Messina. Aumenta l'abbandono di animali domestici: "40 cani ritrovati solo in estate" - Tempostretto

Messina. Aumenta l’abbandono di animali domestici: “40 cani ritrovati solo in estate”

Giuseppe Fontana

Messina. Aumenta l’abbandono di animali domestici: “40 cani ritrovati solo in estate”

venerdì 19 Agosto 2022 - 07:01

Tanti gli amici a 4 zampe ritrovati in strada, alcuni fuggiti per paura dei fuochi d'artificio, altri lasciati dalle proprie famiglie. Gli ultimi 3 lo scorso 14 agosto

MESSINA – La calda estate messinese si abbatte anche sugli animali domestici. Basta un rapido sguardo ai gruppi e alle pagine Facebook cittadine per vedere come una grande quantità di cani sia stata ritrovata per strada nell’arco delle ultime settimane. Parliamo di animali di tutte le taglie, abbandonati o fuggiti per vari motivi, di cui non sempre si riesce a rintracciare la famiglia. Un problema che riguarda anche i gatti, tanti, troppi in giro per strada, spesso vittime di auto e moto, un rischio per la propria vita e quella dei cittadini stessi.

Rosanna Giorgianni: “Tanti cani ritrovati in strada”

“Ci chiamano perché si ritrovano cani vicino casa o noi stessi vediamo cani abbandonati – racconta la dottoressa Rosanna Giorgianni, capo nucleo delle Guardie Zoofile di Messina -. Spesso riusciamo a fermarli e controlliamo se hanno il chip, così da riconsegnarli al proprietario, ma di fatto devono essere presi dal Dog Village, quindi tramite Comune o vigili urbani, che devono mandare i propri operatori per l’accalappiamento. Poi sono sempre loro a parlare con l’Asp e rintracciare il proprietario. Capita però che non si trovi, perché molti non sanno in caso di cambio di residenza bisogna comunicare il cambio di indirizzo anche per il cane. Così accade che, invece, non abbiamo possibilità di rintracciarlo. Spesso questi cani poi restano al canile, insieme a cani che non sono ancora registrati in anagrafe pur avendo un proprietario. I tempi in questi casi diventano lunghi, perché bisogna risalire al lotto dei chip e alla scheda anagrafica dei veterinari. E poi ci sono i cani senza chip che devono essere per forza presi. Molti cani padronali che vengono abbandonati non sanno divincolarsi tra le automobili: in questi casi ci affidiamo alle adozioni”.

Ritrovati dai 30 ai 40 cani soltanto durante l’estate

“Non parliamo di uno o due casi isolati – prosegue Rosanna Giorgianni – ma di decine di animali abbandonati. Senza contare i gatti in giro per la città, che poi, non essendoci un gattile, tornano per strada: “Solo in questa estate sono stati trovati dai 30 ai 40 cani. Basti pensare che la clinica veterinaria convenzionata è stracolma, considerando anche i gatti. Non bisogna sottovalutare anche questo aspetto: molti gatti vengono trovati incidentati, vanno curati e spesso devono essere rimessi in libertà. Perché non avendo ancora un gattile non si sa dove mandarli. E intanto i canili convenzionati con il Comune di Messina sono strapieni”.

La paura dei fuochi d’artificio porta alla fuga

30 o 40 animali ritrovati o abbandonati non sono pochi. La dottoressa Giorgianni, sul territorio da tempo, rapporta l’estate 2022 alle precedenti e lancia l’allarme sulle cause della fuga di molti cani: “Rispetto alle scorse estati ce ne sono di più. Molti scappano a causa dei fuochi d’artificio e dei botti sparati per le feste e le processioni dei santi. Hanno paura e molti riescono a fuggire dai recinti. Bisogna stare molto attenti ai propri animali”.

Tre cani ritrovati il 14 agosto

Infine un appello ai cittadini, partendo dagli ultimi animali salvati dalla strada dalle guardie zoofile, appena 4 giorni fa: “Gli ultimi ritrovamenti sono stati il 14 agosto e parliamo di 3 cani trovati a Castanea. Per prenderli abbiamo lavorato fino all’una di notte, per rallentare le macchine che sfrecciano sui colli. Si tratta di un cane padronale, di uno con microchip che però non risulta e di un altro senza chip: erano terrorizzati”.

Uno dei tre cani salvati dalla strada lo scorso 14 agosto

Tag:

3 commenti

  1. Il cane fa di tutto per crescere i propri cuccioli, c’è da chiedersi con che coraggio una persona si disfa di un animale con cui ha condiviso l’ambiente familiare, almeno questi sconsiderati e vigliacchi trovino un pizzico di coraggio per portarli al canile.

    8
    0
  2. Fino a che non ci saranno i controlli e sanzioni per i proprietari che non applicano il microchip ai cani , sarà una storia infinita .

    10
    0
  3. Molti cittadini anziani vivono da soli e i loro unico compagno di vita è un cane o un gatto. Ma se ipoteticamente stanno male e vengono ricoverati non vi è nessuna istituzione che li aiuti.
    A chiacchiere sono tutti bravi.
    L’unica cosa che funziona è il volontariato, bravi!!!

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007