Furci. Ok dell'Aula al Consuntivo grazie alla responsabilità della minoranza - Tempo Stretto

Furci. Ok dell’Aula al Consuntivo grazie alla responsabilità della minoranza

Redazione

Furci. Ok dell’Aula al Consuntivo grazie alla responsabilità della minoranza

venerdì 22 Novembre 2019 - 19:28
Furci. Ok dell’Aula al Consuntivo grazie alla responsabilità della minoranza

Tre neo consiglieri hanno visionato gli atti, che non avevano potuto consultare prima, nel corso di una sospensione dei lavori dopo il giuramento. Votato anche l'assestamento di Bilancio. Poi i tre hanno abbandonato (all'odg anche una lottizzazione che riguardava il sindaco)

FURCI SICULO – Grande senso di responsabilità del gruppo consiliare di minoranza durante la seduta del consiglio comunale di Furci Siculo, tenutosi ieri sera. I punti all’ordine del giorno sono stati posticipati al giuramento dei nuovi consiglieri comunali Rosaria Ucchino, Agatino Pistone e Paolo Mascena, subentrati a Francesco Rigano, Chiara Cocuccio e Sara Vita, che avevano rassegnato le dimissioni nei giorni scorsi.

Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente, ha preso la parola il neo consigliere Ucchino, chiedendo di rinviare gli altri punti in quanto i nuovi membri del Consiglio comunale non erano stati messi nelle condizioni di conoscere le argomentazioni da trattare, nei termini previsti dalla normativa in vigore.

Seduta sospesa per consentire la visione degli atti

La seduta è stata caratterizzata da una sospensione dovuta al fatto che alcuni argomenti non potevano essere posticipati in quanto incombeva la scadenza per l’approvazione del Conto consuntivo 2018. Con gravi ripercussioni sulla programmata stabilizzazione dei precari in forza al comune di Furci Siculo.

Detta sospensione è servita ai neo consiglieri di opposizione a conoscere e di valutare il bilancio consuntivo al fine di non ingessare ancora per un altro anno la stabilizzazione dei precari. Se non ci fosse stata questa condivisione il gruppo di opposizione avrebbe abbandonato l’aula, facendo venir meno il numero legale.

Inoltre i nuovi consiglieri si sono accertati anche della proposta dell’assestamento di bilancio 2019 al fine di esprimersi anche su tale argomento che ha eliminato il rischio di un potenziale commissariamento e garantito la procedura per la stabilizzazione dei precari.

“Questo – rimarca l’esponente di opposizione Sandro Triolo (nella foto) – grazie anche ai responsabili degli uffici che si sono prodigati a spiegare le dinamiche di questi due argomenti importanti. Argomenti che hanno avuto la votazione unanime dell’intero Consiglio comunale e ripeto – chiosa Triolo – grazie ai consiglieri di opposizione che hanno mantenuto il numero legale della seduta del civico consesso”.

L’abbandono dell’aula dei tre nuovi consiglieri…

Esauriti questi due argomenti i neo consiglieri comunali di opposizione hanno abbandonato l’aula ad eccezione del consigliere Sandro Triolo che è rimasto al proprio posto al fine di consentire la continuazione della seduta.

Sono stati trattati gli altri 3 argomenti all’ordine del giorno tra i quali l’approvazione del regolamento per la gestione del centro comunale di raccolta, un debito fuori bilancio ed un piano di lottizzazione in località Litania (di proprietà del sindaco, Matteo Francilia).

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007