Medievalia, nessuna truffa per la manifestazione: la torre di Brolo fu sequestrata - Tempostretto

Medievalia, nessuna truffa per la manifestazione: la torre di Brolo fu sequestrata

Alessandra Serio

Medievalia, nessuna truffa per la manifestazione: la torre di Brolo fu sequestrata

martedì 31 Maggio 2022 - 08:03

Tutti scagionati dall'accusa di false fatture per i contributi alla rassegna nel castello medievale di Brolo

PATTI . Si chiude con sette assoluzioni il processo sulle presunte truffe intorno alle manifestazioni Medievalia, l’inchiesta della Guardia di Finanza culminata nel 2015 col clamoroso sequestro della torre del castello di Brolo, sede di periodiche mostre e rassegne medioevali nell’immobile intestato al quarantanovenne Nino Germanà, cugino dell’omonimo deputato.

Per il Tribunale di Patti (presidente Samperi) le accuse, contestate a vario titolo, di truffa e riciclaggio non si sono rivelate fondate e tutti gli imputati sono stati assolti con formula piena, perché il fatto non sussiste. Insomma le fatture, le pezze d’appoggio per ottenere i rimborsi, non erano inesistenti o gonfiate, come sostenuto dall’Accusa.

La sentenza scagiona, insieme all’avvocato Germanà, il tipografo di Ficarra Antonino Armenio, Vincenzo Oriti di Alcara li Fusi, Rosario Triolo di Barcellona, Antonio Raffa e Pietro Insana di Brolo, Antonino Sidoti di Oliveri.

Sul banco degli imputati, organizzatori e fornitori del circolo Pickwick che tra il 2009 e il 2010 chiese ed ottenne dall’assessorato regionale al Turismo i contributi per la ristrutturazione della torre e una serie di manifestazioni.

Hanno difeso gli avvocati Carmelo Occhiuto, Alessandro Pruiti, Decimo Lo Presti, Giacomo Portale e Tommaso Calderone.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007