Messina-Cosenza, le dichiarazioni dei protagonisti - Tempostretto

Messina-Cosenza, le dichiarazioni dei protagonisti

Domenico Colosi

Messina-Cosenza, le dichiarazioni dei protagonisti

domenica 27 Settembre 2015 - 19:26

Il tecnico Arturo Di Napoli esalta la mentalità e lo spirito di gruppo della sua squadra. Cocuzza: "Dedico i miei due gol a mia moglie ed alla mia famiglia".

Le dichiarazioni dei protagonisti della gara tra Messina e Cosenza. Per motivi di ordine pubblico (possibile concomitanza nella partenza da Messina con i tifosi catanzaresi reduci dalla trasferta di Agrigento) nessun tesserato dei calabresi si è presentato in sala stampa.

Christian Argurio: “Vittoria doppia poiché maturata contro una squadra che disputerà un ottimo campionato. Siamo reduci da un tour de force di tre partite in una settimana con un gruppo che ha iniziato a conoscersi da appena dieci giorni; il tecnico è stato straordinario in tutte le scelte effettuale. Il Messina è composto da un gruppo di 22 elementi dove non vi è nessuna separazione tra titolari e riserve: in questo momento ci sono giocatori già in forma campionato ed altri che devono recuperare, ma credo proprio che tutti avranno nel corso della stagione una possibilità per mettere in mostra le proprie qualità”.

Arturo Di Napoli: “Giro ogni complimento alla squadra: con questa mentalità possiamo andare lontano, i risultati, poi, sono la medicina ideale per superare ogni difficoltà. L’impenetrabilità difensiva è frutto dello spirito con cui scendiamo in campo: gli attaccanti sono i primi due difensori della mia squadra. Non ho meriti sull’esplosione di Cocuzza, stiamo parlando di un giocatore che, pur non essendo al centro del mio progetto tecnico, ha saputo sfruttare l’occasione giusta ed è stato premiato: Totò fa parte di quei giocatori che sputano sangue per il Messina dal 5 agosto, quando ancora non vi era alcuna certezza sulla categoria da disputare”.

Carmine Giorgione: “Con grande spirito di sacrificio ci aiutiamo per mantenere costantemente la giusta compattezza in campo. In questo gruppo non vi è un leader, l’unica cosa che conta veramente è il gruppo”.

Salvatore Cocuzza: “Dedico la mia doppietta a maia moglie ed alla mia famiglia. Dopo questa partita mancano 36 punti alla salvezza, il nostro vero obiettivo stagionale. Nel primo gol sono stato fortunato ad essere nel posto giusto, ho colpito il pallone praticamente con la pancia; nel secondo il merito è tutto di Padulano”.

Domenico Colosi

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007