I lavoratori precari occupano la sede del Consorzio Autostrade - Tempo Stretto

I lavoratori precari occupano la sede del Consorzio Autostrade

Carmelo Caspanello

I lavoratori precari occupano la sede del Consorzio Autostrade

lunedì 11 Novembre 2019 - 18:39
I lavoratori precari occupano la sede del Consorzio Autostrade

In 40 sono in presidio permanente, che sarà mantenuto fin quando la dirigenza aziendale e la politica regionale non produrranno soluzioni definitive per la stabilizzazione

MESSINA – Assemblea permanente nella sala riunioni del Consorzio per le autostrade siciliane. Il locale è stato presidiato da circa 40 lavoratori che “manifestano assoluto dissenso per l’assenza di risposte dei vertici aziendali, dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone e della deputazione regionale.

La decisione è stata presa nel corso di una assemblea indetta dal sindacato Cub Trasporti nella sede del Cas, che si è protratta dalle 10 alle 16 ed alla quale hanno partecipato i lavoratori stagionali e precari. L’attenzione è stata polarizzata dalla “cronica carenza di personale e dall’esigenza di nuove assunzioni”.

Gli intervenuti, spiegano Mariano Massaro (Orsa), Santino Paladino (Cisal) e Maria Leotta (Cub trasporti) “hanno preso atto della totale chiusura al confronto della direzione del Cas e dello stato di stallo della politica regionale, che ad oggi non ha fornito soluzioni credibili”. In virtù di ciò “l’assemblea di base ha deliberato di manifestare il proprio dissenso attraverso il prosieguo della della ‘riunione’ con carattere permanente”.

“I lavoratori, responsabilmente – evidenziano i sindacati – hanno deciso di alternarsi nel presidio col fine di mantenere l’assemblea permanente evitando, per quanto possibile, di creare pregiudizio al pubblico servizio”. Gli stessi sindacati nel comunicare l’inizio dell’assemblea permanente hanno espresso “forte preoccupazione per una vertenza che si trascina da anni senza alcuna risposta. I lavoratori ormai esasperati e molti di loro privi di qualsiasi reddito o di mmortizzatori sociali, potrebbero dare vita a manifestazioni difficilmente contenibili”.

Orsa e Cisal hanno reiterato alla Direzione aziendale e all’assessore regionale Falcone “la richiesta di un intervento risolutivo che dia risposte definitive alle aspettative dei lavoratori”. Lo hanno fatto attraverso un documento inviato anche al Prefetto.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007