Limosani: "La Cina è vicina e la sfida si gioca tutta in casa" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Limosani: “La Cina è vicina e la sfida si gioca tutta in casa”

.

Limosani: “La Cina è vicina e la sfida si gioca tutta in casa”

. |
martedì 16 Luglio 2019 - 09:39
Limosani: “La Cina è vicina e la sfida si gioca tutta in casa”

La riflessione del professor Limosani sulle tematiche legate allo sviluppo

L

Dopo oltre 25 anni di sviluppo ad un tasso medio annuo di poco inferiore al 10% “il numero di famiglie cinesi appartenenti al ceto medio è salito a 225 milioni e si prevede che se ne potrebbero aggiungere altre 50 milioni entro il 2020”. Il cambiamento di status sociale ha comportato modifiche rilevanti nelle abitudini di consumo; si registra, infatti, una diminuzione della quota di reddito destinato ai consumi per cibo e abbigliamento, mentre aumenta quella per le comunicazioni, l’istruzione, il tempo libero e i viaggi. Una bella notizia, quest’ultima, ed una grande opportunità per il nostro territorio che nel turismo trova (o dovrebbe trovare) una fonte di ricchezza e di occupazione. Pensate che basterebbe intercettare poco più dell’1% di questo ceto medio benestante cinese per portare 5 milioni di nuovi visitatori, cioè a dire raddoppiare il numero di turisti che oggi arrivano in Sicilia.

A questo punto la sfida è quella di non lasciarsi sfuggire questa opportunità. Cosa fare dunque? La prima cosa è trovare il modo di convincere i turisti cinesi a venire in Sicilia. Gli esperti di marketing strategico sono le persone più indicate a proporre soluzione ed elaborare piani per raggiungere questo obiettivo. Ritengo, tuttavia, che il governo regionale possa svolgere un ruolo fondamentale in questa partita favorendo accordi commerciali e investimenti congiunti tra i due paesi per promuovere la cultura e il turismo.

La seconda questione è come far raggiungere la Sicilia ai nuovi turisti? Un tema che rimanda all’annosa criticità delle infrastrutture aeroportuali siciliane che, come è noto, secondo gli standard quantitativi e qualitativi internazionali sono quasi al collasso e quindi insufficienti a gestire questo significativo aumento di presenze turistiche.

La terza questione è Dove accogliere i nuovi turisti? Secondo indagini recenti l’88% dei cinesi che si muovono in giro per l’Europa predilige hotel di lusso, shopping esclusivo, guide turistiche specializzate e spostamenti in piccoli gruppi. Le nostre strutture ricettive ed il sistema turistico nel suo complesso sono pronti a raccogliere tale sfida?

La quarta questione è relativa all’organizzazione dell’offerta turistica. Il nostro territorio è forse quello più ricco in termini di patrimonio culturale, storico e naturalistico. La sola presenza di così tanta ricchezza, tuttavia, non è sufficiente a generare redditi e occupazione. Serve una nuova strategia di promozione, valorizzazione e gestione del patrimonio ed una rinnovata filosofia gestionale ed organizzativa dei servizi che metta al centro della propria azione l’integrazione e il coordinamento delle diverse filiere -beni culturali, agroalimentare, paesaggio naturalistico, tempo libero-.

La recente visita del Presidente Xi Jinping in Sicilia ha reso questa terra, agli occhi del popolo cinese, un luogo “degno” di essere visitato e conosciuto. Tocca a noi, adesso, “cogliere l’attimo” (Carpe Diem). E’ necessaria una cabina di regia in grado di determinare obiettivi e priorità, coordinare le varie azioni, valutare gli effetti dei vari interventi, coinvolgere i privati e i diversi stackholders in un progetto che rilanci il ruolo della Sicilia nel turismo internazionale. Su questo piano si gioca la sfida del governo regionale.

Michele Limosani

Tag:

Insieme per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione. Ci siamo guadagnati la vostra fiducia lavorando con impegno. Abbiamo fatto qualche errore,ovviamente, ma non abbiamo mai derogato al nostro intento di libertà. Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, maggiori contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria. E‘ un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007