Gente ammucchiata in fila alla Posta,gente chiusa dentro i bar e localini con tanto di serrande abbassate. Grazie cari concittadini. Passerà tutto grazie a Voi. Dovrebbero chiudere tutto per un mese. Tanto,gli imprenditori Messinesi non lavoravano prima…quindi ora è facile dare la colpa a De Luca o al covid!

    0
    0
  21. Per i cittadini messinesi andava fatto come in Cina: appena ti becco fuori ti porto in cella e butto la chiave. Questa democrazia non serve a nulla, ci vuole il pugno duro, e nonostante il sindaco abbia fatto di tutto per evitare la situazione attuale, siamo la città che cresce di più in contagi; siamo tutti bravi a bisbocciare a destra e a manca, fatevi tutti un esame di coscienza, vorrei vedere chi ha rispettato le regole!!!! tanto finché non muore qualcuno a voi vicino va tutto bene se li beccano solo gli altri. Io non ho votato De Luca ma gli riconosco la virtù di essere sempre in prima fila, ma il fatto di non appartenere a nessuna “loggia” della nostra città probabilmente non va bene.

    14
    14
  22. Abbiamo avuto dei sindaci che erano dei teatranti travestiti da signori attivi e disponibili con un grande senso di responsabilità ed impegno.

    Adesso abbiamo un sindaco, signore attivo e disponibile con un grande senso di responsabilità ed impegno, che però è travestito da teatrante!

    10
    14
  23. L’ennesimo atto dell’operetta di cui il “sinnico” è regista e protagonista.
    Ha scritto una ordinanza illeggibile, irricevibile e contraddittoria e poi l’ha ritirata prima che fosse annullata dai ricorsi che già si stavano preparando, e lo ha fatto fingendosi indignato per gli “ingrati messinesi” che lui vuole eroicamente proteggere dalla pandemia.
    Si è dimenticato che a dicembre ha favorito assembramenti in lungo ed in largo in tutta la città e che ora ne stiamo pagando le conseguenze.
    In più attacca la libertà di stampa e di critica perché non gli piacciono gli articoli ed i commenti su Tempostretto….
    Caro “sinnico” non tutti i messinesi sono “fascistelli ignoranti e masochisti” come quelli che ti osannano e ti votano (per fortuna sempre di meno)… c’è chi ancora usa la testa per pensare!

    23
    11
    1. .. se tu fossi veramente un uomo del sud come pensi di far credere..non butteresti fango ad una giunta che ha lottato dal primo giorno contro il potere del Nord e delle istituzioni che ci lasciano sempre ultimi in fatto di aiuti e sovvenzioni..butta la maschera ed abbi il coraggio di fare proposte intelligenti non spianarti la strada per avere la possibilità di bisbocciare ed andare a sciare fregandotene degli altri..altro che uomo del Sud…cambia nick che è meglio

      2
      5
      1. Cosa c’entra il nord adesso?
        Penso che la confusione regni sovrana oramai.

        3
        0
  24. Come da manuale … delle giovani marmotte

    0
    0
  25. Nessuno mette in dubbio la gravità della situazione, l’inefficienza dell’ASP e le mille problematiche dovute anche al non rispetto delle regole.
    Ecco le regole appunto…anche DE LUCA deve rispettarle, giuste o sbagliate che siano, piacciano o meno.
    Nel merito la sua ordinanza era fallace, piena di incongruenze, giuridicamente da cassare. L’ordinanza è un prodotto giuridico- tecnico ( puo’ piacere o meno) e deve essere fatta nel rispetto di determinati parametri altrimenti è illegittima.
    Bastava non voler essere protagonista a tutti i costi e rivederla tecnicamente, renderla chiara e non confusionaria e soprattutto ove andasse a cozzare con le disposizioni nazionali cercare un raccordo giuridico per essere inattaccabile.
    In poche parole, senza entrare nel merito dell’essere giusta o meno, era una ordinanza fatta con i piedi.
    Non entro nel merito del modo con il quale conduce la sua comunicazione e l’efficacia di tutto questo, ho la mia personale opinione.
    I fatti dicono che un amministratore ha partorito un provvedimento legislativo scarso, inutile per come formulato e soprattutto contra legem in alcuni punti.
    DE LUCA lo ha capito, forse dopo che lo ha riletto, ma chiaramente la colpa di questo aborto amministrativo è sempre di altri….

    0
    0
  26. LA SICILIA LA PRIMA PER CONTAGI IN TUTTA ITALIA…. ANTI DELUCHIANI …. FATE SILENZIO

    0
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x