Elvira Amata lascia il Consiglio: "Ruolo inconciliabile con l'impegno all'Ars" - Tempostretto

Elvira Amata lascia il Consiglio: “Ruolo inconciliabile con l’impegno all’Ars”

R.Br

Elvira Amata lascia il Consiglio: “Ruolo inconciliabile con l’impegno all’Ars”

R.Br |
venerdì 05 Gennaio 2018 - 11:16

La deputata regionale si è dimessa dal Consiglio comunale, i due ruoli non sono conciliabili perchè richiedono entrambi massimo impegno e dedizione. Al suo posto subentrerà Salvatore Serra, Sicilia Futura

Elvira Amata si dimette e lascia Palazzo Zanca dopo un percorso iniziato nel ’94 e che l’ha vista più volte consigliera e due volte assessore. Eletta all’Ars lo scorso 5 novembre all’inizio aveva deciso di non lasciare il Comune per poter comunque concludere quanto avviato nel corso del mandato, ma si è resa conto che l’impegno in Assemblea richiede una sua presenza costante non compatibile con quella di consigliera comunale.

È stata una decisione sofferta ma non posso fare altrimenti– dichiara la deputata di Fratelli d’Italia- Avevo sperato di riuscire a conciliare i ruoli in modo pieno ma, queste prime settimane mi hanno fatta ricredere. A Palermo stiamo vivendo la prima e difficilissima fase tipica dell’inizio di un nuovo percorso. Ugualmente, a Messina, sono complessi e concitati questi ultimi mesi di consiliatura che ci separano dalle prossime amministrative. E, nonostante mi pesi enormemente lasciare il mio posto in seno al consesso cittadino, ruolo al quale sono sinceramente legata e che ho affrontato sempre con massima serietà, so che è la scelta più giusta in rispetto ai messinesi e alla città. Messina, oggi più che mai, necessita di una tutela immensa da parte delle opposizioni al lavoro scellerato di unamministrazione inadeguata. Essere rappresentante della gente è un onore ma anche un onere da rivestire con il massimo impegno e non voglio rischiare di non portarlo avanti al meglio delle mie possibilità. Per queste ragioni, con umiltà e,ammetto, dispiacere, devo fare un passo indietro”.

A fine dicembre l’ex Ncd Daniela Faranda è transitata con Fratelli d’Italia, assumendo il ruolo di capogruppo, pertanto sarà lei a continuare a rappresentare il partito in Aula.

La Amata nel 2013 è stata eletta nella lista dei Democratici Riformisti, ricoprendo l’incarico di capogruppo fino al 2015, quando ha deciso di tornare nel centro-destra e aderire a Fratelli d’Italia. Al suo posto quindi dovrà entrare in Consiglio il primo dei non eletti nella lista DR, ovvero Federico Basile, attuale revisore dei conti. E’ quindi più che probabile che a sostituirla sarà il secondo dei non eletti: Salvatore Serra.

"Ringrazio l'onorevole Elvira Amata per aver restituito correttamente a Sicilia Futura un suo legittimo rappresentante in seno al consiglio comunale- commenta Beppe Picciolo– Correttezza e linearità sono merce rara in simili periodi e al di là della differente visione politica vuol dire che i rapporti umani contano ancora qualcosa. Buon senso e bene comune siano sempre i riferimenti del nostro agire"

R.Br.

Tag:

2 commenti

  1. Ce ne faremo una ragione. L’avissi fattu prima

    0
    0
  2. Picciolo che ringrazia parlando di coerenza e correttezza una che si dimette sol perchè non ha il dono dell’ubiquità è il massimo.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007