dopo il confronto

De Luca: "L'Atm ha 70 milioni di debiti, il contratto di servizio è farlocco"



Commenti

node comment

pgiuttariVen, 10/08/2018 - 12:44 August 10, 2018

Fra i molti o pochi che avevano intuito tutto ,....c'era il sottoscritto, che come" vox clamantis in deserto " metteva in guardia sindaco giunta e cittadinanza intera dai gravi pericoli che correva la città. 5 anni.. pessi. .., pi mia e per i messinesi.
saro genco2Ven, 10/08/2018 - 10:58 August 10, 2018

Ma come i sostenitori di accorinto si riempivano la bocca con la storiella dell'atm ed ora invece spunta quello che tutti sapevamo cioè un sindaco dala maglietta....bagnata e nulla più.
arcangelofrancoVen, 10/08/2018 - 10:41 August 10, 2018

Il cavallo di razza si vede sulla distanza. E per continuare con i proverbi, scupa nova fa rumuri.
Arcistufo2.0Ven, 10/08/2018 - 09:48 August 10, 2018

Ma esistono gli assessori in questa giunta? Non si sente null'altro se non la voce di De Luca. Qualcuno in consiglio può leggere le carte e farci sapere se il pensiero unico ed incontraddicibile del signor sindaco risponde a verità? Grazie
mariell@Ven, 10/08/2018 - 09:36 August 10, 2018

pinco pallo : i programmi, le azioni, devono essere giudicate in qualsiasi ambito e contesto "all arrivo dei cavalli", o almeno a meta gara. Giudizi come i tuoi sono "solo" affrettati. accorinti??ha fatto male??lo possiamo dire?be certo ha finito il suo mandato. Certamente ha fatto molto meglio dei predeccessori . E puo godere da libero cittadino della sua liberta. a buon intenditor poche parole....
Pinco PalloVen, 10/08/2018 - 07:58 August 10, 2018

È inevitabile il confronto tra le prime settimane di governo della precedente amministrazione e quella attuale. Allora il dibattito fu monopolizzato per mesi dalla disputa sull'isola pedonale di via dei mille. Generando tra l'altro barriere e inutili conflitti tra la gente. Tempo e energie sprecate, e molti lo avevano già intuito. Oggi è evidente a tutti quanto lavoro serio c'era da fare ed è raccapricciante pensare agli anni sprecati. Quando si opera con coerenza e serietà le discussioni si azzerano. Un abisso di professionalità, trasparenza e abnegazione ci separano dall'esperienza precedente. È questa l'unica consolazione per il tempo perso a discutere su cravatta si o no mentre la città continuava il suo dissesto.