Messina, bomba sul Carnevale: "Minacciata dalla compagna dell'assessore" VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina, bomba sul Carnevale: “Minacciata dalla compagna dell’assessore” VIDEO

Rosaria Brancato

Messina, bomba sul Carnevale: “Minacciata dalla compagna dell’assessore” VIDEO

giovedì 20 Febbraio 2020 - 07:15

"Vi racconto la verità sul Carnevale fantasma di Piazza Cairoli". Il j'accuse di Teresa Impollonia è una nuova grana per l'assessore Scattareggia

Il Carnevale più bello dello Stretto” rischia di trasformarsi in un ordigno nucleare per l’assessore Scattareggia, incappato nell’ennesimo inciampo. Accuse pesanti come macigni quelle che l’agenzia di eventi Blue Sea in Sicily, attraverso la responsabile delle relazioni con il pubblico Teresa Impollonia lancia nei confronti dell’assessore allo spettacolo, già finito più volte sulla graticola per la gestione della delega.

Il j’accuse della Impollonia

Per la verità Teresa Impollonia (ex socia della compagna dell’assessore nell’associazione Infodonna con la quale hanno organizzato diverse iniziative), quello che aveva da dire lo ha detto chiaro e tondo nella conferenza stampa di presentazione delle iniziative di Carnevale organizzate dal Comune. Un fuori programma che ha creato non pochi imbarazzi tra i rappresentanti della giunta presenti alla conferenza (guarda il video). Quelle accuse sono adesso nero su bianco e sono pesantissime.

il fuori programma in conferenza stampa

Piazza Cairoli Fantasma

Siamo amareggiati per la faziosa e cattiva gestione del calendario delle manifestazioni del carnevale 2020- si legge nel comunicato- a danno della nostra agenzia, ma soprattutto dell’intera cittadinanza, che dopo anni di buona organizzazione, si ritroverà una Piazza Cairoli fantasma ed abbandonata dall’Istituzione Comunale”.

“La nostra agenzia danneggiata”

La Blue Sea in Sicily aveva presentato già a gennaio le proposte per l’organizzazione di eventi a Piazza Cairoli in occasione della settimana di Carnevale, con particolare attenzione ai più piccoli, ma nonostante i solleciti fino a lunedì 17 febbraio non aveva ricevuto alcuna risposta. Anzi nel programma del “Carnevale più bello dello Stretto” non solo non figurano gli eventi della Blue Sea Sicily, ma non c’è alcuna iniziativa a Piazza Cairoli.

Il retroscena

Come dichiarato dalla Impollonia il motivo della mancata risposta alle richieste di patrocinio gratuito, nonché la palese esclusione, c’è. Ed avrebbe origine nei rapporti burrascosi che da quasi un anno ci sono tra Teresa Impollonia e la compagna dell’assessore Scattareggia. Insomma dietro il silenzio ci sarebbero dissidi non sopiti. Solo dopo le contestazioni della Impollonia, peraltro ormai a cartellone chiuso, l’amministrazione ha risposto all’agenzia ed è un no.

Impollonia: ho subito minacce

La decisione di non prendere in considerazione le nostre proposte già protagonisti in altre occasioni di grandi successi riscossi in ambito cittadino con le proprie iniziative ha un perchè– prosegue Teresa Impollonia– Trova origini nelle minacce subite dalla sottoscritta nella qualità di presentatrice e direttrice artistica della manifestazione “La Mascherina d’oro 2019” organizzata per il Carnevale dello scorso anno a Piazza Cairoli, da parte dell’assessore e dalla sua compagna. I due, urtati dalla presenza in giuria dell’ allora componente del Cda dell’Amam Roberto Cerreti, responsabile di aver consigliato alla coppia di ridurre per motivi di opportunità le apparizioni pubbliche della fidanzata di Scattareggia in manifestazioni patrocinate dal Comune, mi aggredivano verbalmente dicendo che avrebbero fatto in modo “che né io né chi collaborava con me avrebbero più lavorato col comune di Messina.”

Dissidio mai sopito

A quanto pare è andata proprio così, perché Teresa Impollonia, che fino ad allora aveva organizzato numerose manifestazioni, improvvisamente è stata sostituita sia in città che in provincia in diverse occasioni. E’ inoltre accaduto che le istanze venissero rigettate a ridosso della data degli eventi, che pertanto venivano annullati. Ma il racconto di Teresa Impollonia non finisce qui. La lite con la compagna di Scattareggia sarebbe iniziata quando quest’ultima avrebbe chiesto di presentare per l’agenzia della Impollonia anche gli spettacoli patrocinati dal Comune nonostante lo stesso Cateno De Luca avesse avuto modo di far capire che era contrario a tali decisioni.

La pec a Carnevale iniziato

Mai avremmo mai pensato che le minacce avrebbero finito con il condizionare l’intera comunità. Rammarica maggiormente, l’aver ricevuto, dopo la conferenza stampa di lunedì scorso e quindi, dopo la mia incursione, una tardiva “pec” dal comune a firma dell’ assessore, dove si accampavano pretestuose motivazioni con il diniego del patrocinio. Tra queste la mancanza documentale o l’eventuale scopo di lucro di alcune iniziative proposte. Il programma proposto era dettagliato con allegati anche non richiesti quali planimetrie e misure di sicurezza. Le iniziative per le quali si chiedeva un minimo corrispettivo, quali le giostrine per i bimbi, prevedevano un ticket finalizzato al soddisfacimento delle spese, considerato l’apporto gratuito da parte del Comune di Messina”.

Le accuse pesano e sicuramente la querelle non si chiuderà qui e avrà risvolti anche in altre sedi. Certo è che Piazza Cairoli non sarà palcoscenico di alcuna iniziativa per il Carnevale e che il diniego alle proposte della Blue Sea Sicily, è arrivato a tempo scaduto.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Ma possibile che ogni questione a Messina debba risolversi in pettegolezzo di quartiere? Puo’ la stampa lasciare spazio a questa bassezza di personaggi? Entrambi le parti intendo

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007