La Regione taglia sul trasporto pubblico: nel mirino anche l'Atm - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La Regione taglia sul trasporto pubblico: nel mirino anche l’Atm

La Regione taglia sul trasporto pubblico: nel mirino anche l’Atm

giovedì 19 Aprile 2018 - 06:00
La Regione taglia sul trasporto pubblico: nel mirino anche l’Atm

L'allarme è stato lanciato dal presidente dell'Atm Giovanni Foti durante la presentazione della nuova linea elettrica. Quanto deciso alla Regione potrebbe penalizzare fortemente Messina, già beffeggiata rispetto a Catania e Palermo, visto che ottiene un corrispettivo chilometrico che vale la metà

Ventiquattro milioni di euro in meno al Trasporto Pubblico siciliano sui 158 milioni annui che di già sono il contributo più basso d'Italia in proporzione a popolazione e estensione geografica. Un allarme lanciato dal presidente dell’Atm Giovanni Foti durante il workshop sui nuovi bus elettrici che vede nei tagli regionali al trasporto siciliano il rischio concreto anche per l’Atm messinese.

Queste le premesse che ci consegna il piano di nuova austerità del governo Musumeci – dichiara Michele Barresi segretario mobilità Uiltrasporti Sicilia – che di fatto, se realizzato, porterebbe al collasso il sistema del trasporto pubblico su gomma nell'isola e darebbe all'azienda trasporti Messina l'ennesima mortificazione al piano di rilancio che con difficoltà sta portando avanti negli ultimi anni. Un nuovo taglio previsto tra il 10% e il 15% che si aggiungerebbe alla cronica penalizzazione a cui l'ATM Messina è assoggettata dalla Regione in termini di rimborsi chilometrici – dichiara Barresi – non consentirebbe la stesura di un piano industriale 2018/2020 idoneo a rispondere alle esigenze della cittadinanza e a far recuperare il gap finanziario ereditato dalle precedenti gestioni".

La Sicilia dovrebbe rivedere la politica dei trasporti nel suo complesso – continua la Uiltrasporti- rientrando all'interno del Fondo Nazionale Trasporti che garantirebbe maggiori risorse per la regione e la classe politica messinese in particolare dovrebbe fare quadrato per la difesa dell'Atm e del trasporto pubblico dei cittadini messinesi che ad oggi riceve un quinto dei contributi dell'Amat Palermo e solo un quarto di quelli dell'Amt di Catania.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007