Messina, i sindacati contro il Cas: "Bando deserto, servizio di caselli andrà in tilt" - Tempostretto

Messina, i sindacati contro il Cas: “Bando deserto, servizio di caselli andrà in tilt”

Redazione

Messina, i sindacati contro il Cas: “Bando deserto, servizio di caselli andrà in tilt”

giovedì 14 Luglio 2022 - 07:00

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla, Cub Trasporti e Lata Messina attaccano il consorzio parlando di "probabili ripercussioni sul traffico veicolare e lunghe file alle barriere delle autostrade siciliane"

MESSINA – I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla, Cub Trasporti e Lata Messina denunciano la situazione relativa al secondo bando emesso dal Cas per il presenziamento dei caselli delle A20 e A18 per il periodo estivo. “Andato deserto” dicono dalle segreterie, che attaccano frontalmente il consorzio autostrade.

La carenza di personale e “i segnali inequivocabili”

“Ancora segnali inequivocabili di una situazione gestionale e finanziaria del Cas fortemente preoccupante – dichiarano – e che stante la carenza di personale di esazione ed il contestuale periodo di ferie estive rischia di mandare in tilt il servizio ai caselli e causare probabili ripercussioni sul traffico veicolare e lunghe file alle barriere delle autostrade siciliane. Saremo costretti a coinvolgere le autorità competenti ed il Prefetto se necessario in quanto con le gravi carenze di personale ai caselli ed i forti flussi previsti d’estate,  il rischio è non garantire adeguata sicurezza agli utenti e ai veicoli che sopraggiungono alle barriere, ove le auto si trovano spesso incolonnate e si riscontrano sovente manovre azzardate con rischi a mezzi e persone”.

I sindacati: “Rischio ampiamente annunciato”

“Non è di certo un fulmine a ciel sereno – continuano i sindacati – ma un rischio che avevamo ampiamente denunciato quando in più occasioni abbiamo puntato l’attenzione sulle critiche condizioni economiche dell’ente che hanno anche messo a rischio gli stipendi dei lavoratori. L’ennesimo bando deserto, le difficoltà a pagare le ditte appaltatrici dei cantieri aperti, sono il segnale che l’ente non appare affidabile sul mercato . La politica regionale che ha inteso impropriamente bloccare l’autonomia del Cas ente economico, nelle maglie della legge di stabilità,  si assuma le proprie responsabilità. Il Cas convochi le parti perché occorre trovare soluzioni immediate, dopo aver bloccato un concorso già svolto, per garantire il servizio ai caselli e le ferie al personale,  ed anticipiamo che senza urgenti soluzioni ci rivolgeremo agli organi esterni per la tutela dei diritti dei lavoratori”.

3 commenti

  1. Mandateli tutti a casa, è vergognoso e paradossale, le nostre autostrade in Sicilia sono primitive e senza manutenzione. Io che vivo a Villafranca Tirrena in particolar modo sono ancora più deluso , perche quel tratto di “Tangenziale ” oltre che essere illegalmente a pagamento è anche piena di interruzioni, e, ciliegina sulla torta, con un unico casello in uscita e per di più con cassa automatica oltre a quella per il telepass, di conseguenze lunghissime file per uscire a Villafranca. Non parliamo poi del discorso del rimborso per i residenti fatto dall’Assessore Falcone, di cui il Cas dice di non sapere nulla e che la competenza è della Regione, di conseguenza chi ha da marzo avanzato richiesta di rimborso a tutt’oggi non ha visto un centesimo. Questo a mio avviso non e un modo di gestire l’autostrade, è solo un modo per creare caos e chi ne fa le spese è solo l’utente.

    3
    0
  2. COGITO ERGO SUM 14 Luglio 2022 12:00

    Faccio notare, l’inesorabile successo del TELEPASS. Fate male a non volervene accorgere.

    3
    0
  3. antonino navarria 14 Luglio 2022 23:12

    Il CAS altro non è che un carrozzone politico , fatto da un numero considerevole di funzionari che per capacità e competenze lasciano molto a desiderare, se non vi è e non vi sarà un colpo di spugna su questa vecchia ed inutile gestione non cambierà nulla.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007