Messina e provincia, Polizia nei luoghi della movida per evitare assembramenti - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina e provincia, Polizia nei luoghi della movida per evitare assembramenti

Alessandra Serio

Messina e provincia, Polizia nei luoghi della movida per evitare assembramenti

lunedì 27 Luglio 2020 - 16:06
Messina e provincia, Polizia nei luoghi della movida per evitare assembramenti

Bilancio positivo per i controlli nei luoghi della movida a Messina e provincia: solo un locale non in regola, nessun assembramento

Proseguono i controlli disposti dal Questore Vito Calvino nelle discoteche, lidi e luoghi di ritrovo della movida messinese volti a garantire la massima sicurezza e il rispetto delle norme anti Covid 19 nei luoghi maggiormente frequentati in città e provincia nella stagione estiva.

Nel weekend appena trascorso sono stati effettuati numerosi servizi straordinari in città e in provincia. In particolare, gli agenti di Capo d’Orlando, Patti e S.Agata Militello, insieme ai Carabinieri e alla Guardia di Finanza, hanno monitorato il numero di persone presenti all’interno di locali notturni e la regolamentazione del flusso di avventori all’interno. Obiettivo dei servizi evitare ogni tipo di assembramento e garantire il corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza.

A Messina i poliziotti hanno controllato soprattutto la zona centro – piazza Antonello, galleria Vittorio Emanuele, piazza Duomo, via Garibaldi, via Cesare Battisti – e la zona nord, con particolare attenzione a Capo Peloro. In città i servizi sono stati effettuati con l’ausilio di personale della Polizia Municipale.

Il bilancio dei controlli è positivo: su 17 attività e 1774 persone controllate, la maggior parte erano in regola: le prescrizioni erano rispettate e il numero dei clienti era inferiore a quanto autorizzato.  

In regola anche i locali e i luoghi di ritrovo di Sant’Angelo di Brolo, Patti, Gioiosa Marea, Caronia e San Giorgio di Gioiosa.  In un solo caso un operatore è stato multato perché non aveva la licenza per vendere alcolici e alimenti.

Verificati anche bar e paninoteche particolarmente frequentati fino a tardi dal popolo della movida. Anche in questo caso nessuna criticità.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007