Viabilità e sicurezza, l'appello di Gioveni: "Porre fine allo scempio di Viale Europa" - Tempostretto

Viabilità e sicurezza, l’appello di Gioveni: “Porre fine allo scempio di Viale Europa”

Veronica Crocitti

Viabilità e sicurezza, l’appello di Gioveni: “Porre fine allo scempio di Viale Europa”

mercoledì 21 Agosto 2013 - 09:28

Rispetto delle fasce di interdizione ai Tir, maggiore presenza della Polizia Municipale e indagini sullo stato strutturale di Viale Europa. Il Consigliere Comunale Libero Gioveni propone la sua "cura" per l'emergenza tir della grande arteria cittadina.

Puntare il dito contro la nuova amministrazione solo per cercare un colpevole, e non il colpevole, non rientra nel modo di fare politica del neo consigliere Libero Gioveni che torna, oggi, ad interessarsi dell'emergenza Tir e sicurezza del Viale Europa. "Questa Amministrazione non ha assolutamente colpe sulle negligenze o sulle inoperosità di altre in merito alla stabilità della struttura portante del viale Europa – scrive il rappresentante dell'Udc – ma dopo la conferenza di ieri il Sindaco Renato Accorinti deve assicurarsi se un'arteria potenzialmente e strutturalmente fragile come il viale Europa sia effettivamente sicura!". La questione dei tir in città è ormai, da immemore tempo, al centro dei più disparati dibattiti. Segnalazioni e critiche continuano a susseguirsi in un vortice che sembra non aver mai fine. A tal proposito, la squadra di lavoro formata da Comune e Facoltà di Ingegneria dell'Università di Messina avrebbe potuto costituire un punto di partenza per l'effettuazione di verifiche statiche dello stradone di Viale Europa, eppure – come sottolinea Gioveni – "di questi risultati non c'è mai stata traccia, nonostante fossero state prodotte di recente foto inedite che immortalavano il degrado strutturale del sottoimpalcato". Campanelli di allarme che avevano spinto il Consigliere a richiedere altresì un "tavolo per la sicurezza" costituito da tutti i soggetti interessati: Comune, Università, Genio Civile, Consiglio Circoscrizionale, Polizia Municipale. "Ma anche per la creazione di questo possibile nuovo soggetto che potesse monitorare l'arteria prevenendo rischi – si legge ancora nella nota – non se ne fece nulla". Doveroso, dunque, porre fine a quello che lo stesso Sindaco ha definito ieri come uno "scempio ambientale e viario". Ma come? Gioveni propone, per iniziare, tre semplici step: rispetto delle fasce di interdizione ai Tir, maggiore presenza della Polizia Municipale e indagine conoscitiva della struttura portante del Viale Europa. Basta solo passare ai fatti.

Veronica Crocitti

Tag:

5 commenti

  1. ricordo quando anni addietro i soliti mass media servi, dicevano– messina liberata dai tir–

    0
    0
  2. Angelo Silipigni 21 Agosto 2013 11:28

    Maggiore presenza dei vigili urbani?
    Basterebbe presenza.
    Prima o poi ci scappa il morto.

    0
    0
  3. i morti li abbiamo avuti a decine

    0
    0
  4. concordo il problema è che sono rimasti 4 gatti

    0
    0
  5. E sempre le stesse cose!! Altri argomenti no vero?! Ciclicamente la stessa pappina….ma anche i giornalisti si stancano non credi?

    0
    0

Rispondi a Napoleone Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007