Tortorici, presi tre dei rapinatori dell'ufficio postale. Recuperati i 160 mila euro - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Tortorici, presi tre dei rapinatori dell’ufficio postale. Recuperati i 160 mila euro

Tortorici, presi tre dei rapinatori dell’ufficio postale. Recuperati i 160 mila euro

giovedì 02 Maggio 2013 - 17:47
Tortorici, presi tre dei rapinatori dell’ufficio postale. Recuperati i 160 mila euro

Non hanno avuto il tempo di godersi il bottino i tre rapinatori che dopo aver messo a segno un colpo da 150mila euro sono stati arrestati mentre ancora dovevano spartirsi il bottino. I fermati sono tutti di Acireale

Un colpo da 150mila euro. Ecco quanto era fruttata la rapina ai danni dell’ufficio postale di Tortorici messa a segno oggi alle 12. Ma un’ora dopo il colpo, tre dei rapinatori sono stati fermati da Polizia di Stato e carabinieri. Le manette sono scattate ai polsi di Fabrizio Bella, 48 enne di Aci Catena, Camillo Pappalardo, 42 enne di Acireale e Giuseppe Gurgone, 41 enne di Aci Catena, tutti e tre con alle spalle svariati reati e condanne, tra le quali associazione per delinquere di tipo mafioso, rapine, furti, ricettazione, estorsione, spaccio di sostanze stupefacent. Bella e Gurgone hanno precedenti anche per omicidio.

Come ricostruito dagli investigtaori, i malviventi sono entrati dalla porta posteriore dopo aver forzato il cancelletto esterno. Quando sono entrati nell’ufficio i clienti presenti hanno visto i malviventi in azione dietro il vetro che separa il pubblico dai dipendenti. Con il volto nascosto da passamontagna, armati di piccone e piede di porco, si sono fatti consegnare i soldi presenti in cassa, 160 mila euro. Oggi erano in pagamento le pensioni. Ad attendere i tre fuori dall’ufficio postale c’era un quarto complice. Quindi sono fuggiti a bordo di una Fiat Uno grigia. L’auto è stata poco dopo trovata abbandonata. Dagli accertamenti è risultato che era stata rubata. Un’ora dopo la rapina, i carabinieri della locale stazione ed i colleghi della compagnia di Sant’Agata Militello insieme agli agenti del posto fisso di Poliziali hanno fermato i tre intorno alle 13. Sono stati scovati in un appartamento di via Filangieri. All’interno dell’abitazione sono stati trovati anche guanti e passamontagna utilizzati molto probabilmente per la rapina. La refurtiva era custodita all’interno di una federa di cuscino fuxia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x