Messina. La baraccopoli arriva in commissione alla Camera - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. La baraccopoli arriva in commissione alla Camera

Redazione

Messina. La baraccopoli arriva in commissione alla Camera

sabato 23 Maggio 2020 - 11:27
Messina. La baraccopoli arriva in commissione alla Camera

La deputata messinese Matilde Siracusano (Forza Italia) sarà relatrice unica della proposta di legge per cancellare la baraccopoli

“La prossima settimana inizieranno, in Commissione Ambiente alla Camera dei deputati, i lavori parlamentari in merito alla proposta di legge del centrodestra, a mia prima firma, recante ‘Disposizioni per la gestione dell’emergenza legata al risanamento dei nuclei abitativi degradati nella città di Messina’. Un momento importante, che auspicabilmente porterà il testo della norma in Aula a Montecitorio già nel mese di luglio”. Lo dice la deputata messinese di Forza Italia, Matilde Siracusano, che è stata ufficialmente indicata come relatrice unica del provvedimento.

“Un incarico che mi inorgoglisce, che accolgo con grande soddisfazione, una assunzione di ulteriore responsabilità che mi porterà nelle prossime settimane a lavorare con ancora più vigore. È giunto il momento di cancellare per sempre l’inaccettabile vergogna delle baraccopoli di Messina, è giunto il momento di dare una prospettiva di dignità e di normalità alle 8mila persone che da anni vivono in condizioni insostenibili. Partendo dai partiti del centrodestra e da coloro che hanno sottoscritto la proposta di legge – la capogruppo di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, il capogruppo di Fratelli d’Italia a Montecitorio, Francesco Lollobrigida, il vice capogruppo della Lega alla Camera, Alessandro Pagano, e numerosi parlamentare di Forza Italia, Lega e FdI – dialogherò con tutte le forze politiche con l’unico obiettivo di portare all’approvazione definitiva del Parlamento questa importante legge”.

Tag:

3 commenti

  1. Così come proposto non risolverà il problema, anzi in futuro nuovi ghetti, e zone degradate. Perché non è dare la casa che risolve, é dargli un lavoro, e considerare negli anni che cosa é successo con le graduatorie e le baracche compravendute e rimaste sempre lì con soggetti che ci hanno speculato. Se domani ci saranno le case, in tale situazione é logico immaginare che nessuno pagherà bollette, condominio e canoni vari, e il degrado sarà peggiore di adesso. Per cortesia non facciamo demagogia e propaganda!!!

    4
    1
    1. Ma mi faccia il piacere 23 Maggio 2020 18:40

      Scommetto che lei non vive e non ha mai vissuto in una baracca, sa quanta brava gente e bambini ci sono? Sa quanti bambini soffrono perché vorrebbero invitare i propri compagnetti a casa e i genitori per difenderli da eventuali emarginazioni non li possono accontentare pur volendolo? Sa quanto è brutto uscire di casa e fare slalom tra la fogna e roditori che ci sono in prossimità delle stesse nonché il fatiscente odore? Sa quante persone tremano dalla paura ogni qual volta c è un temporale per non parlare di scosse di terremoto? Sa quanto queste persone sperano e pregano di vivere in una casa degna di questo nome? Concludo perché sennò ci vorrebbero migliaia di pagine, tutti quanti abbiamo il diritto di vivere una vita e di avere le stesse possibilità degli altri, intanto è giusto che lo Stato li aiuti dandogli un tetto sicuro dove poter vivere poi se lo Stato non riesce ad integrare tutti dando un posto di lavoro sicuramente le persone si impegneranno al massimo a trovare un lavoro e portare un pezzo di pane a casa (e questo lo stanno già facendo da sempre).

      1
      3
  2. Bellissimo e importante incarico alla Siracusano confidiamo nella sua tenacia e l’apprezzamento di tutti i parlamentari dell’aula,diamole forza coraggio,una messinese che si farà ascoltare,non mancherà alla direzione farcelo sapere,speriamo….

    1
    6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x