Operazione antidroga "Dobermann", i pusher consegnavano la merce anche con le barche. Cinque arresti - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operazione antidroga “Dobermann”, i pusher consegnavano la merce anche con le barche. Cinque arresti

Operazione antidroga “Dobermann”, i pusher consegnavano la merce anche con le barche. Cinque arresti

giovedì 10 Maggio 2012 - 06:08
Operazione antidroga “Dobermann”, i pusher consegnavano la merce anche con le barche. Cinque arresti

Arrestate dai Carabinieri a Lipari 5 persone che spacciavano droga ai turisti, recapitandola anche con le barche.

Uno dei cinque pusher arrestati all’alba di oggi dai Carabinieri di Milazzo, andava a spacciare per le vie di Lipari in compagnia del suo dobermann. Ecco perché i militari che, da maggio 2010 tenevano d’occhio un gruppo di spacciatori attivi alle isole Eolie hanno battezzato l’operazione scattata oggi proprio dobermann. Si trovano ai domiciliari Roberto Cacace, 44 anni, Simone Mirabito, 22 anni, Andrea Paino, 24 anni e Gaetano Natoli, 31 anni. A Gabriele Cacace, 21 anni, il provvedimento chiesto dal sostituto Mirko Piloni e siglato dal gip Anna Adamo è stato notificato dai carabinieri in carcere dove il giovane si trovava già ristretto per altra causa
Dopo circa sei mesi di indagini i carabinieri sono riusciti a disarticolare una banda di pusher che si approvvigionava di cocaina ed hashish a Palermo ed a Catania, per poi smerciarle a Lipari e nelle altre isole dell’arcipelago.
A maggio 2010 i militari avevano adocchiato un gruppo di giovani pusher attivi alle isole e nel corso delle indagini durate più di sei mesi, in manette sono finite 5 persone, arrestate in flagranza di spaccio, altre 15 sono state denunciate e 12 segnalate come “assuntori. Le indagini hanno così fatto luce su una fitta rete di smercio al dettaglio della droga. Gli spacciatori offrivano, a qualsiasi ora, la disponibilità di diverse varietà di sostanza stupefacente tra cui hashish, cocaina e marijuana, ai giovani eoliani e ai turisti specie nel periodo estivo, in alcuni casi, gli spacciatori usavano delle imbarcazioni per le consegne di droga “a domicilio” sulle altre isole eoliane.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. rossetti mariano 10 Maggio 2012 06:17

    Servizio a domicilio!
    E poi i leghisti dicono che a noi meridionali manca lo spirito d’iniziativa!!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007