Nuove assunzioni al Neurolesi, l'Orsa denuncia anomalie e prova a bloccare tutto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Nuove assunzioni al Neurolesi, l’Orsa denuncia anomalie e prova a bloccare tutto

F.St.

Nuove assunzioni al Neurolesi, l’Orsa denuncia anomalie e prova a bloccare tutto

F.St. |
martedì 30 Giugno 2015 - 15:01
Nuove assunzioni al Neurolesi, l’Orsa denuncia anomalie e prova a bloccare tutto

Nei giorni scorsi l'IRCCS ha bandito una selezione per nuove figure amministrative ma secondo il sindacato Orsa sembra un bando costruito su misura per qualcuno. Nel mirino il fatto che sia stata inserita l'esperienza lavorativa di almeno 24 mesi tra i requisiti fondamentali.

Una buona opportunità per creare nuovi posti di lavoro in una città che soffre sempre più di disoccupazione che però si rivela piena di stranezze e anomalie. Circa dieci giorni fa la Direzione generale dell’IRCCS Neurolesi pubblicava la “Selezione pubblica, per soli titoli, per il conferimento di incarichi a tempo determinato per figure amministrative del comparto”. Un bando che dunque cerca figure per ricoprire incarichi amministrativi all’interno del centro neurolesi con contratto a tempo determinato per un anno. Un’azione degna di lode se non fosse per alcuni dettagli. A raccontarlo è il sindacato Orsa che ha deciso di scrivere all’assessore regionale alla Sanità Lucia Borsellino, al Direttore generale dell’IRCCS Neurolesi Bonino Pulejo Angelo Aliquò e all’Anac per mettere in luce alcuni dettagli che fanno apparire questo bando come “confezionato ad arte per qualcuno”. La delegata regionale Francesca Fusco, insieme ai rappresentati di Orsa Sanità, si soffermano in particolare su un aspetto: «tra i requisiti specifici si richiede “…esperienza professionale pari ad almeno 24 mesi maturata nel settore amministrativo di enti di diritto pubblico del Servizio sanitario nazionale”, in barba a tutti i disoccupati vittime della crisi e al D.P.R. n. 220 del 2001 che disciplina quali siano i criteri per partecipare alla selezione di un ente pubblico e prevede come esclusivi requisiti specifici di ammissione i titoli di studio».

L’Orsa dice dunque che aver inserito tra i requisiti fondamentali l’obbligo dell’esperienza lavorativa non rispetta la normativa ed è fortemente discriminante, nel bando però l’Irccs insiste molto su questo particolare aspetto e scrive che «il possesso dell’esperienza professionale è da considerarsi requisito imprescindibile considerato che tutto il personale amministrativo in servizio è a tempo determinato e che non sarebbe possibile procedere con il necessario affiancamento e tutoraggio per rendere il personale autonomo nella definizione dei procedimenti amministrativi che caratterizzano gli uffici. Una eventuale non sufficiente esperienza professionale metterebbe a serio rischio la continuità gestionale dell’Ente e la continuità assistenziale sanitaria che necessita del supporto amministrativo indispensabile per il corretto svolgimento delle attività ospedaliere e di ricerca dell’istituto».

Il sindacato però vuol far rilevare che per esempio l’art. 35 del D.P.R. prevede che «per il personale appartenente al profilo professionale di assistente tecnico il requisito specifico di ammissione al concorso è il diploma di istruzione secondaria di secondo grado specifico in relazione alla professionalità richiesta», senza dunque citare l’esperienza lavorativa.

Alla luce di questi aspetti l’Orsa chiede il ritiro del bando o la modifica dei requisiti specifici in modo da garantire a tutti la possibilità di accedere al concorso pubblico. L’Orsa Sanità, inoltre, chiede all’Anac di verificare la regolarità, la trasparenza e la legittimità di tale procedura amministrativa. Se non arriveranno risposte soddisfacenti il sindacato è pronto a proseguire il percorso iniziato presso tutti gli enti di controllo a tutela di tutti i lavoratori.

F.St.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. puzza di bruciato 1 Luglio 2015 14:50

    L’Orsa ha capito in ritardo che le assunzioni sono frutto di intese per non alimentare altre proteste a causa della chiusura dell’Ospedale… Le cose sono due: o hanno capito in ritardo(cosa gravissima) oppure la spartizione non è andata secondo previsione(cosa più grave ancora)
    Cmq falla come la vuoi ma l’ospedale chiuderà perché tanti si sono girati dall’altra parte… facendosi sistemare figli parenti ecc ecc

    0
    0
  2. puzza di bruciato 1 Luglio 2015 14:50

    L’Orsa ha capito in ritardo che le assunzioni sono frutto di intese per non alimentare altre proteste a causa della chiusura dell’Ospedale… Le cose sono due: o hanno capito in ritardo(cosa gravissima) oppure la spartizione non è andata secondo previsione(cosa più grave ancora)
    Cmq falla come la vuoi ma l’ospedale chiuderà perché tanti si sono girati dall’altra parte… facendosi sistemare figli parenti ecc ecc

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007