Filt-Cgil denuncia: rete ferroviaria "vecchia e maltenuta", nel 2021 48 guasti in 10 mesi - Tempostretto

Filt-Cgil denuncia: rete ferroviaria “vecchia e maltenuta”, nel 2021 48 guasti in 10 mesi

Redazione

Filt-Cgil denuncia: rete ferroviaria “vecchia e maltenuta”, nel 2021 48 guasti in 10 mesi

martedì 02 Novembre 2021 - 12:19

Il segretario regionale Costantino: provocati 2.377 minuti di ritardi con la cancellazione di 40 convogli, l'ad Fiorani venga sùbito in Calabria

REGGIO CALABRIA – La denuncia della Filt-Cgil è della massima intensità: la rete ferroviaria calabrese «è vecchia, maltenuta, insicura». E a dirlo sono i numeri.

«Nei primi 10 mesi del 2021 – evidenzia il segretario regionale del sindacato cigiellino dei trasporti, Nino Costantino – ci sono stati 48 guasti alla linea, che hanno prodotto 2.377 minuti di ritardi, coinvolto 415 treni, cancellato parzialmente 94 treni e soppresso totalmente altri 40 treni». Una sorta di rete-colabrodo, «che produce un disservizio che non ha paragone con alcuna altra regione del Paese mettendo a rischio la sicurezza dei lavoratori e dei passeggeri».

Ad avviso della Filt-Cgil, urge «un cambiamento vero» in quanto s’è ampiamente passato il segno e nell’analisi del segretario regionale «Rfi ha abbandonato la Calabria», con «rallentamenti, ritardi, cancellazione di corse, coinvolto centinaia di treni e provocato disagi a migliaia di passeggeri». Mentre le stesse «risorse per manutenere la rete ferroviaria calabrese sono state poche e spese male», la società specializzata nelle reti del gruppo Ferrovie dello Stato «fa orecchie da mercante».

Insomma per Rfi la Calabria « è una regione-canaglia, si può anche non tenere in considerazione».
Il monito di Costantino risuona in questi termini: «L’amministratrice delegata di Rfi Vera Fiorani venga sùbito in Calabria a incontrare sindacati e Istituzioni».

Per centrare l’obiettivo, serve un pressing politico degno di questo nome, e qui il segretario calabrese della Filt-Cgil si rivolge direttamente al neoGovernatore Roberto Occhiuto chiedendo di far sentire la propria voce, considerato che solo pochi giorni fa in Lombardia, il locale assessore regionale ai Trasporti Claudia Maria Terzi, in ragione di un guasto alla rete che ha provocato un ritardo di un quarto d’ora, «ha convocato l’Amministratrice delegata di Rfi. Solo per 15 minuti! Invece in Calabria dove in 10 mesi si sono accumulati, a causa della rete fatiscente, più di 2 mila e 300 minuti di ritardo per RFI va tutto bene», ironizza Nino Costantino.

E il sindacalista, al contempo, chiede alla deputazione calabrese d’innescare una discussione seria sul «grave abbandono» dell’infrastruttura ferroviaria in Calabria, per indurre Rfi «a un cambio di rotta immediato nella strategia aziendale e nel management».

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007