A Ficarra sventola la bandiera greca in segno di solidarietà - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

A Ficarra sventola la bandiera greca in segno di solidarietà

A Ficarra sventola la bandiera greca in segno di solidarietà

lunedì 06 Luglio 2015 - 06:57

Con questo gesto simbolico, l'intero consiglio comunale, la giunta municipale ed il Sindaco, in rappresentanza della comunità ficarrese, "intendono esprimere la loro solidarietà nei confronti del popolo ellenico che ha insegnato la democrazia al mondo intero"

Nel giorno del referendum indetto dal premier Alexis Tsipras sulle proposte dei creditori di Atene in cambio di ulteriori finanziamenti per il salvataggio del Paese, il Comune di Ficarra nel messinese ha deciso di far sventolare dal Municipio la bandiera ellenica insieme a quella dell’Italia e dell’Europa.

Con questo gesto simbolico, l’intero consiglio comunale, la giunta municipale ed il Sindaco, in rappresentanza della comunità ficarrese, “intendono esprimere la loro solidarietà nei confronti del popolo ellenico che ha insegnato la democrazia al mondo intero”.

“L’iniziativa – sostiene il sindaco Basilio Ridolfo – vuole essere un atto di vicinanza nei confronti di una Nazione, come la Grecia, che sta attraversando un momento assai drammatico, con l’auspicio che al di là di dell’esito del referendum, l’Unione europea, facendo appello ai principi della cooperazione e della solidarietà, possa offrire alla Grecia ragionevoli aiuti finanziari finalizzati a ricostruire la propria solvibilità e favorirne la crescita economica”. La bandiera rimarrà esposta fino a quando la vertenza sarà risolta.

“Colgo l’occasione – conclude il sindaco – per invitare gli altri comuni del comprensorio nebroideo ad esporre dal proprio Municipio la bandiera greca insieme a quella italiana e a quella europea”. (ANSA).

Tag:

8 commenti

  1. MA FATE I SERI

    0
    0
  2. MA FATE I SERI

    0
    0
  3. Antonio Arena 6 Luglio 2015 13:59

    Sono d’accordo con i Greci , ridotti all’osso dalle Germania che domina in Europa, grazie anche a quei lecca c….. di italiani, francesi ecc…… Però così facendo creano qualche problema anche a noi. Proposta al sindaco di Ficarra (PD)che si faccia portatore di una richiesta di referendum anche per noi italiani relativamente alle somme che dobbiamo alla CEE (PD)( riconsiderazione delle somme dovute a qualsiasi titolo , quali sanzioni per quote latte ecc. ecc.

    0
    0
  4. Antonio Arena 6 Luglio 2015 13:59

    Sono d’accordo con i Greci , ridotti all’osso dalle Germania che domina in Europa, grazie anche a quei lecca c….. di italiani, francesi ecc…… Però così facendo creano qualche problema anche a noi. Proposta al sindaco di Ficarra (PD)che si faccia portatore di una richiesta di referendum anche per noi italiani relativamente alle somme che dobbiamo alla CEE (PD)( riconsiderazione delle somme dovute a qualsiasi titolo , quali sanzioni per quote latte ecc. ecc.

    0
    0
  5. SIG. AENA CONCORDO CON LEI NEL FAR DECIDEE GLI ITALIANI. QUALI ITALIANI? ITALIANI VENDUTI ALL’EUROPA E LEI STESSO HA CITATO UN PARTITO. IL PD EX PCI ETC E’ VOTATO ALLA SERVILISMO PIU’ SCHIFOSO E RIBUTTANTE VERSO L’EUROPA. QUESTO SERVILISMO E’ COLPA DEL MORTADELLA. IL MORTADELLA ERA COMMISSARIIO A BRUXELLES HA AVALLATO L’ORDINE E NON RICHIESTA DELLA GERMANIA DI VIETARE LA PRODUZIONE DEI PROSCIUTTI CRUDI, MOZZARELLE DI BUFALA,PIZZA NAPOLETANA VIETANDO IL FORNO A LEGNA, MOZZARELLE DI LATTE FRESCO E ALTRE PRODUZIONI TIPICHE ITALIANE. I TEDESCHI CI IMPONEVANO LA LORO PRODUZIONE. IL MORTADELLA NON HA ALZATO VOCE PER DIFENDERE I PRODUTTORI EMILIANI (PRENDE I VOTI DA LORO!!). PIU’ SERVO ETRADITORE DI COSI’. LA SINISTRA VOTEREBBE EUROPA CON DANNI.

    0
    0
  6. SIG. AENA CONCORDO CON LEI NEL FAR DECIDEE GLI ITALIANI. QUALI ITALIANI? ITALIANI VENDUTI ALL’EUROPA E LEI STESSO HA CITATO UN PARTITO. IL PD EX PCI ETC E’ VOTATO ALLA SERVILISMO PIU’ SCHIFOSO E RIBUTTANTE VERSO L’EUROPA. QUESTO SERVILISMO E’ COLPA DEL MORTADELLA. IL MORTADELLA ERA COMMISSARIIO A BRUXELLES HA AVALLATO L’ORDINE E NON RICHIESTA DELLA GERMANIA DI VIETARE LA PRODUZIONE DEI PROSCIUTTI CRUDI, MOZZARELLE DI BUFALA,PIZZA NAPOLETANA VIETANDO IL FORNO A LEGNA, MOZZARELLE DI LATTE FRESCO E ALTRE PRODUZIONI TIPICHE ITALIANE. I TEDESCHI CI IMPONEVANO LA LORO PRODUZIONE. IL MORTADELLA NON HA ALZATO VOCE PER DIFENDERE I PRODUTTORI EMILIANI (PRENDE I VOTI DA LORO!!). PIU’ SERVO ETRADITORE DI COSI’. LA SINISTRA VOTEREBBE EUROPA CON DANNI.

    0
    0
  7. SIG. ANTONIO ARENA, MI SCUSO SE SONO COSTRETTO AD INTERVENIRE DI NUOVO COLPA DEI 750 CARATTERI. SEMPRE HO DETTO, QUI AL NORD, CHE LA GERMANIA HA PERSO LA GUERRA, MA HA VINTO IL DOPO GUERRA. L’ìITALIA HA PERSO LA SECONDA GUERRA MONDIALE, MA HA PERSO IN DIGNITA’ IL DOPO GUERRA. LA GERMANIA HA PERSO LA PRIMA GUERRA MONDIALE E L’IMPERO, MA HA VINTO IN DIGNITA’, L’ITALIA HA VINTO LA GUERRA, MA HA PERSO IN DIGNITA’. SI VEDA COME RAGIONANO CERTI ELETTORI. GLI ITALIANI, NON TUTTI PER FORTUNA, SONO AGNELLINI E PAPPAGALLI NON HANNO DIGNITA’ SONO SERVI DELL’EUROPA. SE UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ITALIANO CRITICA BRUXELLES VIENE ATTACCO DAI SUOI STESSI CONNAZIONALI, CONSCI DI ESSERE SERVI DI ALTRI PAESI EUROPEI. QUOTE LATTE SONO CONTRO L’ITALIA,

    0
    0
  8. SIG. ANTONIO ARENA, MI SCUSO SE SONO COSTRETTO AD INTERVENIRE DI NUOVO COLPA DEI 750 CARATTERI. SEMPRE HO DETTO, QUI AL NORD, CHE LA GERMANIA HA PERSO LA GUERRA, MA HA VINTO IL DOPO GUERRA. L’ìITALIA HA PERSO LA SECONDA GUERRA MONDIALE, MA HA PERSO IN DIGNITA’ IL DOPO GUERRA. LA GERMANIA HA PERSO LA PRIMA GUERRA MONDIALE E L’IMPERO, MA HA VINTO IN DIGNITA’, L’ITALIA HA VINTO LA GUERRA, MA HA PERSO IN DIGNITA’. SI VEDA COME RAGIONANO CERTI ELETTORI. GLI ITALIANI, NON TUTTI PER FORTUNA, SONO AGNELLINI E PAPPAGALLI NON HANNO DIGNITA’ SONO SERVI DELL’EUROPA. SE UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ITALIANO CRITICA BRUXELLES VIENE ATTACCO DAI SUOI STESSI CONNAZIONALI, CONSCI DI ESSERE SERVI DI ALTRI PAESI EUROPEI. QUOTE LATTE SONO CONTRO L’ITALIA,

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007