Il porta a porta in centro a Messina e la grande incognita dei condomini - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il porta a porta in centro a Messina e la grande incognita dei condomini

Redazione

Il porta a porta in centro a Messina e la grande incognita dei condomini

venerdì 04 Settembre 2020 - 08:07
Il porta a porta in centro a Messina e la grande incognita dei condomini

A riaccendere l'attenzione su questo aspetto che adesso riguarda soprattutto il centro città è l'associazione Anaci che torna a fare alcune proposte

Sul fronte della raccolta porta a porta a Messina sono stati compiuti passi importanti e la città è ormai quasi tutta servita dal nuovo sistema di raccolta. Tante cose sono ancora da migliorare e perfezionare per quanto riguarda servizi e organizzazione, gli sforzi sono stati tanti. I cittadini hanno fatto la loro parte, in tantissimi stanno imparando il nuovo sistema per differenziare i rifiuti, molti altri ancora non si rassegnano. Ma la vera grande sfida adesso sono i condomini del centro città. Perchè per arrivare a porta il porta a porta nel cuore di Messina bisogna superare il grande ostacolo dei condomini del centro, che in moltissimi casi non hanno gli spazi necessari per ospitare gli ormai famosi “carrellati”, cioè i bidoni grandi condominiali.

A riaccendere i riflettori sulla questione è l’Anaci, Associazione nazionale amministratori di condominio. A Messina rappresenta circa un migliaio di realtà condominiali, dunque di conseguenza decine di migliaia di famiglie. L’associazione torna a scrivere a sindaco, MessinaServizi, presidenti di quartiere, per ricordare che ancora sussistono numerosi disagi per l’espletamento del servizio di raccolta differenziata presso i condomini.

Il direttivo di Anaci ricorda che durante l’ultimo incontro ufficiale con amministrazione e MessinaServizi, si era fatta portavoce di richieste, oltre che di proposte, consequenziali ai disagi riscontrati ed alle probabili criticità che si sarebbero manifestate negli edifici ( con più di 8 condomini) privi di alcuno spazio comune ove collocare i carrellati condominiali.

Tra le proposte formalizzate, una in particolare si riteneva poter essere risolutiva per rendere efficiente il servizio di raccolta. Nello specifico, una soluzione che riguardava quei condominii in cui oggi sia la MessinaServizi Bene Comune che il Comune, tramite il dipartimento servizi territoriali ed urbanistici, hanno riscontrato l’assoluta mancanza di spazi comuni ove collocare i carrellati condominiali per il conferimento dei rifiuti differenziati. Si proponeva di individuare uno o più soggetti certificati dal Comune per l’erogazione del servizio completo (raccolta porta a parta, verifica regolarità del rifiuto, conferimento in carrellati, posizionamento del carrellato all’esterno dell’edificio, ritiro dopo lo svuotamento e igienizzazione a norma di legge degli stessi) con individuazione del tariffario massimo.

Di contro però si chiedeva di programmare una riduzione del tributo tari in ragione del maggior onere o pagato dal singolo utente per la gestione del servizio aggiuntivo che dovrà essere applicata l’anno successivo a conguaglio della tassa. Una procedura in parte già in vigore per i soggetti che conferiscono direttamente in discarica Purtroppo sia l’amministrazione sia l’Azienda hanno ritenuto tale proposta non fattibile, senza nemmeno valutare eventuali correttivi alla stessa.

L’Anaci Messina reitera la fatta già un anno fa e si dichiara fin da subito disponibile ad un ulteriore tavolo tecnico per valutare in contraddittorio eventuali correttivi. In mancanza di favore alla stessa MessinaServizi, si chiede conoscere quali siano le soluzioni che si intendono intraprendere per permettere l’espletamento del servizio nelle zone in cui non è possibile nè consegnare i carrellati nè i mastelli singoli, anche per motivi di decoro cittadino senza aggravio di costi per il singolo utente, su cui già grava il costo tari.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. Amministratori e Messina bene comune basta copiare quello che hanno fatto a Milano, dove, evidentemente, hanno una………marcia in più.

    11
    0
  2. Gli stessi problemi forse anche peggio li abbiamo in Via Mafalda,dove ci avevano detto con diversi sopralluoghi di ingegneri del comune e funzionari di Messina Servizi che non era possibile mettere i carrellati nella stessa via in quanto non ci sono spazi condominiali per poterli mettere. La via è stretta ed ancora di più i marciapiedi perciò avrebbero fatto una piccola isola ecologica dove conferire la differenziata nella villetta della stessa via.Poi senza nessun preavviso il 17 Agosto hanno ritirato i cassonetti,e ad alcuni condomini hanno consegnato due carrellati,ad altri uno,ad altri nessuno,messi accanto ai portoni e cosi siamo sino ad oggi,con i marciapiedi occupati che ci costringono per passare di scendere nella strada.Ci hanno detto che è una cosa provvisoria,ma sappiamo che a Messina le cose provvisorie diventano definitive,anche perchè della famosa isola ecologica non viè traccia,non sappiamo neanche se vi sia un progetto.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007