Messina. Ancora scontro sugli impianti sportivi tra Consiglio e Giunta - Tempostretto

Messina. Ancora scontro sugli impianti sportivi tra Consiglio e Giunta

Giuseppe Fontana

Messina. Ancora scontro sugli impianti sportivi tra Consiglio e Giunta

mercoledì 26 Gennaio 2022 - 13:04

In Commissione, duri attacchi dei consiglieri all'amministrazione: "Giudizio totalmente insufficiente"

MESSINA – Se le dimissioni del sindaco Cateno De Luca non dovessero essere più ritirate, l’amministrazione comunale saluterà Messina il prossimo 14 febbraio. Poco meno di tre settimane mancano alla data in questione, ma gli scontri con il Consiglio comunale proseguono sugli argomenti più disparati. Oggi è stato l’assessore allo sport Francesco Gallo a incrociare metaforicamente le spade con i consiglieri, nel corso di un’accesa V Commissione in cui, ancora una volta, si è parlato di impianti sportivi.

Gallo in cerca di “soluzioni per gli impianti di gestione comunale”

Gallo in oltre mezz’ora ha ripercorso quanto fatto, quanto si farà a breve (“la prossima settimana si parlerà dell’affidamento del campo da basket del Pala Ritiro, e dei palazzetti Tracuzzi e Russello”) e quanto invece non è stato portato a termine. “Stiamo cercando di trovare una soluzione per la manutenzione degli impianti di gestione comunale che consenta alle società di usufruire della struttura rapportandosi con custodi o personale che li gestisca”, ha spiegato l’assessore parlando di una carenza di personale su cui, però, è stato attaccato dai consiglieri.

Interdonato: “Un fallimento politico”

“Sentire parlare di carenza di personale è inopportuno – ha risposto Nino Interdonato – perché la Giunta ha deliberato di non assumere pur avendo i fondi. Questo è un falso mito che si poteva risolvere facilmente, ad esempio con i centri per l’impiego. Parlando invece dell’affidamento della piscina, del campo Bonanno e della pista d’atletica non possiamo non dire che si tratta di un fallimento politico. Sono stati ceduti impianti a un altro ente pubblico, l’Università, che già non gestisce la piscina che ha. Ma il tema è comunque un altro: non si è portata avanti neanche una esternalizzazione. L’unico bando è stato per lo stadio Franco Scoglio e sappiamo com’è andata a finire: è stato ritirato”.

Argento parla di sconfitta netta: “Giudizio totalmente insufficiente”

Sottoscrive pienamente l’intervento del collega consigliere anche Andrea Argento, che ha parlato di “ennesimo fallimento della Giunta De Luca sulla gestione degli impianti. Se fosse una partita, parlando di sport, sarebbe una sconfitta netta per l’amministrazione. Quali intoppi ci sono stati per dover aspettare 4 anni dopo la gestione precedente? La verità è che sono stati sbandierati successi della precedente amministrazione come fossero propri. Il giudizio non può che essere totalmente insufficiente”.

Il presidente La Tona: “Esperienza non positiva”

Anche il presidente della V Commissione, Pietro La Tona, in chiusura dei lavori ha dato il suo voto negativo a quanto fatto: “Non parlo dell’assessore Gallo che è in carica da un anno e mezzo, ma in generale se fossi l’amministrazione non me la sentirei di considerare positiva la propria esperienza con gli impianti sportivi”. E poi ancora, riferendosi al modo di operare dello stesso Cateno De Luca, ha sottolineato che “se oggi arrivasse un nuovo sindaco De Luca e dovesse fare una relazione di inizio mandato direbbe peste e corna dell’amministrazione precedente. Negli ultimi 4 anni purtroppo non si è fatto nulla di più dei 28 anni precedenti”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007