Furci. Barche "abbadonate" in aree pubbliche, il sindaco intima la rimozione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Furci. Barche “abbadonate” in aree pubbliche, il sindaco intima la rimozione

Carmelo Caspanello

Furci. Barche “abbadonate” in aree pubbliche, il sindaco intima la rimozione

martedì 18 Giugno 2019 - 12:31
Furci. Barche “abbadonate” in aree pubbliche, il sindaco intima la rimozione

"Parcheggio" selvaggio in barba all'ordinanza. Annunciati provvedimenti

FURCI SICULO – In barba all’ordinanza emanata dall’Amministrazione comunale finalizzata a scongiurare il parcheggio selvaggio delle barche sul lungomare e in altre aree del paese, molti proprietari di natanti fanno orecchio da mercante.

Così le barche rimangono quasi in abbandono, ad esempio, nell’area antistante il parcheggio della Villa comunale “Furci-Verde, alla periferia sud del paese, a ridosso della strada che collega il lungomare con la Statale 114. Il sindaco, Matteo Francilia, ha intimato ai proprietari di “rimuovere i natanti immediatamente, altrimenti – chiosa – provvederà il Comune prendendo i necessari provvedimenti.

Chi non utilizza i natanti nemmeno nel periodo estivo – prosegue il sindaco – deve portarseli a casa, trovare un luogo idoneo dove lasciarli in deposito. I luoghi pubblici sono di tutti, non di proprietà privata. E’ comprensibile – conclude Francilia – nel periodo invernale. Ma adesso non più”.

L’Amministrazione comunale sta cercando di mettere ordine nel perimetro urbano. Ma per farlo servono adeguati controlli. E, se necessario, anche le sanzioni.

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007