VIDEO Frana e allagamenti a Messina. Il sindaco De Luca: "Colpa di quelli di prima" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

VIDEO Frana e allagamenti a Messina. Il sindaco De Luca: “Colpa di quelli di prima”

Redazione

VIDEO Frana e allagamenti a Messina. Il sindaco De Luca: “Colpa di quelli di prima”

sabato 08 Agosto 2020 - 15:13

Il primo cittadino se la prende con chi ha governato negli ultimi 30 anni

“Purtroppo gli eccessi sul territorio urbano prima o poi si pagano”. Il sindaco Cateno De Luca si rivolge “ai soliti imbecilli” che lo criticano dopo la frana e gli allagamenti di stamani.

“Governo Messina da due anni, negli ultimi trenta è stato consentito: sfregiare le colline con speculazione edilizi senza adeguate opere di urbanizzazione come strade fogne e raccolte acque bianche; eliminati la maggior parte dei sotto servizi come raccolta acque bianche e rete fognaria dove è stata realizzata la rete tranviaria; immettere le fognature nella rete di acque bianche o buttarle nel lago di Ganzirri o nei torrenti tombinati; realizzare ovunque discariche abusive a cielo aperto soprattutto nei torrenti; otturare i tombini e la rete acque bianche privi da decenni da qualunque manutenzione; realizzare unità abitative in prossimità dei torrenti senza la necessaria viabilità di collegamento”.

Per la manutenzione dei tombini e la raccolta delle acque bianche, in particolare, De Luca se la prende con la giunta Accorinti. “Hanno speso 400mila euro in 5 anni, cioè circa 80mila euro l’anno, mentre noi abbiamo destinato 800mila euro in due anni e col nuovo contratto di servizi Amam, che sarà discusso in Consiglio comunale a settembre, affideremo il compito ad Amam con un investimento di 2 milioni di euro annui”.

De Luca dice che la sua amministrazione ha fatto molto: “destinato 25 milioni per rifare i sottoservizi lungo la linea tranviaria e zone limitrofe, 10 milioni per rifare la rete delle acque a Ganzirri e Torre Faro”, ma i progetti sono ancora in corso di redazione, e “8 milioni per la pulizia e risagomatura dei torrenti” (avviate procedure di gara).

Infine “abbiamo avviato l’individuazione e chiusure delle fogne abusive nei torrenti e nel lago di Ganzirri”, “avviato i lavori di manutenzione straordinaria della condotta Cassina”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

6 commenti

  1. È sempre colpa degli altri, ma chi ci amministra oggi faccia la sua parte!!!

    11
    4
  2. E in questi due anni di concreto che ha fatto? NIENTE!!!!

    14
    5
  3. Franco Fabiano 8 Agosto 2020 17:31

    È sempre colpa degli altri! Mentre lui si è impegnato molto…in questi anni per la sua personale campagna elettorale! Un po’ di vergogna, no?

    13
    5
  4. Il sindaco critica (giustamente) l’operato di chi lo ha preceduto. Mi sembra però che preferisca in particolare come bersaglio Renato Accorinti di cui fa spesso il nome, e non credo lo faccia solo per questioni cronologiche. Forse ritiene che giudizi specifici su altre correnti politiche (senz’altro più potenti di Accorinti) sia meglio esprimerli in maniera molto vaga…. Non si sa mai

    15
    5
  5. Poverino è sempre esente da colpe , mentre era in ferie nel suo paesino la sua giunta cosa poteva fare aveva le mani legate????!!!! Invece di urlare non poteva interessarsi dei tanti problemi in cui versa la città che lui amministra? Forse no, era più visibile fare scenette da teatro , poter preparare la discesa in campo per le regionali. Tenetevelo stretto non lo fate scappare è quello che merita una città in degrado come la vs.!!!

    6
    2
  6. Ha fatto la sceneggiata alla Mario Merola per non so quanti giorni davanti alla Caronte ( così da poter andare anche in TV) che quasi quasi ci credevo, insulti a destra e sinistra e “io da qui non mi muovo” poi appena ha capito che lo stavano per mandare a casa ha fatto marcia indietro. Dopo questa bella figura sparisce per un mese e mezzo, sbolognando tutto agli altri e dimenticando di essere il primo cittadino e che avrebbe dovuto dare l’esempio nel rispetto di tutti quelli che i propri cari per un lungo periodo non li hanno potuti vedere…( questo detto col massimo rispetto verso chi è stato male, ma precisando che certe cose il primo cittadino non le dovrebbe fare).
    Ora diamo la colpa a chi c’era prima, come se cadesse dalle nuvole e come se gli allagamenti fossero una novità. Non si vergogna neanche un po’ ? Mi raccomando le dirette FB

    4
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007