Messina. Il movimento dei tavolini: "Non è movida selvaggia, noi rispettiamo le regole" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Il movimento dei tavolini: “Non è movida selvaggia, noi rispettiamo le regole”

Redazione

Messina. Il movimento dei tavolini: “Non è movida selvaggia, noi rispettiamo le regole”

lunedì 08 Giugno 2020 - 14:08

300 gestori dei locali della ristorazione

“Nessuna movida selvaggia, noi siamo interessati esclusivamente a lavorare seguendo le regole”.

Oltre trecento imprenditori del campo della ristorazione, battezzati “movimento dei tavolini”, hanno deciso di unirsi per gridare a gran voce il disagio e le difficoltà dovute alle conseguenze della pandemia.

“Se verrà confermato che il responsabile di quanto accaduto sia un operatore allora è bene che lo stesso venga sanzionato così come prevede la legge. Ma non è accettabile che in questi casi si tenti di colpevolizzare o omologare il nostro comportamento che invece è basato sull’assoluto rispetto delle norme. Oggi la decisione di riaprire le nostre attività è frutto di un atto di coraggio per provare a restare in piedi nonostante le grandissime restrizioni e cercando in ogni modo di dare dei servizi alla collettività. Non si comprende dunque perché a tali oggettive difficoltà si debba aggiungere un’immotivata azione finalizzata a denigrare e colpevolizzare la quasi totalità degli imprenditori che invece, come è possibile verificare da tutti, hanno un comportamento irreprensibile e fanno sempre il proprio dovere”.

Tag:

Un commento

  1. Carenza di controlli.
    Vi fossero quelli non ci sarebbero problemi.

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x