Le pensioni aumentano di... 3 euro l'anno: sit-in anche a Messina di Cgil, Cisl e Uil - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Le pensioni aumentano di… 3 euro l’anno: sit-in anche a Messina di Cgil, Cisl e Uil

Carmelo Caspanello

Le pensioni aumentano di… 3 euro l’anno: sit-in anche a Messina di Cgil, Cisl e Uil

lunedì 09 Dicembre 2019 - 18:30
Le pensioni aumentano di… 3 euro l’anno: sit-in anche a Messina di Cgil, Cisl e Uil

Domani (martedì) dalle 10 alle 12 sotto la Prefettura

MESSINA – Nel 2020 le pensioni cresceranno ma di appena tre euro in più all’anno, circa 25 centesimi a mese. Il ricalcolo degli assegni deciso con decreto interministeriale del Ministero dell’Economia e delle finanze e del Ministero alle Politiche sociali, si applicherà anche in Sicilia. Così anche in Sicilia, domani, i sindacati dei pensionati scenderanno in piazza – dalle 10 alle 12 – sotto la sede della Prefettura per un sit-in.

Ogni anno, infatti, la legge prescrive che il valore degli assegni pensionistici siano ricalcolati in ragione dell’inflazione. Le pensioni vengono così ricalcolate in misura proporzionale al costo della vita. Per il 2020 l’aumento sarà però impercettibile: 0,4 per cento. Nel 2019, invece era stato pari all’1,1 per cento.

Il ricalcolo però non piace ai pensionati «La posizione del Governo – spiegano Gaetano Santagati, Bruno Zecchetto e Giuseppe De Vardo di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil – dà l’impressione che i pensionati siano ‘invisibili’ dando loro un amento annuo di appena tre euro, non riconoscendo il fatto che nel nostro Paese vivono 3 milioni di cittadini che versano in condizione di non autosufficienza e la maggior parte di essi sono anziani».

Per far fronte alla mancanza di mezzi, le federazioni dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil chiedono l’approvazione di una legge e rivendicano la difesa delle pensioni. Due sono le ricette: la tutela del potere d’acquisto con un sistema equo di rivalutazione e la “ricostruzione del montante” per chi ha subito il blocco della rivalutazione. I rappresentanti dei pensionati chiedono la riduzione delle tasse con il ripristino della proporzionalità della tassazione per tutti e una seria lotta all’evasione e all’elusione fiscale.

Infine viene rivendicato il diritto alla salute. Le richieste vanno dal superamento di impossibili liste d’attesa all’abolizione del superticket, passando per gli investimenti nella medicina del territorio, nelle cure intermedie e a domicilio.

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007