Pasquetta che vai.. mete che trovi! Dove festeggiare nel tirreno - Tempo Stretto

Pasquetta che vai.. mete che trovi! Dove festeggiare nel tirreno

Salvatore Di Trapani

Pasquetta che vai.. mete che trovi! Dove festeggiare nel tirreno

domenica 16 Aprile 2017 - 05:42
Pasquetta che vai.. mete che trovi! Dove festeggiare nel tirreno

Quali sono i luoghi migliori in cui trascorrere il lunedì dell’angelo, nel tirreno? Guardiamo insieme le mete più gettonate e i punti di maggior interesse.

Pasquetta da sempre è una giornata dedicata a visitare chiese e santuari, ma anche a trascorrere del tempo in compagnia. Possibilmente immersi nella natura. Scopriamo insieme quali sono i luoghi di maggior interesse nel tirreno, quelli più gettonati e i meno conosciuti.

Uno dei santuari più visitati della zona è sicuramente quello di Calvaruso, il santuario Gesù Ecce Homo. Ogni anno numerosi fedeli si recano in pellegrinaggio nel periodo di pasqua e, spesso, anche nel lunedì dell’angelo. Un luogo ricco di storia, cultura e tradizione. Interessante sia sotto il punto di vista architettonico che religioso.

Per gli amanti dei borghi, due mete sicuramente irrinunciabili sono Roccavaldina e Montalbano Elicona. Entrambi caratterizzati da numerosi luoghi di interesse, da una profonda tradizione storica e da una tradizione culinaria non indifferente. Imperdibile il panorama visibile da entrambi i borghi, che si innalzano sul territorio circostante.

I più giovani probabilmente preferiranno un luogo tranquillo dove trascorrere il giorno di pasquetta, in compagnia di amici e parenti. Uno dei punti più gettonati è probabilmente il Bosco di San Leone, a soli due km da Rometta Centro. Completamente immerso nella natura, offre uno spazio dedicato a tutti coloro che preferiscono dedicarsi alle escursioni, lontano da città e paesi. La vicina Rometta, inoltre, offre ai visitatori numerosi punti di interesse come le Grotte Saracene, la Chiesa Bizantina o il Palatium Federicianum.

Anche Milazzo offre diverse mete interessanti. La zona del Capo, ad esempio, si presta perfettamente offrendo un ottimo panorama delle zone circostanti. Per i più coraggiosi, qualora facesse bel tempo, a pochi metri di distanza si trova la "Pozza di Venere" dove poter fare il primo bagno di stagione.

A Barcellona Pozzo Di Gotto, invece, da visitare sicuramente è il Duomo Balisica Minore mentre per gli amanti del verde non mancano i parchi messi a disposizione dei cittadini.

Altra meta, da sempre preferita dai giovani, sono le cascate di Gualtieri. Nonostante il crollo di alcuni massi, alcuni anni fa, le cascate risultano ancora particolarmente interessanti grazie al paesaggio e alla quiete offerta.

Per i più coraggiosi e temerari, infine, l’intera costa offre numerose spiagge adatte ad una giornata in riva al mare.

Una pasquetta sul tirreno piena di opportunità, dunque, che riserva diversi punti di interesse e svariate possibilità raggiungendo così i gusti più disparati. Dettaglio da non dimenticare tuttavia, nel caso pranzi al sacco, il rispetto dell’ambiente circostante. E’ importante evitare l’accumulo di rifiuti in zone prive di cestini o cassonetti. Più conveniente, piuttosto, conservare tutto e recarsi presso il più vicino punto di raccolta rifiuti.

Non resta, quindi, che godersi questa giornata e sperare che il meteo non decida di giocare qualche brutto scherzo.

Salvatore Di Trapani

Tag:

4 commenti

  1. MI RICORDO SOLTANTO CALVARUSO LUOGO CLASSICO E BELLISSIMO

    0
    0
  2. MI RICORDO SOLTANTO CALVARUSO LUOGO CLASSICO E BELLISSIMO

    0
    0
  3. QUALCUNO POTREBBE DIRE CHE ANCHE A PASQUA FACCIO IL POLEMICO, AMMESSO CHE FACCIO IL POLEMICO, MAI FATTO. SE CALVARUSO ERA IN ALTRA REGIONE D’ITALIA, PERFINO STRISCIA LA NOTIZIA, TRASMISSIONE DELLA RAI O ALTRE TELEVISIONI VENIVANO CHIAMATE E RENDEVANO FAMOSA QUESTA ZONA. MA, ESSENDO A MESSINA E NON ALTRA REGIONE, QUESTA BELLISSIMA ZONA E’ FAMOSA SOLO PER IL LUNEDI DI PASQUA SOLO LOCALE. COSI’ NON SI PRODUCE RICCHEZZA COL TURISMO E NON SI SVILUPA IL TURISMO NELLE ZONE LIMITROFE. POSSO ESSERE, ALMENO PER LA PRIMA VOLTA POLEMICO? FORSE SIAMO A MESSINA E PROVINCIA DI MESSINA, QUINDI NON SI HA NE’ CORAGGIO, NE’ LO SPIRITO DI INIZIATIVA. VOLETE FAR CONOSCERE QUESTA ZONA? CHI SONO E DOVE SONO I SUPER PAGATI RESPONSABILI PER IL TURISMO? A MARE?

    0
    0
  4. QUALCUNO POTREBBE DIRE CHE ANCHE A PASQUA FACCIO IL POLEMICO, AMMESSO CHE FACCIO IL POLEMICO, MAI FATTO. SE CALVARUSO ERA IN ALTRA REGIONE D’ITALIA, PERFINO STRISCIA LA NOTIZIA, TRASMISSIONE DELLA RAI O ALTRE TELEVISIONI VENIVANO CHIAMATE E RENDEVANO FAMOSA QUESTA ZONA. MA, ESSENDO A MESSINA E NON ALTRA REGIONE, QUESTA BELLISSIMA ZONA E’ FAMOSA SOLO PER IL LUNEDI DI PASQUA SOLO LOCALE. COSI’ NON SI PRODUCE RICCHEZZA COL TURISMO E NON SI SVILUPA IL TURISMO NELLE ZONE LIMITROFE. POSSO ESSERE, ALMENO PER LA PRIMA VOLTA POLEMICO? FORSE SIAMO A MESSINA E PROVINCIA DI MESSINA, QUINDI NON SI HA NE’ CORAGGIO, NE’ LO SPIRITO DI INIZIATIVA. VOLETE FAR CONOSCERE QUESTA ZONA? CHI SONO E DOVE SONO I SUPER PAGATI RESPONSABILI PER IL TURISMO? A MARE?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007