Mercato ittico: meglio valorizzare l’immobile piuttosto che venderlo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Mercato ittico: meglio valorizzare l’immobile piuttosto che venderlo

Mercato ittico: meglio valorizzare l’immobile piuttosto che venderlo

venerdì 04 Maggio 2012 - 22:08

Il coordinatore provinciale dei Giovani UDC Vermiglio non risparmia critiche al sindaco Buzzanca

Un’idea alternativa all’attuale previsione di vendita per il mercato ittico. A proporla è il coordinatore provinciale dei Giovani UDC di Messina, Carlo Vermiglio, che interviene sull’argomento con una nota.
«Da quando il Sindaco ha posto sotto la sua diretta responsabilità e supervisione l’istruttoria e il perfezionamento dei procedimenti “valorizzazione e dismissione del patrimonio immobiliare” del Comune di Messina – scrive il giovane centrista – si è parlato soltanto di programmi di dismissione. Progetti faraonici, gare deserte, finanze del Comune al collasso».
In merito alla dismissione, con annesso cambio di destinazione, dell’immobile ex “Mercato Ittico”, Vermiglio parla di «ennesimo azzardo, peraltro in perfetta sintonia con un piano di alienazioni d’immobili pubblici che si è rivelato fallimentare e irrazionale. Siamo convinti – continua – che non si possa sempre e soltanto pensare a “ fare cassa” , senza peraltro riuscirci». Il coordinatore dei giovani Udc ritiene che bisogna «tentare la strada della valorizzazione, puntando su progetti che non escludano l’ipotesi di mantenere la proprietà dell’immobile, riconfigurandone l’attuale destinazione».
La proposta del coordinatore UDC è chiara: «L’immobile del Mercato Ittico potrebbe avere grosse potenzialità dal punto di vista commerciale e produttivo, tenuto conto anche della sua posizione strategica rispetto al terminal crocieristico e al centro Città. Stiamo valutando la fattibilità tecnico-economica di un Mercato a servizio della Città, degli operatori commerciali e delle migliaia di turisti che giornalmente varcano lo Stretto, in linea con il modello adottato in altre realtà europee. Un mercato di eccellenza che esalti le nostre produzioni tipiche, che offra punti di ristorazione e, nello stesso tempo, contempli iniziative culturali – mostre fotografiche, escursioni sullo Stretto».
«Confidiamo – conclude Vermiglio – che il Sindaco, insieme al suo plotone di esperti, adotti un serio cambio di rotta evitando così l’ennesimo fallimento annunciato per le finanze del nostro Comune».

Tag:

3 commenti

  1. liliana parisi 5 Maggio 2012 14:57

    Sembra un’idea interessante.In altre città europee questi mercati sono inseriti negli itinerari turistici

    0
    0
  2. Praticamente ha detto tutto e niente!!! Con quali soldi si dovrebbe rivalorizzare, pubblici ,dove sono? Privati,chi c’è li mette a Messina ? Solite proposte della cultura dell'”altrismo” tutto Italico,ovvero potremmo fare altro ma non quello che stai proponendo tu!!!ma cosa esattamente come e chi ,nessuno lo dice, al massimo la risposta tipica è : io ho dato l’input ad altri elaborare la fattibilità, intanto passano gli anni e non si conclude niente.

    0
    0
  3. Ma l’UDC non è nella maggioranza insieme a Buzzanca o mi ricordo mal?? Il piano delle dismissioni non lo ha approvato anche l’UDC. Ma smettiamola di dire bianco e fare nero. Siete ridicoli nell’approvare cose assurde e poi lamentarvi per quello che “secondo voi” gli altri hanno fatto. Parolai inconcludenti.

    0
    0

Rispondi a liliana parisi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x