Messina, che figuraccia. Il Francavilla ne fa cinque - Tempostretto

Messina, che figuraccia. Il Francavilla ne fa cinque

Simone Milioti

Messina, che figuraccia. Il Francavilla ne fa cinque

domenica 23 Gennaio 2022 - 19:26

Il Messina in emergenza subisce tre reti già nel primo tempo. Nella ripresa il gol della bandiera di Balde prima del pokerissimo finale della Virtus Francavilla

Quattro punti in due partite, era questo il bottino di Ezio Raciti dopo le ultime due partite del 2021. Il traghettatore, promosso dalla Primavera, è però rimasto alla guida della prima squadra biancoscudata in Serie C e nella prima partita del 2022 dell’Acr Messina ha subito una larga sconfitta dalla Virtus Francavilla per 5-1. L’unico precedente tra i professionisti delle due squadre in Puglia era relativo alla stagione 2016/2017, in quell’occasione si imposero di locali col risultato di 3-1.

Prima trasferta per il Messina con Raciti e prima partita senza punti per l’allenatore chiamato a salvare la situazione. Ma il match del Giovanni Paolo II di Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi, non è mai stato in discussione. I peloritani hanno iniziato chiaramente in emergenza dovendo portare in panchina 5 giocatori della Primavera, tre di questi sono entrati in campo nel finale di gara, e perdendo anche Mikulic nel riscaldamento.

Alle difficoltà di disponibilità dei giocatori si è aggiunta una differenza di peso tra le due squadre: la Virtus Francavilla lotta per accedere ai playoff con 33 punti, mentre i biancoscudati hanno come obiettivo stagionale la salvezza tra i professionisti. Nel prossimo turno il Messina ospiterà il Picerno, altra sfida complicata ma da giocare in casa e con qualche effettivo in più sul campo da gioco.

Primo tempo

La sfida inizia sotto una pioggia battente e con la Virtus Francavilla che in pochi minuti prende il controllo del campo. Il primo squillo è di Patierno al 7′, ma poco dopo lo stesso centravanti dei pugliesi sblocca la sfida. Cross di Caporale dalla sinistra, male la difesa del Messina che permette a Patierno di correggere il cross in rete alle spalle di Fusco.

Al 17′ si vede il Messina in avanti per la prima volta, buona transizione e Marginean combina al limite dell’area con Balde, l’attaccante biancoscudato lascia partire il tiro, ma è attento Nobile a chiudergli lo specchio della porta. L’azione del Messina è stata un lampo e la Virtus Francavilla continua a dominare il gioco, intorno alla mezz’ora una serie di tre calci d’angolo consecutivi, sul terzo arriva il raddoppio di Miceli che può colpire indisturbato da dentro l’area piccola.

Nei minuti finali il Messina continua a non trovare il bandolo della matassa e su un’uscita sbagliata Pierno si ritrova una prateria sulla destra. Il cross dell’esterno della Virtus Francavilla trova in area tutto solo Prezioso che al 37′ piazza di testa calando il tris per i locali. Sul finire del primo tempo, senza recupero concesso dall’arbitro, una rete annullata a Celic per fuorigioco segnalato dal secondo assistente dell’arbitro.

Secondo tempo

Ritornano in campo con meno foga i padroni di casa che infatti lasciano spazio alle offensive del Messina. Il suo giocatore più pericoloso, Marginean, tenta prima un cross dalla sinistra facilmente bloccato e poi al 57′ tenta una conclusione da appena fuori area su cui Nobile si deve impegnare per togliere dallo specchio della porta e deviare in angolo. Sulla battuta del corner il capitano Carillo in tuffo impegna il portiere pugliese che non si lascia superare.

Gli uomini di Taurino però sono troppo molli e al 58′ Tchechoua perde palla al limite dell’area, Konate serve Adorante che prova subito la conclusione ma sbaglia. Il pallone fortunatamente sbatte su Marginean e arriva a Balde che da due passi scarica in porta per la rete del Messina. La gioia di aver accorciato le distanze non dura neanche un giro di orologio perché sul capovolgimento di fronte, dopo il calcio di inizio, un pasticcio tra Simonetti e Fusco, col difensore che con un retro passaggio mette fuori gioco il suo portiere, spalanca la porta a Pierno che deve solo spingere il pallone in porta ristabilendo le tre reti di distanza.

Arrivano i cambi, Raciti toglie Simonetti e butta dentro Russo, triplo cambio per la Virtus Francavilla che può permetterseli. Al 72′ Maiorino va vicinissimo al pokerissimo, ma bravo nella situazione Rondinella e deviare di quel poche che basta il pallone. È comunque tutto inutile perché al 77′ l’arbitro ravvisa un fallo di mano di Carillo in area, ammonito il capitano biancoscudato e rigore per i locali. Sul dischetto Perez fredda Fusco che aveva intuito ma non senza evitare di subire la quinta rete della sua sfortunata partita. Nel finale Raciti sostituisce alcuni giocatori stanchi e lascia spazio ai giovanissimi Maisano, Giuffrida e Spaticchia all’esordio in prima squadra.

Tabellino

Virtus Francavilla – Acr Messina 5-1 (Patierno 11′, Miceli 29′, Prezioso 37′, Balde 58′, Pierno 59′, Perez 78′ rig.)

Virtus Francavilla (3-5-2): Nobile; Delvino, Miceli, Caporale; Pierno (dall’80’ Gianfreda), Prezioso (dal 65′ Franco), Toscano, Tchetchoua (dal 65′ Carella), Ingrosso; Maiorino (dal 73′ Ventola), Patierno (dal 65′ Perez).

A disposizione: Milli, Cassano, Feltrin, Idda, Mastropietro, Enyan, Ventola, Tulissi. Allenatore: Roberto Taurino.

Acr Messina (3-5-2): Fusco; Fazzi, Celic, Carillo; Rondinella (dal 89′ Giuffrida), Konate, Fofana (dal 79′ Maisano), Marginean, Simonetti (dal 61′ Russo); Adorante (dal 89′ Spaticchia), Balde.

A disposizione: Lewandowski, Russo, Giuffrida, D’Amore, Spaticchia, Maisano, Veca. Allenatore: Ezio Raciti.

Ammoniti: Tchechoua 20′ (V), Prezioso 42′ (V), Patierno 46′ (V), Carillo 77′ (M).
Arbitro: Paolo Bitonti di Bologna. Assistenti: Lencioni di Lucca e Torresan di Bassano del Grappa. IV: Pistarelli di Fermo.
Calci d’angolo: 4-7. Recupero: 0’ + 3’.

Articoli correlati

Tag:

2 commenti

  1. Poverini fanno tenerezza. Sciotto, Raciti, i poveri Giocatori, i pochi Tifosi rimasti. Ormai i tempi sono cambiati e anche città come Catania e Palermo non hanno una lira neanche per la serie C. Non ci sono cinesi o fondi interessati tanto vale rassegnarsi ai dilettanti con una sana terza categoria. Messina è ormai una città senza speranza

    7
    2
  2. SOLO UNA PAROLA “SIETE SCARSI E INUTILI AH RITIRATEVI”

    4
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007