Due mostre storiche su autobus e tram per celebrare l’avanguardia di Messina - Tempo Stretto

Due mostre storiche su autobus e tram per celebrare l’avanguardia di Messina

Emanuela Giorgianni

Due mostre storiche su autobus e tram per celebrare l’avanguardia di Messina

mercoledì 11 Settembre 2019 - 10:27
Due mostre storiche su autobus e tram per celebrare l’avanguardia di Messina

Sabato 14 settembre saranno inaugurate le due mostre: “Un tram chiamato desiderio” e “Il trasporto pubblico a Messina dalle origini ai giorni nostri”. Esposizioni che dimostrano l’avanguardia di Messina nella mobilità sostenibile, una tra le prime città in Italia a passare, infatti, negli anni ‘20, dai tram a vapore a quelli elettrici.


“Le sedici persone che avete intorno a voi in un tram che corre sono una, dieci, quattro, tre; stanno ferme e si muovono; vanno e vengono, rimbalzano sulla strada, divorate da una zona di sole, indi tornano a sedersi, simboli persistenti della vibrazione universale”. Così affermava Marinetti nei Manifesti del Futurismo, e da sempre mobilità e trasporti costituiscono il motore propulsivo del progresso, dello sviluppo, dell’innovazione.

Messina all’avanguardia

Messina, molto più di quanto immaginiamo, è sempre stata all’avanguardia in tal frangente, ha precorso i tempi. Negli anni ’20, è stata una tra le prime città in Italia a passare dal tram a vapore a quello elettrico, grazie alla realizzazione di centrali idroelettriche che servivano sia per l’illuminazione che per i trasporti. E continua a rispettare e valorizzare questo primato, restando oggi la prima città in Italia per numero di autobus elettrici, rispetto al totale della flotta.

Per celebrarla, per conoscere meglio la sua storia e quella dei suoi trasporti, sabato 14 settembre, alle 10,30, nella sala convegni dell’Atm, verranno inaugurate due mostre su autobus e tram.

Due mostre

Sono intitolate “Un tram chiamato desiderio” e “Il trasporto pubblico a Messina dalle origini ai giorni nostri” e resteranno esposte dal 14 Settembre al 14 Ottobre. Si potranno visitare da lunedì a venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, il sabato solo dalle 10 alle 12. I gruppi di persone o studenti delle scuole potranno, inoltre, prenotare visite in orari e giorni specifici.

Mostra itinerante

“Un tram chiamato desiderio” è una mostra nazionale itinerante, organizzata da Atm, Safre, Sodalizio Amici Ferrovie Reggio Emilia, e dalle Associazioni e Club Unesco Reggio Emilia. È stata, già, presentata alla Campionaria di Padova e verrà, poi, esposta a Roma e in altre città. La mostra, curata da Adriano Riatti, componente delle Associazioni Club Unesco Reggio Emilia, si arricchisce di stampe, disegni, fotografie, modellini sui tram realizzati dalle Officine Meccaniche Reggiane, tra i quali, alcune elettromotrici tipo “Reggio Emilia”, acquistati nel 1917 dalla società di trasporti di Messina e utilizzati per il trasporto in città, e un modellino del tram degli anni ‘20.

Storia del bus a Messina

“Il trasporto pubblico a Messina dalle origini ai giorni nostri” è organizzata, invece, da Amas, Associazione Mediterranea Autobus Storici e Afs, Associazioni Ferrovie Siciliane, e curata da Francesco Fiumanò di Amas. Esporrà una raccolta fotografica sugli autobus che hanno circolato a Messina dal dopoguerra ad oggi; pannelli illustrativi sulla storia della vecchia tranvia soppressa agli inizi degli anni 50; cimeli e materiale storico riguardanti il trasporto pubblico locale e dei modellini in scala dei bus in servizio in passato, realizzati dal messinese Mario Summa.

Dopo aver visitato le mostre nel piazzale antistante dell’Atm i visitatori potranno vedere due antichi autobus, uno di proprietà Atm e uno di Amas.

All’inaugurazione delle mostre saranno presenti il Vicesindaco e Assessore ai Trasporti del Comune di Messina Salvatore Mondello, i Commissari liquidatori dell’AtmRoberto Aquila, Piero Picciolo eFabrizio Gemelli, il consulente di AtmGiuseppe Campagna, il Direttore Generale Natale Trischitta e il Direttore tecnico e di esercizio della tranvia ingegnere Vincenzo Poidomani.

Esposizioni di autobus dagli storici all’elettrico, testimonianze fotografiche, pannelli illustrativi, materiale storico, un grande viaggio nel passato per apprezzare il presente e comprendere il futuro.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007