Galati Mamertino mette l'acceleratore alla Scuola degli Antichi Mestieri - Tempo Stretto

Galati Mamertino mette l’acceleratore alla Scuola degli Antichi Mestieri

Redazione

Galati Mamertino mette l’acceleratore alla Scuola degli Antichi Mestieri

martedì 02 Aprile 2019 - 10:02
Galati Mamertino mette l’acceleratore alla Scuola degli Antichi Mestieri

Al via l'attività per il 2019. Ministeri ricorda la genesi del progetto e presenta i prossimi appuntamenti

La Scuola nasce da una fortunata e fruttuosa sinergia tra il Comune di Galati Mamertino e DAF Associazione Culturale. Queste due realtà infatti, all’indomani dell’uscita del bando regionale sulla costituzione e l’avviamento delle Scuole degli Antichi Mestieri e delle Tradizioni Popolari, si mettono subito a lavoro e predispongono un progetto che troverà positivo accoglimento da parte dell’Assessorato regionale Beni Culturali e Identità siciliana.
Il progetto, cui hanno lavorato gli esperti Angelo Campolo e Gaetano Majolino, è stato centrato sul cantastorie, figura che ha profonde radici nel territorio della nostra Regione.
Dopo l’avvio nel mese di dicembre, adesso il Comitato direttivo ha già avviato la programmazione e le attività per l’anno 2019.
“Nel mese di aprile due nostri esperti, Angelo Campolo e Delfio Plantemoli, lavoreranno con gli studenti dell’Istituto comprensivo. Angelo terrà delle lezioni sulla figura del cantastorie di ieri e di oggi, facendo lavorare i ragazzi con degli esercizi di scrittura. Delfio lavorerà sulle favole siciliane, e parlerà del Pitrè, di Capuana e degli altri importanti ricercatori siciliani, oltre che della raccolta delle Mille e una Notte. Racconterà una favola per far vedere anche alcune tecniche narrative dei “cuntisti” e, infine, proverà a coinvolgere i bimbi in maniera diretta anche stimolandoli a fare loro stessi una ricerca attraverso i loro parenti più anziani”
Partners strategici della Scuola sono l’Istituto scolastico comprensivo diretto da Rita Troiani e la Società di Mutuo Soccorso presieduta da Gaetano Campisi.
La Scuola si prefigge l’obiettivo di diventare punto di riferimento per l’area dei Nebrodi, ma gravitando anche ed essendo elemento propulsivo per i monti Peloritani, grazie alla sinergia col Museo di Cultura e Musica Popolare di Gesso, il cui curatore è Mario Sarica.
Il coordinamento è del Vice – Sindaco Vincenzo Amadore.
La Scuola ha due Direttori, nelle persone di Calogero Emanuele e Giuseppe Ministeri

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007