Le donne Pd di Messina: "Subito la legge sulla doppia preferenza di genere all'Ars" - Tempostretto

Le donne Pd di Messina: “Subito la legge sulla doppia preferenza di genere all’Ars”

Redazione

Le donne Pd di Messina: “Subito la legge sulla doppia preferenza di genere all’Ars”

Tag:

giovedì 07 Gennaio 2021 - 07:16

Avviata una petizione per chiedere l'immediata entrata in vigore della legge Ars sulla doppia preferenza di genere. "Regione narcisista e sessista"

Sull’assenza di una donna nella giunta regionale Musumeci la Conferenza permanente delle donne Pd di Messina ha avviato una petizione dalla quale è scaturita una mobilitazione in rete. Il vero grave problema della Sicilia è la mancanza di una legge che introduca la doppia preferenza di genere (prevista per le amministrative ma non per le regionali) un grave vulnus questo per la nostra democrazia, per il superamento del quale e’ necessario un rapido intervento legislativo della stessa Assemblea regionale siciliana, in ottemperanza agli art. 51 e 117 della Costituzione.

Narcisismo maschile

E’ inoltre evidente che la Regione siciliana sia attualmente caratterizzata da una politica concentrata sul narcisismo maschile, maschilista e sessista, un narcisismo tanto forte da pretendere di essere legge esso stesso, aldisopra ed aldila’ del dettato costituzionale e delle leggi nazionali. Infatti anche la legge regionale approvata a giugno 2020 prevede il 30% di presenza femminile nella giunta regionale, ma a partire dalla prossima legislatura.

Sicilia fanalino di coda


Tale colpevole ritardo colloca la Sicilia, insieme al Molise, come fanalino di coda nel panorama nazionale e contribuisce a perpetuare nella nostra terra una questione meridionale che, nella irrisolta questione femminile, ha una delle sue spine piu’ dolenti. Non possiamo e non vogliamo piu’ accettare questa deriva di civilta’ , questo percorso a ritroso ,di stampo quasi medievale, del Presidente Musumeci e del suo governo tanto piu’ che l’ Europa si muove ormai nella auspicata direzione della democrazia paritaria. Vogliamo che il governo regionale si assuma la responsabilita’ delle proprie azioni e quindi anche dei propri errori, che il Parlamento siciliano intervenga per affermare il rispetto dei principi della nostra Costituzione, calpestati da una maggioranza miope ed arrogante.

  • Subito una legge regionale  per l’ introduzione della doppia preferenza di genere per l’ elezione dell’ Assemblea regionale.
  • Subito correzione ed immediata entrata in vigore , a partire dalla legislatura in corso, della legge regionale 20 giugno 2020, prevedendo che nessun genere sia rappresentato in misura inferiore al 40% nel governo della Regione.

Le firmatarie

Laura Giuffrida
Lucia Tarro Celi
Alessia Coledi
Angela Bottari
Antonella Dagati
Rosanna Fichera
Eleonora Maffei
Antonella Prudente
Antonella Russo
Maria Baronello

Articoli correlati

Un commento

  1. quante stupidaggini: bisogna mettere donne per forza, anche se non adeguate, escludendo uomini magari preparati;
    bisogna dare voti piu’ alti alle studentesse, per forza…:
    dico alle femministe: attente, i figli maschi saranno penalizzati..

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007