La burocrazia di Palazzo Zanca ingolfa gli stipendi di Atm e Messinambiente - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La burocrazia di Palazzo Zanca ingolfa gli stipendi di Atm e Messinambiente

La burocrazia di Palazzo Zanca ingolfa gli stipendi di Atm e Messinambiente

mercoledì 11 Aprile 2018 - 10:11
La burocrazia di Palazzo Zanca ingolfa gli stipendi di Atm e Messinambiente

Ritardi burocratici ingiustificabili dei dipartimenti comunali provocano continui ritardi nel pagamento degli stipendi dei dipendenti Atm e Messinambiente. Gli strali di Fit Cisl e Uiltrasporti sulla macchina burocratica del Comune di Messina.

Gli stipendi Atm dovevano essere pagati entro il 5 aprile, tra poco arriva anche l'ultima data utile per quelli di Messinambiente, ma da Palazzo Zanca nessuna notizia sui quasi mille stipendi dei dipendenti delle due grandi partecipate comunali.

«Non è la prima volta che mettiamo in evidenza l'inefficienza e la lentezza della macchina burocratica comunale – dichiarano Michele Barresi e Letterio D'Amico segretari di Uiltrasporti e Fit Cisl – che da tempo provocano criticità e disagi economici e organizzativi alle società partecipate, specialmente nel saldo degli stipendi per oltre mille dipendenti sul territorio comunale delle aziende di trasporto e di raccolta rifiuti. Ad oggi non abbiamo notizie degli stipendi di Atm che dovevano essere saldati entro il 5 aprile, spiegano Barresi e D'Amico, e da quanto ci risulta per l'ennesima volta i mandati di pagamento si sono "smarriti" tra i corridoi di palazzo Zanca nelle solite stucchevoli pastoie burocratiche del Dipartimento Mobilità.

Anche sul fronte dell'altra partecipata, Messinambiente, Cisl Uil e Fiadel hanno inoltrato una nota lamentando che ad oggi non si ha certezza se il Comune abbia predisposto il mandato di pagamento per poter corrispondere gli stipendi della mensilità di marzo 2018, visto che la scadenza contrattuale è imminente. Tra l’altro, essendo la prima corresponsione retributiva dei dipendenti della Messinambiente in comando, è opportuno non causare ritardi che possano creare ulteriori criticità in un ambiente già surriscaldato dagli eventi degli ultimi mesi.

L'amministrazione comunale – concludono i sindacalisti – prenda i provvedimenti del caso per evitare che gli indiscutibili sacrifici che i lavoratori delle partecipate stanno facendo per rilanciare e garantire i servizi essenziali della città vengano vanificati dalla cronica inefficienza della macchina burocratica».

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007