I deputati 5 Stelle: "Stop al Ponte sullo Stretto, priorità a navi e opere di prossimità" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

I deputati 5 Stelle: “Stop al Ponte sullo Stretto, priorità a navi e opere di prossimità”

Redazione

I deputati 5 Stelle: “Stop al Ponte sullo Stretto, priorità a navi e opere di prossimità”

giovedì 25 Marzo 2021 - 10:06
I deputati 5 Stelle: “Stop al Ponte sullo Stretto, priorità a navi e opere di prossimità”

Il parere in Commissione Trasporti

“Con il parere votato in commissione, abbiamo voluto dare maggiore forza a un Recovery plan che deve investire maggiori risorse e in tempi brevi sui collegamenti via mare con le isole maggiori, sia in termini di trasporto pubblico sia per il traffico commerciale. Su nostra proposta, infatti, il parere propone di rinnovare la flotta navale dedicata al trasporto pubblico locale delle Regioni e al resto del naviglio italiano, con mezzi più efficienti e a basse emissioni, anche tra Calabria e Sicilia. Si tratta di una scelta in linea con la richiesta di prendere in considerazione il potenziamento dei servizi esistenti che, pochi giorni fa, il ministro Giovannini ha rivolto alla Commissione tecnica che sta esaminando la situazione dello Stretto di Messina”.

Lo affermano i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Trasporti.

“Abbiamo già ribadito più volte – prosegue la nota – che per la Sicilia e la Calabria è prioritario puntare sulle tante opere e infrastrutture di prossimità effettivamente utili al territorio. E d’altra parte è evidente che un’opera di attraversamento stabile come il Ponte sullo Stretto si potrebbe eventualmente realizzare soltanto in tempi lunghi e non potrà certo essere inserita nel Pnrr. Sono le regole dell’Unione Europea sul Recovery Plan e lo hanno ribadito più volte i ministri Giovannini e Carfagna. Quindi ‘altro che Ponte’: nel parere abbiamo soltanto chiesto che il Ministero renda note le conclusioni della Commissione incaricata, appena questa avrà terminato il suo lavoro. Bene che il Parlamento e il governo si orientino invece per dare risposte immediate, rinnovando e incrementando subito la flotta e puntando in tutto il Paese sull’opportunità unica offerta dalle cosiddette autostrade del mare” concludono.

Articoli correlati

Tag:

18 commenti

  1. La solita solfa retrograda e masochista.
    Tanto loro stanno al NORD.

    18
    21
    1. masochista è far guadagnare le imprese del nord e sfamare gli squali nostrani

      1
      0
  2. Mi viene da ridere, veramente esilarante. Caso mai senza il vostro parere, l’avrebbero costruito. Vi volete rendere conto che siamo nel 2021 e che il più fesso e laureato? Questa barzelletta del ponte andava bene 50 anni fa, adesso non ci crede più nessuno.

    9
    13
  3. rossana fabio 25 Marzo 2021 11:10

    VERGOGNA

    17
    16
  4. Sono sostenitore M5S ma su questo punto dissento, per me il Ponte è sempre stata una possibilità unica di rilancio economico, turistico e fonte di lavoro sia per costruzione che per gestione e manutenzione

    43
    18
    1. fonte di lavoro? Per la manodopera specializzata che qui non esiste? O per la semplice movimentazione terra e le discariche da attivare? Questa favola delle migliaia di posti di lavoro per i messinesi andatela a raccontare a qualcun altro

      2
      2
      1. Io ho fatto un commento mettendo il MIO nome e il MIO pensiero. Tu hai risposto con un meglio precisato plurale (andatele a…).
        Non sai sicuramente partecipare ad un dibattito e non ti reputo degno di ulteriori risposte

        1
        1
  5. il M5S, quelli dei vitalizi, reddito di cittadinanza etc….. fra due anni saranno solo un triste ricordo.

    9
    9
  6. Meno male che ci siete voi che aiutate il sud ad uscire dalla arretratezza . Anche con questa vostra posizione il meridione si ricorderà dei 5 stelle alle prossime elezioni.

    8
    9
  7. il ponte non verrà mai realizzato. E’ un opera non possibile per mille ragioni. Miglioriamo la viabilità cittadina, incrementiamo la flotta navale delle Ferrovie ricordando che l’ultima nave varato nello stretto fu la “Rosalia” 1970, ancora in servizio. Le strutture ci sono già basta migliorarle. Impatto ambientale zero, fattibilità immediata. Centinaia di posti di lavoro in più e stabili non solo per la costruzione.

    7
    12
  8. Si..rilancio economico per mafia e ndrangheta. W poi per arrivare ad Agrigento fai prima ad arrivare a Roma.
    Ma finitela di pensare al nulla con tutto quello che c’è da fare in questa terra martoriata da politici inutili e segnaposto …a 15000euro al mese

    8
    5
    1. Ma perchè il reddito di cittadinanza a chi lo danno, ai bisognosi o a tutti i mafiosi esistenti nel Sud Italia… e i 15000 euro al mese chi se li prende… quelli che dovevano restituirli e cancellare i vitalizi, degli altri, per accaparrarseli poi loro….povera Italia in mano a questa gente.

      7
      4
      1. I vitalizi li hanno aboliti proprio grazie a loro e sono gli unici a decurtarsi lo stipendio per donare i soldi raccolti. Informati prima di parlare

        1
        1
  9. E chi è stato questo burlone che ha chiesto il parere dei 5 stelle!?!??

    5
    8
  10. Prima si facciano le cose indispensabili che ancora ci fanno vergognare, in molte zone della città manca la fornitura di acqua potabile e le fognature, migliaia di persone vivono nelle baracche pero’ parliamo di ponte illudendoci che sia la panacea di tutti i mali.

    1
    0
  11. SIETE UNA VERGONA

    0
    0
  12. Il ponte non è la risoluzione dei problemi del Sud. Il ponte potrebbe essere l’ultima opera, dopo avere investito per intensificare, velocizzare, raddoppiare i binari, elettrificare tutte le tratte ferroviarie calabresi, siciliane e del Sud in generale. Rinnovare i treni, le stazioni..
    Realizzare porti efficienti in modo da dar diventare il Sud la piattaforma logistica per le portacontainer che attraversano Suez ( che oggi dopo aver circumnavigato l’Europa approdano a Rotterdam). Rifare le strade che versano in pessime condizioni, creare nuovi aeroporti per il traffico aereo che sarà sempre più intenso. Realizzare collegamenti ferroviari con tutti gli aeroporti, realizzare piste ciclabili in tutte le città del Sud, ripristinare le tratte ferroviarie in disuso anche ad uso turistico…potrei continuare…
    Con tutte queste opere i soldi sarebbero ben spesi, le infrastrutture del sud servirebbero come volano per lo sviluppo, si creerebbero migliaia di posti di lavoro.
    Solo quando funzionano tutte le infrastrutture il ponte o tunnel avrebbe un senso. Oggi sarebbe un’altra cattedrale nel deserto. Che senso avrebbe fare risparmiare mezz’ora di traghetto se poi per arrivare a Trapani o ad Agrigento co vogliono 7 ore? Solo che per gli italiani il ponte sarebbe un motivo d’orgoglio da sbandierare ai quattro venti…come un trofeo in una bacheca decadente. Ps. Io non ho mai votato 5 stelle.
    E’ solo il buon senso che mi porta a dire questo.

    1
    1
  13. Bisognerebbe studiare e approfondire i temi che si trattano.
    La semplicità delle opinioni senza conoscenza dei bisogni territoriali e dei principi di economia non possono condizionare il futuro dei nostri figli.
    Non è solo il Ponte in discussione ma la marginalizzazione della nostra terra per mano di chi si trova a discutere argomenti più grandi dei loro percorsi.
    Mi piacerebbe avere chiarito con adeguate argomentazioni tecniche e professionalmente fondate l’impatto ambientale rispetto all’impatto dei benefici permanenti di un’opera che per generazioni produrrebbe stabilmente economia

    3
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x